dalla Cna Ap

dalla Cna Ap

CNA DI ASCOLI: ANCHE NEL PICENO PROROGATA LA SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO DELLE RATE DEI PRESTITI EROGATI ALLE IMPRESE DALLE BANCHE

Nella nostra provincia i settori che hanno maggiormente usufruito di questo strumento sono stati quelli del commercio e alberghiero

 

ASCOLI PICENO – Sospensione del pagamento dei finanziamenti accesi da artigiani e Pmi prorogato a fine anno. Soddisfazione della Cna di Ascoli per il prolungamento dei termini dell’Accordo per il credito 2013, relativo alle domande di sospensione dei debiti delle imprese. L’attuale monitoraggio dell’Abi rileva 25.539 richieste accolte per un controvalore di 9,6 miliardi di euro e una liquidità a disposizione delle Pmi di 1,1 miliardi. “Le condizioni del nostro tessuto produttivo – spiega Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli – richiedono di evitare discontinuità in questa delicata fase di sia pur lentissimo avvio della ripresa, fissando la nuova scadenza a fine anno rispetto a quella prevista del 30 giugno scorso”.

I contenuti principali dell’accordo restano immutati: sospensione per 12 mesi della quota capitale delle rate dei mutui, anche se agevolati o perfezionati tramite il rilascio di cambiali; sospensione per 12 ovvero per 6 mesi della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing, rispettivamente immobiliare o mobiliare;allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento e comunque non oltre 3 anni per i mutui
chirografari e a 4 anni per quelli ipotecari; allungamento fino a 270 giorni delle scadenze delle anticipazioni bancarie su crediti per i quali si siano registrati insoluti di pagamento; allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario.

Un provvedimento vitale per molte nostre imprese – aggiunge Francesco Balloni, direttore della Cna di Ascoli – se si pensa che sul fronte del credito, in appena 3 anni la concessione di prestiti alle imprese è calata del 15 per cento. La Cna ha infatti stimato che nel 2010 sono stati erogati prestiti per un importo pari a 6.750 milioni di Euro, mentre nel 2013 ne sono stati erogati per un importo di 5.787 milioni”. “In un momento il cui l’accesso al credito continua ad essere un nervo scoperto in seno al nostro sistema produttivo – spiega Massimo Capriotti, direttore provinciale di Fidimpresa Marche – il Confidi 107 del sistema Cna, attivo nella nostra provincia, continua a dare risposte alle numerose imprese del territorio. La prosecuzione di questo ulteriore strumento non potrà fare altro che dare respiro e soprattutto speranza alle imprese”.

Sempre secondo i dati dell’Abi elaborati da Cna Picena, nella provincia di Ascoli, la distribuzione delle domande accolte per attività economica è la seguente: il 27% delle domande è riferito ad imprese del settore commercio e alberghiero; il 16,8% delle domande è riferito ad imprese del settore industria; il 17,8% delle domande è riferito ad imprese del settore edilizia e opere pubbliche; il 6,8% delle domande è riferito ad imprese del settore artigiano; il 6,2% delle domande è riferito ad imprese del settore agricoltura; il restante 25,4% agli altri servizi.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com