da Fermo

da Fermo

Mattina dedicata alle energie rinnovabili alla Sala dei Ritratti

Si è svolto in data odierna presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori a Fermo il secondo Consultancy workshop sul tema “Strumenti finanziari per lo sviluppo delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica” che si contestualizza nel progetto “En Vision (Energy Vision) 2020” a cui il Comune di Fermo aderisce come partner.

In apertura i saluti del Vice Sindaco ed Assessore all’Ambiente del Comune di Fermo Matteo Silenzi che ha evidenziato la centralità delle tematiche climatiche ed ambientali nella progettazione europea 2020 e l’impegno del Comune di Fermo in questo senso attraverso la progettazione europea come “En Vision 2020”. L’ Assessore Silenzi ha sottolineato l’importanza di individuare più modalità possibili per incentivare la diffusione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica e la necessità di adottare scelte e decisioni che cambieranno nel futuro il nostro stile di vita.

In rappresentanza della Provincia di Fermo è intervenuto l’Assessore Donzelli che ha ringraziato il Comune di Fermo per il percorso avviato col progetto “En Vision 2020” in un settore come quello della diffusione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica in cui il nostro Paese è in ritardo rispetto a nazioni europee più avanzate come la Germania. L’ Assessore Donzelli ha evidenziato la necessità di impostare una nuova politica adeguata in questo settore che possa favorire un New Deal italiano, supportando anche l’uscita dalla crisi economica. Anche l’Europa deve sostenere questo cammino, permettendoci di attivare finanziamenti con le banche.

Ha portato i saluti del Presidente della Regione Gian Mario Spacca l’Assessore Regionale all’Ambiente, Agricoltura ed Energia Maura Malaspina che ha offerto una puntuale analisi geopolitica e geonergetica della Regione Marche. L’Assessore Malaspina ha evidenziato come efficienza energetica ed energie rinnovabili non siano in contrapposizione dannosa e come la strada dell’efficienza energetica sia la più agevole da percorrere. La regione Marche è seconda nella classifica nazionale delle regioni con la maggior quota destinata dei fondi europei all’efficienza energetica ed alle fonti rinnovabili; seguono tra le energie quella fotovoltaica e da biomasse, quella idroelettrica ed eolica. La politica attuata dalla regione nel settore energetico ha avuto effetti concreti sulla competitività tecnologica come volano economico. Dalle prime analisi tecniche emerge con chiarezza che la visione 2020 marchigiana dovrà mirare alla riduzione dei consumi energetici, all’adozione delle energie alternative, soprattutto geotermica, come riqualificazione energetica degli edifici partendo da quello pubblici, sostegno all’ uso delle biomasse soprattutto agro-forestali, sulla realizzazione di impianti di cogenerazione ad alta efficienza, reti di distribuzione di energia dotati di sistemi di comunicazione e controllo digitale. Come assessore regionale all’ambiente, Malaspina ha evidenziato la volontà di istituire uno studio per un catasto energetico regionale partendo dagli edifici più “energivori”, elaborare bandi e lavorare concretamente. La riduzione dell’inquinamento, la tutela dell’ambiente e l’efficienza energetica sono fattori imprescindibili per il futuro che ci attende sul solco dello sviluppo europeo.

A coordinare la mattinata sul piano tecnico-scientifico il prof. Fabio Polonara Direttore del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università Politecnica delle Marche che collabora al Progetto “En Vision 2020” che ha evidenziato come ci sia il bisogno di trovare una strada che metta insieme il mondo della tecnica, della finanza, delle istituzioni, delle imprese e delle famiglie in un settore come questo delle energie rinnovabili ed efficienza energetica che può far ripartire la nostra economia. Esigenza di condivisione per un tavolo congiunto che è stata evidenziata anche dai diversi relatori intervenuti, provenienti da ambiti diversi, come quelli della tecnica, dell’impresa, della finanza, del credito e dell’economia.

Tra le autorità intervenute anche il Presidente della Camera di Commercio Graziano Di Battista, data la rilevanza del tema trattato per le imprese del nostro territorio.

Tra gli interventi anche quello del dr. Emilio Lanciotti della Cassa di Risparmio di Fermo e quello di Giancarlo Fermani Presidente di Confcooperative Marche che ha evidenziato come il tema dell’efficienza energetica sia al centro dei tavoli di discussione attuale del confronto tra famiglie ed imprese.

Tra i partecipanti il Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Fermo arch. Giovanna Paci e l’ing. Tonelli del CIIP.

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il CoSIF (Consorzio di Sviluppo Industriale del Fermano), era presente il Direttore Ing. Claudio Novembre.

Canfora e Arslan per Fermo sui Libri.

Doppio appuntamento la prossima settimana

Di nuovo un doppio appuntamento per la fortunata Rassegna Fermo sui Libri. Il 3 giugno lo storico Luciano Canfora e il 4 giugno Antonia Arslan la scrittrice della Masseria delle Allodole. Gli incontri, con inizio alle 21,15, saranno ospitati alla sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori.

Luciano Canfora, docente per circa quarant’anni di storia antica e filologia classica all’Università di Bari, membro del comitato scientifico del CNR, dell’Enciclopedia italiana, e della Society of Classical Traditions, è anche tra i membri dell’Istituto Gramsci di Roma e direttore della rivista “Quaderni di storia”. Profondo conoscitore dell’antichità, della modernità e della politica come passione, come riflessione sul bene comune, parlerà, con la lucida capacità d’analisi che lo contraddistingue, degli eventi che ci stanno travolgendo, in una corsa tra potere, denaro, sfruttamento e volontà di riscatto le cui radici affondano nella riflessione dell’antichità, vero punto di partenza per capire la modernità. Come ha commentato nel suo ultimo libro Gli antichi ci riguardano: “I loro problemi insoluti e i loro conflitti sono anche i nostri”, come la domanda, che già i filosofi greci si ponevano, su quali siano le competenze che un politico deve avere per fare bene il suo mestiere, e quale sia effettivamente la forma di autoregolamentazione che può tendere al massimo al “buon governo”.

Protagonista del decimo appuntamento sarà la prof.ssa Antonia Arslan, laureata in archeologia e professoressa emerita di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’università di Padova, saggista e romanziera. Nella sua carriera ha sviluppato la ricerca sulle sue origini armene, sui massacri e sui genocidi dei quali questo popolo è stato vittima durante la prima guerra mondiale. Ha scritto a riguardo il romanzo “La masseria delle allodole”, vincitore del Premio Strega e finalista al premio Campiello nel 2004, e ha continuato la sua opera sul popolo armeno con “La strada di Smirne” e “Il libro di Mush”. E’ di questo lungo percorso di conoscenza e scoperta del popolo armeno che Antonia Arslan parlerà durante la serata e di come la crisi, in questo caso bellica, sociale e familiare dei protagonisti dei suoi romanzi, possa tradursi in un percorso verso il recupero dell’identità personale e collettiva, coronato dal successo e dalla salvezza.

A seguire, l’undicesimo appuntamento di Fermo sui Libri avrà come ospite Giacomo Marramao, filosofo e saggista, che presenterà la crisi analizzata dal suo ultimo lavoro letterario “Contro il potere”, il 12 giugno presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori a Fermo, alle h 21.15.

Educazione ambientale e stradale nelle scuole

 

 

Una mattina di scuola diversa per gli alunni della primaria Monaldi e dell’infanzia Montone. Lo scorso venerdì 23 maggio i bambini delle due scuole, accompagnati dai genitori e dalle maestre, si sono incontrati per una passeggiata davvero speciale a bordo delle loro biciclette. L’iniziativa, momento conclusivo del progetto di continuità scolastica dal titolo “Tutti in bicicletta”, è stata salutata dalla dirigente scolastica Marinella Corallini, Dirigente scolastico “Da Vinci-Ungaretti” Fermo e dall’assessore all’Ambiente del Comune di Fermo Matteo Silenzi. A vigilare sul transito dei baby ciclisti, gli agenti della Polizia Municipale. Per le due scuole erano presenti le insegnanti fiduciarie, Donatella Tassotti per l’infanzia Montone e Daniela Strappa per la primaria Monaldi. La riuscita dell’evento è stata possibile grazie alla collaborazione di tutti i soggetti coinvolti: le scuole, i genitori, i vigili urbani e naturalmente i bambini con il loro entusiasmo contagioso.

tutti in bici
tutti in bici

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com