Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 19:17 di Mar 24 Nov 2020

dalla Città

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Città

bandiera blu

image_pdfimage_print

San Benedetto del Tronto è di nuovo bandiera blu

13 maggio 2014

San Benedetto del Tronto è di nuovo bandiera blu

 

Ritirati a Roma i prestigiosi vessilli sia per la spiaggia che per l’approdo turistico

 

Anche nel 2014 su San Benedetto del Tronto sventoleranno le Bandiere Blu: due i prestigiosi vessilli assegnati alla città delle palme che certificano la qualità ambientale sia della spiaggia sia dell’approdo turistico.

 

Si è infatti tenuta questa mattina, martedì 13 maggio, a Roma, nella sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la cerimonia di consegna delle Bandiere Blu 2014, garanzia di qualità certificata dalla Fee (Fondazione per l’educazione ambientale) che collabora con il Consorzio nazionale batterie esauste (COT) ed Enel Sole per premiare i migliori lidi italiani.

 

Il riconoscimento è stato assegnato a tutti i tre i comuni facenti parte della Riviera delle Palme: a ritirarlo l’assessore all’ambiente del comune di San Benedetto Paolo Canducci, il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore Daniele Mariani per Grottammare, dal sindaco Domenico D’Annibali e l’assessore Marco Malaigia per Cupra Marittima.

 

“Siamo soddisfatti – dichiara Canducci – anche perché abbiamo il dovere di mantenere alta la soglia delle attese che i turisti nutrono nei nostri confronti. E’ dal 1999 che la nostra città, tranne una volta, ottiene il prestigioso riconoscimento ambientale che non è scontato, come si vede anche da quanto accaduto in località molto vicine alle nostre. Il procedimento di concessione della Bandiera blu segue infatti criteri molto rigorosi che richiedono non poco impegno per mantenere al livello richiesto gli standard qualitativi in materia di ambiente, acqua, aria, rifiuti, servizi turistici. E’ uno sforzo che però viene ampiamente ripagato dagli enormi effetti promozionali che la bandiera blu esercita sull’economica turistica”.

 

Protezione Civile Marche, diramato l'allerta meteo per martedì 13 maggio

12 maggio 2014

Protezione Civile Marche, diramato l’allerta meteo per martedì 13 maggio

 

Dalle 12 sono previste precipitazioni di tipo temporalesco. Dal pomeriggio una squadra di pronto intervento in azione 

 

La Protezione Civile della Regione Marche ha diramato un’allerta meteo e un avviso di criticità idrogeologica dalle 12 di martedì 13 maggio alle 12 di mercoledì 14 maggio. Nel periodo sono previste su tutta la Regione precipitazioni di tipo temporalesco.

 

Dalle previsioni del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare la maggiore intensità si dovrebbe avere a partire dalle 17 di martedì 13 fino alle prime ore di mercoledì 14. Vista l’imprevedibilità delle conseguenze al suolo del tipo di maltempo previsto, oltre a raccomandare uno stato di massima allerta per le situazioni di disagio che potrebbero verificarsi, il Comune ha predisposto una squadra di pronto intervento già a partire dal pomeriggio di martedì.

 

Di seguito gli avvisi diramati dalla Protezione Civile Regionale:

–  Avviso di criticità idrogeologica (110 KB)

Avviso di condizioni meteo avverse (84 KB)

 

Maltempo in arrivo, stato di allerta in Comune

Convocato dal sindaco Giovanni Gaspari e dall’assessore ai Lavori pubblici Leo Sestri, si è riunito alle 12 di oggi in Municipio a San Benedetto il tavolo tecnico per coordinare gli interventi necessari a far fronte alle possibili conseguenze del maltempo annunciato per le prossime ore.

Vi hanno preso parte rappresentanti di Picenambiente, Azienda Multi Servizi, CIIP, settore Manutenzione Opere pubbliche del Comune, Polizia Municipale e Protezione civile.

Secondo gli ultimi aggiornamenti forniti dalla Protezione civile, la massima intensità della perturbazione attesa sulle Marche dovrebbe registrarsi a partire dal tardo pomeriggio per esaurirsi nelle prime ore di domani 14 maggio.

Tutti gli enti interessati hanno confermato che squadre di personale con relativi mezzi sono allertati a partire dal pomeriggio e lo saranno fino a cessazione dell’emergenza, sperando naturalmente che non vi sia bisogno di interventi.

Il Sindaco ha raccomandato una particolare attenzione alle strade che collegano con la zona collinare dove è più facile che, in caso di precipitazioni copiose, possano verificarsi scivolamenti di materiale fangoso.

Confermato come punto di riferimento di tutti gli interventi la sala operativa della Protezione civile in viale dello Sport (tel. 0735781486) che dunque rimarrà aperta fino a cessazione dell’emergenza mentre sarà attiva per segnalazioni anche la sala operativa della Polizia Municipale (0735/594443).

Nel corso della riunione è stato reso noto che, sin dalle prime ore successive all’alluvione che ha colpito la zona di Senigallia, mezzi e uomini della Picenambiente sono al lavoro in quell’area. La partecipazione della Picenambiente alle operazioni di ripristino di spazi pubblici e privati rientra negli impegni assunti con un protocollo d’intesa siglato dalle aziende pubbliche di erogazione di servizi ambientali delle Marche riunite in ConfServizi, la Protezione civile Marche, Upi e Anci ed ha visto sinora all’opera un nucleo di operatori variabile tra le 2 e le 6 unità per la conduzione di lavastrade, mezzi per la raccolta dei rifiuti ingombranti e autospurgo.

© 2014, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




13 Maggio 2014 alle 15:19 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata