Ultimo appuntamento con le aperture serali del Teatro della Fortuna

Ultimo appuntamento con le aperture serali del Teatro della Fortuna

TEATRO DELLA FORTUNA | FANO

GIOVEDÌ 31 LUGLIO ULTIMO APPUNTAMENTO CON LE

APERTURE SERALI

Fano (PU) – Giovedì 31 luglio, ultimo appuntamento con le aperture serali del Teatro della Fortuna. Dalle 20.30 alle 22.30 (ingresso libero), sarà possibile visitare i foyer del pian terreno e la sala grande del Teatro cittadino, gioiello del neoclassicismo, che ha ripreso la sua attività nel 1998, dopo circa cinquanta anni di chiusura per i danni procurati dall’ultimo conflitto mondiale.

I visitatori potranno accedere agli spazi del piano terra del teatro, i due ampi foyer intitolati ad illustri concittadini, l’attore Ruggero Ruggeri e il direttore d’orchestra Franco Capuana, e la Sala Poletti, neoclassica sala degli spettacoli, dotata di tre ordini di palchi a sporgenze degradanti percorsi da alte colonne con capitello corinzio e uno spazioso loggione coronato da statue raffiguranti la Commedia e la Tragedia.

Le aperture serali sono un’iniziativa del personale della Fondazione Teatro che accoglie i visitatori per raccontare la storia del passato e del presente di uno dei più bei teatri marchigiani. Cominciata un po’ in sordina lo scorso anno, quasi come un esperimento, si è poi rivelata di altissimo gradimento da parte di tanti cittadini e di tutti i turisti che in questo modo hanno avuto la possibilità di visitare il teatro fanese, eretto tra il 1845 e il 1863 su progetto dell’architetto modenese Luigi Poletti, a sostituzione dell’antico teatro omonimo costruito dal famoso scenografo e scenotecnico fanese Giacomo Torelli tra il 1665 e il 1677.

Come già accaduto, oltre i tanti apprezzamenti lasciati da fanesi e forestieri, c’è stato anche qualche “obolo”. Lo scorso anno furono francesi e tedeschi a lasciare qualche euro “per il teatro”, quest’anno è stata la volta di italianissimi milanesi che hanno voluto lasciare 10 euro per i “dipendenti del teatro” come ringraziamento per la gradita iniziativa. Un gesto che fa sperare in un futuro migliore, molto apprezzato dai dipendenti di turno che, a loro volta, hanno lasciato i 10 euro alla Fondazione. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com