La Necropoli orientale di Suasa

La Necropoli orientale di Suasa

Il culto dei morti nel mondo romano

Giovedì 24 luglio, ore 18.00

Parco Archeologico di Suasa Pian Volpello (Castelleone di Suasa. AN)

A cura di Consorzio Città Romana di Suasa

Comune di Castelleone di Suasa

Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche

Dipartimento di Storia Culture Civiltà. Sez. Archeologia. Università di Bologna

 

Castelleone di Suasa – Le sepolture degli antichi romani disposte fuori dall’area urbana disegnavano il confine di una vera e propria città dei morti, che aveva luoghi, regole e culti caratteristici della società romana antica. Le differenze tra le tombe monumentali e quelle più umili, i resti delle sepolture con i loro corredi, le inumazioni e gli incinerati sui letti funebri, i cippi funerari iscritti, i resti delle offerte legate al culto dei morti ci narrano molto anche della società dei vivi. Grazie alle più moderne metodologie di ricerca, come la fotografia aerea e le indagini geofisiche, e solo per mezzo di uno scrupoloso scavo stratigrafico, è stata riportata in luce dagli archeologi dell’Università di Bologna una nuova area di sepolture romane lungo una delle strade che conduceva alla città, l’antica via Salaria Gallica. Nel pomeriggio del prossimo giovedì 24 luglio, alle ore 18,00, presso il Parco Archeologico di Suasa a Pian Volpello, ai piedi dell’odierno abitato di Castelleone nella valle del Cesano, si terrà una presentazione dei risultati delle recenti indagini dell’ateneo bolognese nell’area della Necropoli Orientale. Sarà possibile osservare gli archeologi al lavoro, verrà mostrata una sepoltura con il suo corredo in corso di scavo e verranno illustrate alcune delle attività che più caratterizzano il culto dei morti nel mondo romano, come le libagioni rituali. Subito dopo, alle ore 19,00, si terrà una degustazione di vini e di altri prodotti del territorio, mentre alcuni giovani archeologi si metteranno a disposizione per una visita guidata all’area del Foro e della Strada basolata Parco Archeologico. Qualora il maltempo lo rendesse necessario l’attività si svolgerà presso il Museo Archeologico di Castelleone di Suasa.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com