dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

20 mag 2014
EMERGENZA MALTEMPO E ALLUVIONE DI SENIGALLIA: 366,181 I MILIONI DI DANNI STIMATI DALLA REGIONE.

Ad appena due settimane dall’evento tragico di Senigallia, il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha trasmesso lo stato puntuale dei danni. Il maltempo dal 2 al 4 maggio che ha sconvolto le Marche e causato l’alluvione a Senigallia lascia danni stimati per un importo di 366,181 milioni di euro. Il dato è stato trasmesso al Capo del dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, Franco Gabrielli. La lettera del presidente segue la richiesta dello stato di emergenza per l’intero territorio delle Marche. Ora Spacca ha inviato a Roma le schede che riassumono il valore dei danni riscontrati, elaborate tramite le Province e i Comuni, per confermare la richiesta, “con la quale dovranno essere messe a disposizione risorse a favore della popolazione, delle imprese e degli enti locali. La rapidità e precisione nella raccolta dei dati sono determinanti per una veloce concessione dello stato di emergenza. È per questo che la Regione, con i Comuni e le Province, si è immediatamente attivata”. Il maltempo “ha colpito, in maniera preponderante, Senigallia e alcuni comuni limitrofi, creando danni diffusi alle abitazioni, alle attività produttive e alle infrastrutture pubbliche. Per questo motivo tutte le amministrazioni locali e statali, con il supporto della Regione, sono intervenute in maniera concorde per rispristinare i luoghi colpiti e, grazie all’intenso lavoro svolto, si può dire che, negli spazi e nelle aree pubbliche, a distanza di dieci giorni, non restavano tracce del grave evento calamitoso”. Diversa, però, è la situazione nelle abitazioni e nelle sedi delle aziende, “dove gran parte degli arredi, dell’abbigliamento, degli elettrodomestici e, per le imprese, delle materie prime, delle attrezzature e delle scorte sono stati smaltiti perché inservibili. Date tali premesse, nonostante l’impegno della Regione, delle Amministrazioni provinciali e dei Comuni, ci si trova, senza dubbio, di fronte a un evento fronteggiabile solo con mezzi e poteri straordinari. Segnalo sin da ora che l’Amministrazione pubblica competente, in via ordinaria, a coordinare gli interventi conseguenti a questo evento, successivamente alla scadenza dello stato di emergenza, è la Regione Marche”. Nella lettera trasmessa a Roma vengono riassunti gli importi delle varie tipologie di danno riscontrate: danneggiamenti segnalati dai privati (149,271 milioni), dalle attività economiche e produttive extra agricole (60,718 milioni), interventi degli Enti locali nella situazione emergenziale (6,773 milioni), fabbisogno stimato per il ripristino del patrimonio pubblico (149,417 milioni).

 

Clicca la tabella allegata

RIEPILOGO GENERALE DATI ALLUVIONE MAGGIO 2014 AL 15 05 2014.pdf

 

 

SISTEMAZIONE IDRAULICA E FORESTALE, LA REGIONE ASSEGNA 1,4 MILIONI ALLE COMUNITÀ MONTANE.

GIORGI: “DIFESA DEL SUOLO, UNA PRIORITÀ”.

 

 

 

Prevenire i dissesti idrogeologici, valorizzare il patrimonio ambientale delle aree interne. Sono gli obiettivi che la Regione Marche intende conseguire finanziando con 1,4 milioni di euro una serie di progetti proposti dalle Comunità montane. “La difesa del suolo è una priorità per il nostro territorio che va rafforzata con interventi promossi insieme agli enti locali coinvolti – afferma l’assessore Paola Giorgi che ha la responsabilità amministrativa del settore – Anche i recenti eventi alluvionali hanno segnalato l’urgenza di rafforzare la prevenzione per contenere i danni causati dal maltempo. Le Marche sono una realtà fragile dal punto di vista della configurazione idrogeologica e necessitano di una continua attenzione. D’intesa con l’Uncem Marche (l’Associazione delle Comunità montane) abbiamo condiviso la positiva esperienza maturata negli anni scorsi e che ha portato, nel 2007, alla sottoscrizione di un protocollo con il ministero dell’Ambiente. Si è convenuto, attraverso questi finanziamenti, di proseguire il progetto allora avviato, individuando nuove aree sulle quali investire per contenere il rischio idrogeologico e valorizzare il patrimonio naturale”. Gli interventi previsti riguardano opere di sistemazione idraulica e forestale, con particolare attenzione ai versanti in frana e al consolidamento delle pendici. Verranno realizzate anche opere di rinaturalizzazione dei corsi d’acqua, secondo i principi dall’ingegneria naturalistica. Le Comunità montane hanno segnalato gli interventi che sono stati oggetto di sopralluoghi congiunti e che hanno portato alla definizione del piano. I progetti esecutivi andranno approvati entro il 31 luglio 2014 e i lavori affidati entro il 30 novembre 2014. Eventuali economie verranno utilizzate per altri interventi. Questa la ripartizione dei fondi e le località interessate: C.M. Alto e Medio Metauro – 200mila euro – Fermignano, Urbania; C.M. Catria e Nerone – 200mila euro – Acqualagna, Frontone, Piobbico, Serra Sant’Abbondio; C.M. Esino Frasassi – 215mila euro – Fabriano, Staffolo; C.M: Alte Valli del Potenza e dell’Esino – 190mila euro – San Severino Marche; C.M. Marca di Camerino – 145mila euro – Pieve Torina, Muccia; C.M. Monti Azzurri – 153mila euro – Serrapetrona, Sarnano; C.M. Tronto – 297mila euro – Venarotta, Roccafluvione, Montegallo, Acquasanta Terme.

 

AMBIENTE: EMANATO IL BANDO DI CONCESSIONE CONTRIBUTI AI PROGETTI DI RETE DEI CENTRI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE 2014-2015.

Si rinnova l’impegno della Regione a sostenere i progetti di rete dei Centri di educazione ambientale. Sulla base delle positive esperienze precedenti, anche per l’annualità 2014-2015 i CEA – 43 in totale distribuiti uniformemente su tutto il territorio regionale – lavoreranno in rete coordinati da un soggetto capofila, Labter, che corrisponde alla Provincia o all’Ente gestore di un’area protetta. Le risorse ammontano a 324.000,00 euro. Energia, Acqua, Cambiamenti climatici, Rifiuti, Natura, Mobilità dolce, Agricoltura e Turismo sostenibile; 2015 Anno internazionale della luce, Expo 2015 Nutrire il pianeta Energia per la vita: sono questi i temi su cui verteranno i progetti. Il bando premia la capacità di cofinanziamento da parte dei CEA e degli altri soggetti che compongono la rete. Negli anni, le reti hanno mediamente cofinanziato il 70% dei progetti, anche con attività a pagamento. Tra le novità, l’introduzione di criteri che premiano i progetti rivolti alle persone diversamente abili, al turismo sostenibile e ai percorsi ecomuseali. “Oltre alla valenza ambientale – commenta l’assessore all’Ambiente, Maura Malaspina – i progetti hanno anche una valenza economica, 1,4 milioni di euro il budget totale dei progetti, a fronte di 400mila euro di risorse regionali, in media ogni anno; una valenza occupazionale che riguarda circa 230 gli operatori qualificati coinvolti annualmente e una valenza sociale con 180 partner interessati. Il sistema garantisce, inoltre, alla scuola, di accedere a informazioni e a opportunità di contatto con la natura e vengono coinvolte 2.133 classi ogni anno. Oltre che per gli studenti, i CEA organizzano attività di turismo sostenibile anche per adulti”. Il sistema InFEA Marche copre tutta l’area geografica regionale e tutti gli ambiti: montagna, ruralità, costa. La scadenza per la presentazione delle domande (da parte degli Enti Labter) è fissata al 3 luglio 2014. Il bando è scaricabile dal sito www.ambiente.marche.it

 

“BRACCIALETTI ROSSI LIVE” NELLE MARCHE

Il primo incontro ufficiale con i protagonisti, il regista e i cantanti

 Sabato 31 maggio 2014 al PalaSavelli di Porto San Giorgio

Gian Mario Spacca: “Evento di grande impatto, una grande festa di solidarietà ed amicizia

Saranno le Marche a ospitare il primo incontro ufficiale, tra il pubblico e i protagonisti, di quello che è stato, per consensi e seguito anche sui social network, il fenomeno mediatico della scorsa stagione televisiva di Rai Uno: Braccialetti Rossi. Grazie alla volontà della Regione, questo grande evento nazionale, che si preannuncia da tutto esaurito, avrà quale palcoscenico le Marche.

Il 31 maggio, a Porto San Giorgio,presso il PalaSavelli, infatti, si svolgerà l’incontro-concerto BRACCIALETTI ROSSI LIVE (#BraccialettiLive) promosso da Regione Marche e Palomar spa. Migliaia di ragazzi potranno salutare i sei Braccialetti Carmine Buschini/Leo, Brando Pacitto/Vale, Aurora Ruffino/Cris, Mirko Trovato/Davide, Pio Luigi Piscicelli/Toni, Lorenzo Guidi/Rocco; il regista Giacomo Campiotti; gli autori delle musiche Niccolò Agliardi & The Hills e Stefano Lentini insieme ai cantanti Emis Killa, Francesco Facchinetti, Ermal Meta, Edwyn Roberts, Simone Patrizi, Veronica De Simone, Greta, Laura Pausini (in diretta telefonica), Emma (in collegamento video) con le musiche originali e le canzoni della colonna sonora.

Un appuntamento atteso per festeggiare il successo insieme a tutto il cast e promuovere la seconda stagione della serie. In collaborazione con la casa di produzione Palomar s.p.a. che curerà la direzione artistica, la Regione Marche sostiene la realizzazione di questo evento nazionale (a ingresso gratuito) che si preannuncia partecipatissimo, come dimostrano i numeri: 7 milioni 200 mila spettatori e il 26% di share nell’ultima puntata, oltre 200 mila iscritti e 40 milioni di interazioni su Facebook; oltre 13 milioni di messaggi scambiati su Twitter; 13.350 ore di visione sul canale Youtube dei video della serie; 150 mila download dell’App dedicata.

“Le Marche – sottolinea il Presidente Gian Mario Spacca – sono la comunità

ideale per accogliere i tanti giovani fan di Braccialetti Rossi provenienti dalle diverse città italiane. Siamo sicuri che sarà una grande festa di amicizia e solidarietà, che segnerà anche l’inizio della stagione estiva marchigiana con un forte impatto emotivo e spettacolare, vista anche la partecipazione di affermati artisti. La Regione ha voluto con forza che fossero le Marche, regione del volontariato e della solidarietà, a ospitare questo evento. Braccialetti rossi è portatore di un importante messaggio sociale che riveste un grande significato etico e aggregativo per i giovani attorno ai valori della solidarietà, del rispetto e della reciprocità. Questo evento rappresenta, inoltre, un’azione promozionale turistica di forte impatto per il brand Marche. L’Incontro Concerto rappresenterà, infatti, un biglietto da visita in grado di far conoscere le bellezze del nostro territorio e l’ospitalità dei marchigiani ai tantissimi ragazzi e alle famiglie che li accompagneranno. Un momento quindi di grande attrattività e visibilità per la nostra regione che potrà diffondere al meglio la propria immagine”.

La gestione dell’iniziativa, sotto il profilo tecnico-operativo, è affidata alla ASD-Associazione Sportiva Dilettantistica Miami concessionaria del PalaSavelli. Il Comune di Porto San Giorgio ha accordato il patrocinio all’evento. Il PalaSavelli assicura una capienza di 3000 posti, dei quali 1000 saranno riservati ai fan non residenti nelle Marche. L’Incontro Concerto inizierà alle 15.30 ma il ritiro dei coupon validi per l’ingresso sarà possibile dalle ore 11.00 del 31 maggio 2014 presso il PalaSavelli fino a esaurimento, presentando un documento d’identità. Per tutti coloro che non riusciranno ad accedere alla struttura per esaurimento dei posti, sarà allestito un Maxischermo all’esterno del PalaSavelli per seguire lo spettacolo e salutare dal vivo i protagonisti dell’evento.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com