dalla Fidal

dalla Fidal

OLIMPIADI GIOVANILI, BRANDI IN GARA NELLA MARCIA
Il fabrianese della Sport Atletica Fermo impegnato sui 10.000 metri a Nanchino (Cina)

Un atleta marchigiano si prepara a scendere in pista nei Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino, in Cina. Sui 10.000 metri di marcia, con partenza alle ore 13.05 italiane (19.05 locali) di domenica 24 agosto, toccherà infatti a Giacomo Brandi. Il fabrianese che difende i colori della Sport Atletica Fermo ha conquistato la qualificazione nei Trials europei di Baku (Azerbaigian) a fine maggio, poi si è laureato campione italiano allievi a Rieti. Non ha ancora compiuto 16 anni, perché è nato il 10 settembre 1998, ma in questa stagione è stato anche terzo sui 5000 metri nella rassegna tricolore al coperto under 18 di Ancona. Si allena prevalentemente a Senigallia sotto la guida tecnica di un grande interprete del tacco e punta come Carlo Mattioli, quinto nella 20 km all’Olimpiade di Los Angeles nel 1984. Il record personale di Brandi è 44’21”81 realizzato lo scorso 10 maggio a Macerata. Nella competizione a cinque cerchi in Cina troverà otto avversari con un accredito migliore, mentre al comando della lista c’è il peruviano Cesar Rodriguez (41’57”90). Diretta video sul web all’indirizzo nanjing.ovp.olympic.tv disponibile anche sull’app Olympic TV per iOS e Android.

ISCRITTI E RISULTATI: http://result.nanjing2014.org/IRS/ENG/AT/ATR173A_YO2014ATM093101ENG.htm

FOTO OLIMPIADI GIOVANILI
Giacomo Brandi (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Campionati-Italiani-Allievi-Rieti-2014-giornata-1/_97Q8835.jpg



EUROPEI PARALIMPICI, KOUTIKI E LEGNANTE D’ORO
A Swansea (Gran Bretagna) lo sprinter prevale nei 400 metri, la lanciatrice domina peso e disco

da sx Koutiki, Legnante, Ficerai
da sx Koutiki, Legnante, Ficerai

Tre ori marchigiani nei Campionati europei Ipc di atletica paralimpica a Swansea (Gran Bretagna). Sui 400 metri T20 Ruud Koutiki porta a termine una gara entusiasmante con il primato personale di 49”73 (record italiano Fisdir), battendo sul traguardo il rivale di sempre, lo spagnolo Dionibel Rodriguez che per 9 centesimi di secondo si deve accontentare dell’argento. Lo sprinter 24enne di Maltignano (AP) raggiunge così la quota di 9 medaglie in carriera negli eventi internazionali: quest’anno aveva già vinto l’oro dei 400 negli Europei Inas, la rassegna continentale per atleti di alto livello con disabilità intellettivo-relazionale, ma anche tre podi nei Mondiali indoor con due ori (60-200) e un argento (400). Tesserato per l’Asa Ascoli Piceno, viene seguito negli allenamenti da Mauro Ficerai, che da quest’anno è il referente tecnico nazionale della Fisdir, la Federazione italiana sport per disabili intellettivo-relazionali, oltre che fiduciario tecnico per il Comitato regionale Fidal Marche. “Per me è una grande soddisfazione – commenta Koutiki – è la prima vittoria in una manifestazione Ipc, sono molto felice. Ringrazio il mio allenatore Mauro, tutti gli amici della Fidal e Carlo, il fisioterapista della Nazionale, che mi ha caricato prima della gara. Voglio dedicare questa medaglia alla mia nonna scomparsa pochi giorni fa. In gara pensavo a controllare lo spagnolo Rodriguez e l’ucraino Bilenko, poi all’ultima curva ho sentito che potevo dare ancora di più”. Koutiki, di origine congolese (nato a Brazzaville) ma italiano a tutti gli effetti, ha messo in campo tutto il suo formidabile talento da velocista per ipotecare obiettivi ancora più grandi: “Il mio progetto più importante è la Paralimpiade di Rio de Janeiro nel 2016, se riuscirò a partecipare”.

Alla sua prima competizione continentale, non ha rivali Assunta Legnante che si aggiudica due titoli, nel getto del peso e nel lancio del disco F11 (in questo caso accorpato alla categoria F12). La fuoriclasse napoletana, però marchigiana di adozione visto che risiede a Potenza Picena, realizza una serie di misure inavvicinabili da parte delle avversarie e fa tripletta del metallo più prezioso nel peso con 16.84, dopo aver dominato la Paralimpiade di Londra 2012 e i Mondiali di Lione 2013. Poi nel disco agguanta l’oro al primo lancio con 1068 punti e la misura di 29.91, a cui seguono 4 nulli e un discreto 29.28 all’ultimo tentativo: “Non ho lanciato bene, comunque sono arrivate le vittorie. C’è da lavorare ancora tanto, ma il gruppo di questa Nazionale è ottimo e il futuro lo sarà altrettanto. Se continuiamo a promuovere il nostro sport, più ragazzi verranno a fare atletica e nasceranno altri campioni”. Nelle manifestazioni paralimpiche sia Koutiki che la Legnante gareggiano per l’Anthropos Civitanova Marche del presidente Nelio Piermattei.

RISULTATI: http://www.paralympic.org/swansea-2014/schedule-results

FOTO EUROPEI PARALIMPICI

(foto di Giancarlo Colombo/FIDAL)

Ruud Koutiki: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Koutiki_Swansea2014.jpg
Assunta Legnante: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Legnante_Swansea2014.jpg
Ruud Koutiki, Assunta Legnante e Mauro Ficerai: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Koutiki_Legnante_Ficerai_Swansea2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com