Premio Nazionale Righetto, la città di Ripatransone ricorda i caduti in difesa della Repubblica Romana

Premio Nazionale Righetto, la città di Ripatransone ricorda i caduti in difesa della Repubblica Romana

di Rosita Spinozzi

 

 

RIPATRANSONE – La città di Ripatransone celebra i cento anni dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, evento bellico che sconvolse l’Europa, con una giornata ricca di appuntamenti nell’ambito di un interessante percorso fra idee e temi organizzato dall’assessorato alla cultura, sempre sensibile alle iniziative inerenti il ricordo storico. A tal proposito, sabato 17 maggio alle ore 11,30 nell’Aula Magna dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Ripatransone, lo storico Pietro Pistelli affronterà la tematica ‘A ricordo della Prima Guerra Mondiale, quarta Guerra d’Indipendenza d’Italia’ in presenza dei ragazzi delle classi dell’Istituto. Dopodichè alle ore 11,45 il dott.Roberto Bruni, presidente dell’associazione culturale romana ‘Gli Amici di Righetto’, presenterà il Premio Nazionale Righetto. Seguirà alle ore 12,30, nella Sala di Rappresentanza del Palazzo Municipale, la solenne cerimonia di consegna del Premio conferito dal dott.Giampiero Panichelli allo storico Pietro Pistelli, autore di molti saggi dedicati all’epopea Risorgimentale.

In virtù del suo impegno rivolto alla ricerca e all’interesse per l’approfondimento storico, Pistelli riceverà il prestigioso riconoscimento promosso da ‘Gli Amici di Righetto’, che solitamente è dedicato agli studenti delle scuole, ma premia anche quanti hanno onorato il Risorgimento con la propria attività. «L’associazione culturale romana presieduta da Roberto Bruni organizza ogni anno questa premiazione che prende il nome dall’eroica figura del giovane Righetto, orfano dodicenne che nel 1849 si trovò ad essere un protagonista attivo nella difesa della Repubblica Romana. Righetto, infatti, sacrificò la sua giovane vita nel rischioso tentativo di spegnere una miccia inesplosa. Morì il 29 giugno 1849 insieme al suo inseparabile cane Sgrullarella» spiegano il sindaco Remo Bruni e il consigliere delegato alla cultura Paolo Polidori, che interverranno agli incontri previsti nel corso della giornata «Ricordare Righetto è un modo per omaggiare, nel centenario della Grande Guerra, anche i tanti giovani caduti in difesa della Repubblica Romana».

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com