Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 04:59 di Gio 16 Lug 2020

Siamo tipi da baguette, noi…

di | in: Primo Piano

Léo Ferré 2014

image_pdfimage_print
 Léo Ferré non l’hanno fatto santo. E nemmeno ha votato.
 
       Basterebbe questo per “adorarlo”.
       Lui lo sa, sono almeno 19 volte che torna da queste parti.
       Laico e ribelle.
       Quest’anno, nel fragore del presente,
       ancor di più sarà una ventata d’aria antica ma fresca,
       dopo l’oscurantismo e il mercato.
       E ritorna anche l’amico Ugo Nespolo
       con un bel manifesto simil-etnico:
       note, amori, danze, teatro, mistero…
       Europa allargata ma intima,
       visionaria e impossibile.
       Col tempo tutto se ne va,
       le ideologie, le classi,
       la modernità, la storia…
       (per fortuna anche la crescita)
       Chissà la musica,
       anche lei ha perso un po’ la tonalità
       (no, non è colpa del Jazz)
       Ma al 19° Festival Ferré,
       per due giorni,
       non ascolteremo cianfrusaglie acustiche
       né terremoti sonori.
       Siamo tipi da baguette, noi…
       PGC

© 2014, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




27 Maggio 2014 alle 18:45 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata