dalla Città

dalla Città

Replica del Sindaco Gaspari sul presunto aumento di neoplasie, in particolare di leucemie, a San Benedetto

 

Dopo aver ricevuto una lettera dai toni allarmistici sul presunto aumento di neoplasie, in particolare di leucemie, nell’area di Porto d’Ascoli, peraltro senza il supporto di dati tecnico-scientifici, l’Amministrazione comunale, tramite l’Asur – Area Vasta 5, ha subito chiesto all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche – ARPAM di approfondire la questione attraverso un’indagine epidemiologica descrittiva del fenomeno.

 

Questa mattina sono arrivati i risultati delle analisi del dipartimento del servizio epidemiologia ambientale dell’Arpam che smentiscono le incaute affermazioni dell’estensore della lettera.

 

In particolare i dati dicono inequivocabilmente che, per fortuna, nel periodo di sei anni preso in esame, i casi di neoplasie e leucemie nella città di San Benedetto del Tronto non solo non si discostano da quelli medi della restante parte del territorio regionale ma risultano addirittura, nel periodo 2006/2012, in trend calante.

 

Resta l’amarezza per come si possa dare credibilità ad esternazioni fatte in libertà da chi tenta solo di giocare sull’emotività e sui drammi che alcune famiglie purtroppo sono costrette a vivere sulla propria pelle.

 

In queste ore l’Amministrazione comunale sta valutando se sussistano gli estremi per agire nelle opportune sedi in relazione al procurato allarme sociale derivante da queste affermazioni, anche per tutelare l’immagine della Città.

 

 

Giovanni Gaspari

Nota dell’assessore Canducci di solidarietà al dipendente di Picenambiente

 

Esprimo vicinanza e solidarietà al dipendente della Picenambiente che lo scorso weekend è stato vittima di un tentativo di aggressione da parte di gruppo di ragazzi in preda ai fumi dell’alcol.

 

Non ci sono parole adeguate per esprimere tutto lo sdegno per un episodio così vile nei confronti di un lavoratore onesto che stava solo svolgendo il proprio dovere: fornire alla città quel decoro che merita.

 

A San Benedetto non c’è spazio per gesti sconsiderati come questo e sono fiducioso sul fatto che le Autorità competenti faranno piena luce sull’accaduto in tempi brevi.

 

 

L’assessore all’ambiente

Paolo Canducci

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com