dalla Città

dalla Città

Lettera di Gaspari al Presidente del Consiglio sul  Ballarin

Prot. n° 033517 del 13 giugno 2014

Al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi
e-mail matteo@governo.it 

Oggetto: Segnalazione per pacchetto di misure denominato “Sblocca Italia”.

Gentilissimo Presidente,

nel nostro Comune non ci sono cantieri fermi o opere pubbliche abbandonate perché l’interesse dell’Amministrazione è sempre stato quello di perseguire la soluzione dei problemi dialogando con tutti gli enti e gli operatori coinvolti “prima” che il problema si presentasse.

Ed in questo senso la nostra segnalazione è relativa ad un “pericolo” più che ad un vero e proprio ostacolo.

Infatti nell’ambito della più ampia attività di pianificazione, sviluppo e riqualificazione del tessuto urbano, l’Amministrazione ha in animo da tempo di intervenire su di un manufatto, l’ex stadio comunale “F.lli Ballarin”, il cui stato è ampiamente dimostrato dalla documentazione fotografica; data la scarsità di risorse che caratterizza i bilanci delle amministrazione comunali, per l’attuazione dell’intervento riqualificativo si è cercato di ricorrere a fonti private, da ultimo con l’adozione dei PORU” (Programmi operativi di riqualificazione urbana) avvenuta con la deliberazione Consiglio Comunale n° 106 del 18.11.2013 e la successiva di Giunta Comunale n° 21 del 13.02.2014

La sola notizia apparsa sui giornali del possibile interesse di un privato ad intervenire sull’area ha attivato la competente Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche che, con nota acquisita al protocollo al n° 24022 del 19.04.2013, ha tenuto a precisare che lo storico stadio è “impianto di interesse sia per i caratteri intrinseci, quali la configurazione strutturale e lo sky-line della tribuna, che rimanda, come spirito progettuale e costruttivo a quella felice stagione dell’ingegneria italiana legata al Razionalismo, sia come valore di relazione con il contesto storico-collettivo e con l’attività agonistica locale.”.

Appare evidente il pregiudizio alla realizzazione dell’intervento che l’eventuale apposizione del vincolo, di difficile motivazione a parere di chi scrive, causerebbe.

In questi termini pertanto riteniamo opportuno segnalarLe il caso.

Cordialmente.

Il Sindaco
Giovanni Gaspari

 

Radio Deejay sbarca a San Benedetto del Tronto

14 giugno 2014

Radio Deejay sbarca a San Benedetto del Tronto

Lunedì 16 giugno la diretta live del programma “Coast to Coast” con dj Albertino e gli Asganaway 

 

Radio Deejay sceglie la spiaggia di San Benedetto del Tronto per la sesta tappa di “Deejay Coast to Coast”, il tour estivo che sta portando l’emittente radiofonica e i suoi speaker e dj’s in ben trenta città italiane.

 

Tutto è pronto per lunedì 16 giugno quando dj Albertino e gli Asganaway (Fabio Alisei, Paolo Noise e Wender) condurranno la diretta live del programma dal Giardino di zio Marcello dell’area ex camping sul lungomare Marconi.

 

Saranno due le ore di programma durante le quali si intervalleranno momenti musicali con quelli di interazione tra conduttori e pubblico. Verranno consegnati gadget e sarà possibile essere coinvolti nella diretta.

 

“E’ un’opportunità che non potevamo farci scappare – dichiara l’assessore alla cultura e turismo Margherita Sorge – ospitare la programmazione live di Radio Deejay, la radio italiana più ascoltata in Italia, significa veicolare turisticamente San Benedetto a livello nazionale sia attraverso la radio che i social network dell’emittente. Certa che la programmazione offerta nelle due ore live sarà un’ottima colonna sonora per i nostri gentili ospiti già presenti in città, invito tutti a partecipare all’evento”.

 

Ricordiamo che l’iniziativa, patrocinata dal Comune, è organizzata dalla Controcorrente srl e, ovviamente, da Radio Deejay. In caso di maltempo la carovana si trasferirà in piazza Giorgini.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com