dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

03 giu 2014
PROROGATA LA SCADENZA PER L’ACCESSO INTERNET NELLE PIAZZE DEI COMUNI MARCHIGIANI.

Su proposta dell’assessore regionale alle reti tecnologiche Paola Giorgi è stato prorogato al 30 giugno 2014 il termine ultimo per la presentazione delle domande per partecipare alla procedura di selezione per realizzare i servizi di accesso Internet nelle piazze dei Comuni marchigiani. “Abbiamo effettuato la proroga dei termini – ha dichiarato la Giorgi – perché alcuni Comuni marchigiani hanno manifestato l’esigenza di una proroga del termine di scadenza del bando perché coinvolti nelle recenti elezioni amministrative. Considerati i tempi necessari alla costituzione degli organi delle nuove Amministrazioni comunali le stesse, attraverso il termine del 30 giugno, possono definire in tempi utili l’elaborazione e la presentazione del progetto tecnico. E’ nostra intenzione volere una Regione Smart in tutti i territori e soprattutto intendiamo fornire uno strumento di socializzazione, comunicazione e sviluppo gratuito per le piazze delle piccole comunità. Ricordo che l’intervento, condotto con le risorse residue che il Fesr 2007/13, è complemento del Piano telematico regionale grazie al quale nei primi mesi del 2015 tutta la Regione Marche sarà coperta dal servizio internet veloce. Nelle Marche è stata già realizzata una dorsale in fibra ottica di 750 chilometri e la scelta della valorizzazione del policentrismo della nostra regione, della ricchezza e bellezza dei nostri territori necessita interventi specifici che la Regione sta mettendo in campo con una grande attenzione allo sviluppo, alla competitività e attrattività dei nostri territori”. L’obiettivo dell’intervento è di creare le condizioni per offrire l’accesso gratuito a internet nelle piazze dei comuni marchigiani attraverso un sistema di hot spot wireless, che favorisca l’inclusione e l’animazione digitale dei cittadini e dei visitatori. Il contributo pubblico è pari all’80% della spesa ammissibile. Sono ammissibili i progetti che prevedono la realizzazione di un’infrastruttura di rete Wi-Fi, progettata per offrire a ciascun utente connesso un quantitativo giornaliero per la navigazione ed è garantito l’accesso illimitato per i servizi comunali/provinciali/regionali. Le Marche hanno raggiunto il 98 per cento della capacità di banda larga e si pone tra le regioni maggiormente infrastrutturate dal punto di vista telematico. Una scelta strategica di fondamentale importanza per la Macroregione Adriatico Ionica che la Regione intende contribuire a realizzare, supportando la sua costruzione con tutte le dotazioni necessarie. Nella fase della nuova programmazione 2014/2020 dei Fondi strutturali europei, grande rilevanza viene data al tema dell’agenda digitale, per accrescere ulteriormente la capacità di connessione di tutti i territori.

Per info sulla nuova scadenza del bando è possibile consultare: www.regione.marche.it oppure http://www.ecommunity.marche.it/pianotelematico/Bandieavvisi.

InnovAttori, nuove sfide e opportunità dall’Europa

InnovAttoriInnovAttori

GIOVEDI’ PROSSIMO A CIVITANOVA MARCHE AL VIA “INNOV-ATTORI”:

NUOVE SFIDE E OPPORTUNITÀ DALL’EUROPA

 

Dal cinque al sette giugno prossimi presso il Polo di Istruzione superiore Leonardo da Vinci di Civitanova Marche, la Regione, con la collaborazione dell’Agenzia sviluppo Marche, ha organizzato “INNOV-ATTORI”: Nuove sfide e opportunità dall’Europa. Una tre giorni dedicata alle politiche per la ricerca e l’innovazione da attuare con i fondi europei fino al 2020. All’appuntamento è prevista, tra gli altri, la partecipazione del ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, Stefania Giannini, del presidente Gian Mario Spacca, dell’assessore alle Attività produttive, Sara Giannini, di rappresentanti della Commissione europea, dell’Agenzia per la promozione della ricerca europea (Apre), dei Ministeri dello Sviluppo economico e dell’Istruzione, Università e Ricerca, delle Regioni Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Puglia, delle quattro Università delle Marche e di numerosi operatori internazionali. Oltre a workshop, tavole rotonde, incontri bilaterali, verrà allestita anche un’area espositiva in cui le imprese presenteranno i risultati dell’attività di ricerca  e sviluppo. L’evento è interamente finanziato con risorse Ue nell’ambito dei progetti Wider, See_innova, Innovage, Netage e Next.

Clicca l’allegato

 PROGRAMMA DETTAGLIATO INNOV-ATTORI A3

 

E’ arrivata la Pet, il Piceno ha vinto questa sfida. Il commento di Spacca

 

Massimo Del Moro © www.ilmascalzone.itMassimo Del Moro © www.ilmascalzone.it

ASCOLI PICENO, 2014-06-03 – All’Ospedale Mazzoni questa mattina alle 6 è arrivata la PET. Medici, operatori e staff tecnico hanno accolto l’importante e voluminoso macchinario da installare nei nuovi locali già appositamente ristrutturati, ampliati e messi a norma.

Si inizia a concretizzare il progetto di installazione di una PET/TAC che ha radici nella prima gestione del Dott. Del Moro nel 2010, quando furono gettate le basi del rinnovo dell’U.O. di Medicina Nucleare, con l’implementazione delle tecnologie e in particolare con il “progetto PET”.

Il vecchio progetto è stato ottimizzato e rinvigorito dall’attuale Direzione ASUR per la funzione strategica dell’Area Vasta 5 al confine sud delle Marche.

Dall’arrivo del Dott. Del Moro, nel febbraio 2014, in quattro mesi, la tanto attesa apparecchiatura è stata ordinata e consegnata per l’immediato montaggio.

Nel mese di luglio inizieranno i primi test di prova per la messa a punto della PET/TAC e delle attrezzature correlate, con l’intervento dello staff medico e tecnico della Medicina Nucleare, della Fisica Sanitaria, dell’Ingegneria Clinica e dell’Ufficio Tecnico.

Nel frattempo la Direzione dell’Area Vasta ha provveduto ad attivare l’assunzione di personale sia medico che tecnico già formato, e che opererà sotto la direzione del direttore, Dott. Alfonso Berbellini, che vanta una consolidata esperienza in materia.

L’attività diagnostica si prevede possa iniziare dopo l’estate e andare a regime il prossimo quarto trimestre 2014.

L’attivazione della PET si inserisce quindi in un più ampio progetto di rinnovamento tecnologico attivato dall’attuale direzione dell’AV 5, nell’ambito dell’integrazione dei presidi ospedalieri di Ascoli e San Benedetto del Tronto per migliorare l’offerta sanitaria del territorio e garantire il completamento dei percorsi onco-ematologici.

l'arrivo della Pet

l’arrivo della Pet

Pet all’ospedale di Ascoli, il presidente Spacca: “Confermata la serietà del percorso della Regione verso il Piceno”

 

“L’arrivo della Pet all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, questa mattina, è la conferma della serietà del percorso che la Regione sta attivando verso il Piceno e in particolare verso i bisogni di salute dei cittadini. Avevo personalmente annunciato, due settimane fa nel corso degli Stati generali della Sanità del Piceno a Castel di Lama, che la Pet sarebbe arrivata all’ospedale di Ascoli, seguendo la programmazione stabilita, e così è stato. La Pet rappresenta un requisito essenziale nei percorsi oncologici ed è stata resa possibile grazie a risorse della Regione Marche per 3,5 milioni di euro. Il governo regionale è impegnato nella sua azione di governo perché ogni cittadino, in qualunque territorio sia, abbia la medesima attenzione e livello di assistenza. Quanto sta facendo per la sanità picena lo dimostra”. Così il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, commenta la notizia dell’arrivo della Pet, oggi, al Mazzoni di Ascoli Piceno.

 

l'arrivo della Pet

l’arrivo della Pet

Futura Festival 2014, a Civitanova dal 25 luglio al 3 agosto

Futura Festival_un momento della presentazione: Troli, Marcolini, SilenziFutura Festival_un momento della presentazione: Troli, Marcolini, Silenzi

DALLE RADICI DEL PRESENTE ALLA RICERCA DEL FUTURO Futura Festival 2014, dieci giorni tra grandi ospiti e temi di forte impatto culturale.

ANCONA, 03 giu 2014  – Zygmunt Bauman, Derrick De Kerckhove, George Ritzer, Domenico De Masi, Luciano Canfora, Alessandro Bergonzoni, Ernesto Galli Della Loggia, Luigi Zoja. Sono alcuni protagonisti della seconda edizione di Futura Festival 2014, al via dal 25 luglio al 3 agosto, a Civitanova Marche, presentata questa mattina in Regione dall’assessore regionale alla Cultura Pietro Marcolini, dal suo collega provinciale Massimiliano Bianchini, dall’assessore alla Cultura e al Turismo di Civitanova Giulio Silenzi, dalla presidente TdC Rosetta Martellini, dal direttore artistico Gino Troli, da Massimo Arcangeli, coordinanatore di sezione, e da Pierluigi Mingarelli, direttore Laboratorio Scienze Sperimentali di Foligno. “Futura è una riflessione su scienza, filosofia e cultura – esordisce Marcolini – che si avvale, peraltro, del gemellaggio con la festa di Scienza e Filosofia di Foligno: unione che innesca un’alleanza interregionale fondata sulla collaborazione e condivisione degli appuntamenti culturali e anticipa la maggiore integrazione territoriale che avverrà con la nuova viabilità grazie alla Quadrilatero. È un evento caratterizzato da una discussione partecipata e consapevole: non si tratta di spettacolarizzazione e presenza di filosofi famosi attraverso il mezzo televisivo, ma di una riflessione fortemente radicata alla preparazione di un dibattito locale, regionale. Il pubblico viene preparato alla discussione e conosce le tematiche, con Futura viene quindi riprogrammata la vita culturale stessa di Civitanova Marche. L’appuntamento mette insieme turismo, economia e cultura con una riflessione sui temi trattati che risale ai mesi precedenti al festival e lascia lavoro alle direzioni didattiche e ai circoli culturali della città”.

La manifestazione è un viaggio tra passato, presente e futuro: quod fuit, quod est, quod futurum est, come Seneca definì nel De Brevitate Vitae le fasi dell’esistenza umana. Le sue sezioni hanno i nomi di grandi classici della letteratura, da cui partire per immaginare il domani tra radici storiche e scenari possibili. “È un festival che guarda ai contenuti, tutti di alta qualità – afferma Silenzi – e al rigore finanziario”. Grandi figure del pensiero e intellettuali di ogni settore con alcuni dei principali protagonisti del lavoro preparatorio del prestigioso appuntamento mondiale, si confrontano sulle prospettive di un futuro che è già cominciato. “Civitanova attraversa una fase di splendore dal punto di vista culturale – dice Martellini -, partendo da Civitanova Danza ci sono tanti nuovi progetti partiti lo scorsi anno e che oggi sono stati tutti confermati, tra cui Futura”. Tante le sezioni previste in questa edizione, ognuna legata ad un tema classico, rivisitato in una chiave di reinterpretazione alla luce dell’attuale dibattito culturale e delle varie discipline che si occupano di definire, ciascuna secondo il suo statuto e la sua epistemologia, le linee possibili del mondo di domani. Questi i titoli principali: Guerra e pace, Padri e figli/I vecchi e i giovani, Radici, Alla ricerca del tempo perduto, La buona terra/I nutrimento terrestri, Le città invisibili/Il pianeta irritabile, The soft machine, Les mots et les choces, L’uomo in rivolta, Vaghe stelle dell’Orsa, Futura di marca. A delineare il quadro degli ospiti e lo sviluppo dei temi del Festival sono nomi autorevoli e rappresentavi delle rispettive discipline di riferimento: il linguista Massimo Arcangeli, il biologo Edoardo Boncinelli, la giornalista ed editore Valentina Conti, lo scrittore Paolo Di Paolo, il critico letterario Filippo La Porta, il critico cinematografico e autore televisivo Italo Moscati. “Futura si incrocia con Civitanova Danza – dichiara Troli – e dedica due serate speciali a questo grande festival che il 28 e 29 luglio propone a Civitanova i Momix. Non solo, durante la manifestazioni ci saranno anche delle anticipazioni sui grandi temi dell’expo 2015 con l’intervento di Claudia Sorlini, presidente del comitato scientifico Expo2015 del Comune di Milano”. Futura ha una nuova struttura e un ambito cronologico di dieci giorni, con tre fasce orarie quotidiane, sia pomeridiane che serali. Gli spazi sono quelli già individuati nella passata edizione, con alcune novità. La formula, anche quest’anno, prevede l’alternanza di lezioni, interviste, dibattiti, mostre e spettacoli. “Anche i social svolgono un ruolo importante – sottolinea Arcangeli – e in questa edizione sono stati lanciati due contest su twitter e Instagram dedicati a Leopardi. In due mesi sono già 20mila i tweet arrivati”. Il 29 giugno, data di nascita del poeta di Recanati, prende il via l’ultimo premio “M’è dolce il cinguettar…”, realizzato anche questo con il blog ‘Scritture Brevi’, di Francesca Chiusaroli, docente di Linguistica generale dell’Università di Macerata, e Fabio Massimo Zanzotto, docente di Ingegneria informatica dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Futura è il Festival del Comune di Civitanova Marche, organizzato dall’Azienda Speciale Servizi Cultura e Spettacolo Teatri di Civitanova.
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com