da Fermo

da Fermo

Approvazione variante Aree C

 

Il Consiglio Comunale, alla presenza dei soli consiglieri di maggioranza, ha approvato ieri l’adozione della variante urbanistica finalizzata alla riduzione di consumo di suolo nelle zone di espansione C. Cancellati oltre 400 mila metri quadrati all’interno di aree progetto. L’Amministrazione Comunale ha maturato la decisione di approvare la variante, già avviata dall’ex assessore all’Urbanistica Rossi, con una doppia consapevolezza. Da un lato si è ritenuto di ridurre previsioni urbanistiche ormai non più corrispondenti alle esigenze della città, anche in considerazione della crisi tutt’ora in atto. In secondo luogo i proprietari non erano più nelle condizioni di continuare a sostenere il pagamento dei tributi relativi alle aree fabbricabili.

La procedura prevede che, dopo la pubblicazione della variante, la relativa pubblicizzazione mediante quotidiani a diffusione regionale e manifesti, decorreranno 60 giorni di tempo per la presentazione delle osservazioni. L’immediata esecutività della variante consente che lo sgravio tributario abbia effetto già dal mese di giugno, quindi i proprietari, relativamente all’Imu, potranno considerare le loro aree edificabili per cinque mesi ed agricole per i restanti sette.

“Avrebbe rappresentato un atto di serietà e consapevolezza condivise che una decisione del genere venisse discussa dall’intero Consiglio Comunale – sottolinea il Sindaco Nella Brambatti, nonché Assessore all’Urbanistica – Chi ha sostenuto quel Piano Regolatore, approvato nel 2006, che ha previsto un’edificabilità fuori da ogni esigenza reale della città, doveva per senso di responsabilità verso i cittadini condividere questa importante decisione. L’assenza dell’opposizione lascia invece concludere che, o non hanno voluto riconoscere l’inadeguatezza del PRG da loro promosso o, ancora una volta, la loro condotta è stata basata su strategie di basso profilo politico.

“Da parte dell’Amministrazione comunale – aggiunge il Sindaco – c’è stata invece una profonda attenzione alla tutela del territorio e alle esigenze della cittadinanza. Con la variante per le aree C si prosegue nell’attuazione del processo virtuoso teso alla riduzione di suolo destinato all’edificazione, già avviato da questa Amministrazione con precedenti varianti urbanistiche.

Lascia interdetti l’appunto del tutto fuori luogo da parte del capogruppo Di Felice riguardante via Respighi. Se vuole sapere cosa abbia determinato la difformità della tavola contestata, dovrebbe chiederlo a chi nel 2009 ricopriva certi incarichi e non ha evidentemente svolto a pieno quanto meno il proprio dovere di controllo, responsabilità che comunque è estesa a tutta l’Amministrazione: forse se per via Respighi l’allora Assessore che oggi siede in Consiglio avesse chiesto al Dirigente la ragione dell’approvazione del progetto, nonostante il parere contrario della commissione edilizia, ci saremmo risparmiati le evoluzioni attuali.

Conclude il Sindaco: “Non solo le aree C, ieri in Consiglio sono state approvate, altre importanti delibere. La prima riguardante il regolamento per i rifiuti, che non era mai stato approvato prima da altre amministrazioni e che potrà consentire una riduzione del costo complessivo della gestione dei rifiuti, quindi anche della Tari. È stato inoltre adottato il Progetto “Città sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti” che punta ad un miglioramento della qualità di vita dei bambini e degli adolescenti e progettare città sostenibili, verificando che gli indirizzi amministrativi siano rapportati anche a questo importante aspetto.

È stata infine approvata una delibera che definisce le aree nelle quali non è possibile effettuare interventi edilizi di trasformazione radicale, a tutela in particolare dei centri storici di maggior pregio”.

Nuova casella Pec del Comune di Fermo

 

Cambia l’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune di Fermo. Da lunedì 16 giugno sarà attiva una nuova casella Pec: protocollo@pec.comune.fermo.it. Un servizio per i cittadini al fine di mantenere il contatto con l’Amministrazione Comunale e comunicare in relazione a pratiche e permessi. Nel passaggio alla nuova posta elettronica, il vecchio indirizzo comune.fermo@emarche.it resterà comunque attivo fino al 31 agosto 2014 per garantire continuità a cittadini e imprese.

 

Press tour stampa estera.

Tappa a Fermo per coreani e giapponesi

 

Una visita alle bellezze della città di Fermo per due gruppi di giornalisti coreani e giapponesi specializzati nel settore del turismo. Ieri un gruppo di giornalisti coreani ha visitato il Teatro dell’Aquila, Palazzo dei Priori, dove è stato ricevuto dall’assessore al Turismo Matteo Tomassini, e le Cisterne Romane. La visita è stata organizzata dalla Regione Marche in collaborazione con l’ENIT (Ente Nazionale Italiano del Turismo) di Tokyo. Il gruppo, accompagnato da un rappresentante dell’Enit, è in Italia per il press tour nelle Marche dall’8 al 14 giugno, con una serie di visite guidate nelle località richieste. Oltre a Fermo i coreani hanno visitato Urbino, Ascoli Piceno, Pesaro, Macerata, Jesi, Senigallia, Ancona, Grotte di Frasassi e Riviera del Conero.

Sempre in collaborazione con l’Enit, la Regione ha organizzato per questa mattina, un nuovo press tour a Fermo, di un gruppo di 7 tour operator e 3 giornalisti specializzati nel settore del turismo provenienti dal Giappone. Anche per loro la visita alla città e il saluto di benvenuto dell’assessore al Turismo Matteo Tomassini.

giapponesi
giapponesi

 

Terzo appuntamento con il ciclo di incontri

“Cosa mettiamo nel piatto?”

 

Nuovo appuntamento domani, venerdì 13 giugno alle ore 21,15, con il progetto di informazione alimentare “Cosa mettiamo nel piatto?”. Il centro sociale Campiglione, ospiterà come sempre il dottor Andrea Strafonda, esperto in educazione alimentare e promotore, già dagli anni ’80, dell’agricoltura sociale e biologica, che affronterà nel dettaglio, dopo gli approfondimenti sulla pasta e il pane, un altro importante aspetto della nostra alimentazione, i grassi alimentari. Il progetto è organizzato dall’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fermo. Prossimi incontri il 27 giugno, sempre a Campiglione, con “il latte e i derivati”, l’11 luglio con “la carne”.

Un’opportunità messa a disposizione dall’Amministrazione comunale per la cittadinanza che, in tal modo, ha la possibilità di essere informata su una corretta alimentazione.

 

“Io non rischio”.

Il 14 e il 15 giugno la campagna informativa a Fermo

 

Nelle giornate 14 e 15 giugno, anche il Comune di Fermo ospiterà la campagna informativa nazionale “Io non rischio”.

 

L’evento, promosso dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile e organizzato con il concorso di Enti locali e Organizzazioni di Volontariato, si prefigge di informare la popolazione sui rischi naturali ed antropici che interessano il nostro Paese.

 

Nel contesto fermano saranno presenti i volontari dell’A.N.P.AS. (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), con il supporto degli esperti della Protezione Civile Comunale.

 

A Lido di Fermo verrà allestito uno stand con immagini illustrative e materiale informativo sulle norme comportamentali da adottare in caso di pericolo e sulla pianificazione di emergenza. Gli operatori saranno anche a disposizione per rispondere ad eventuali quesiti e curiosità.

 

I cittadini sono invitati a partecipare.

 

Bambini e adolescenti a Fermo.

Un convegno per ripensare la città

 

Come ripensare la città per favorire la crescita e la partecipazione. È questo l’importante obiettivo del convegno organizzato dal Comune di Fermo e dall’Ambito sociale XIX, con il supporto di numerose associazioni e delle Dirigenze Scolastiche della Città di Fermo. L’evento, in programma alla Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori per venerdì 13 giugno, avrà come momento collaterale un pomeriggio dedicato ai bambini e agli adolescenti: in Piazza del Popolo giochi e animazione a cura della Ludoteca Riù e di alcune associazioni sportive presenti a Fermo. A partire dalle 15 e 30 amministratori pubblici e rappresentanti delle istituzioni cittadine, educatori, uomini di cultura ed esperti di settore, si confronteranno al fine di raccogliere idee e proposte per una nuova progettazione partecipata della città. “Bambini e adolescenti a Fermo”, questo il titolo del convegno, rappresenterà un momento di iniziale approfondimento per iniziare a delineare il percorso che porterà Fermo a diventare una città più accogliente ed aperta alle necessità dei bambini ma anche degli adolescenti che oggi più di ieri vivono momenti di tensione e forti disagi esistenziali.

“Consapevole dell’importanza di riportare al centro dell’attenzione delle politiche delle città, i diritti dei bambini e degli adolescenti e, fra questi, il diritto all’esercizio della cittadinanza attiva, nella prospettiva di una rinnovata qualità della vita urbana, ambientale e sociale – spiega il Sindaco Nella Brambatti – la città di Fermo ha aderito al progetto nazionale “Città Amiche dei Bambini, delle Bambine e degli Adolescenti””. In particolare saranno al centro del dibattito di venerdì i principi, le azioni, le strategie e le buone prassi che le pubbliche amministrazioni sono chiamate a praticare e potenziare, anche grazie alla capacità di ascolto e partecipazione da riservare a quel popolo di bambini e adolescenti, del cui punto di vista, la società ha sempre più bisogno. Tre i relatori del convegno che sarà moderato dalla dott.ssa Daniela Alessandrini, dirigente del Settore Servizi Sociali. In apertura, dopo il saluto delle autorità, interverrà Italo Tanoni, Garante dell’Infanzia della Regione Marche che affronterà il tema “Il progetto città amiche dei bambini e degli adolescenti”. A seguire Beatrice Carletti, delle politiche sociali della Regione Marche, relazionerà su “Le politiche e gli investimenti regionali sull’infanzia e l’adolescenza”. Sarà poi Silvana Zechini, Assessore ai Servizi Sociali del Comune, a intervenire sui modelli operativi relativi agli spazi, ai tempi e alle relazioni educative nelle città. “Il convegno ha come specifica finalità prioritaria quella di riaffermare in città la cultura educativa in relazione ai bisogni dei bambini e degli adolescenti – sottolinea l’Assessore Zechini – In tal senso stiamo procedendo con un Protocollo d’Intesa con il Garante dell’Infanzia, Legambiente e Unicef sulle città amiche. In particolare il mio intervento verterà sull’attenzione per i loro spazi e tempi nelle relazioni educative. Nell’ambito di questa iniziativa ci saranno apporti di esperienze che stanno funzionando a Fermo e che costituiscono iniziative pilota: Psicologia Scolastica, Comunità Educante e Monte Pacini”.

Dalle 16.45 in programma la Tavola Rotonda con esperienze e proposte a confronto. La giornata di approfondimento è realizzata in collaborazione con Legambiente Marche – Onlus, Unicef, Ombudsman delle Marche, Save the Children, Ludoteca Riù, alcune associazioni sportive, con gli Assessorati allo Sport e alla Cultura del Comune di Fermo e soprattutto grazie alla partecipazione dei tre Dirigenti Scolastici della Città di Fermo, che saranno direttamente coinvolti, a partire dal prossimo anno scolastico, nella predisposizione delle elezioni dei rappresentanti dei ragazzi che andranno a formare la prima “Consulta giovanile” della nostra città.

La consulta potrà formulare proposte all’amministrazione comunale su argomenti e aspetti cittadini che interessano direttamente tutta la fascia giovanile e avrà il fine di sviluppare un nuovo protagonismo attivo.

Città amiche dei bambini
Città amiche dei bambini
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com