Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 19:31 di Mer 17 Lug 2019

DISSESTO IDROGEOLOGICO: SUMMIT IN REGIONE

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Paola Giorgi

image_pdfimage_print

ANCONA, 05 ago 2014

L’assessore Giorgi: ”Aperto un confronto con le istituzioni competenti per condividere programmi e soluzioni ai problemi”.

Si è svolto ieri, presso la sala operativa della Protezione Civile, l’incontro, voluto dall’ assessore regionale alla Protezione Civile e Difesa del suolo Paola Giorgi, sulla tematica del dissesto idrogeologico. “Abbiamo inteso – spiega Giorgi – aprire un confronto con le istituzioni che, accanto alla Regione, agiscono sul territorio regionale sul tema al fine di condividere le linee programmatiche che la Regione ha posto in essere in questo ultimo anno, a partire dalla nuova normativa in merito alla manutenzione dei fiumi che permette la valorizzazione del materiale litoide. Mettiamo inoltre a fattor comune esperienze e buone pratiche che ognuno degli attori sta portando avanti. L’incontro è stato importantissimo anche per condividere le difficoltà, quasi sempre di natura burocratico – amministrativa, che gli tutti gli Enti riscontrano, al fine di trovare soluzioni atte a snellire i procedimenti, anche se, chiaramente, i principali provvedimenti di natura legislativa in questo ambito competono al Governo centrale, a cui torneremo ancora a rivolgerci per chiedere soluzioni che permettano la rapida fattibilità degli interventi”.


Al tavolo, con l’assessore Giorgi, oltre al direttore della Protezione Civile Regionale Roberto Oreficini e il dirigente del servizio Infrastrutture della Regione Marche Mario Pompei, hanno preso parte rappresentanti delle Prefetture, delle Provincie, il Corpo dei Vigili del Fuoco, il Corpo Forestale dello Stato e l’Arpam. Si è deciso di procedere attraverso incontri più ristretti in ambito territoriale provinciale coinvolgendo anche il Consorzio di Bonifica Regionale quale ente preposto ad agire sul reticolo idrografico inferiore. Sarà attiva anche una nuova operazione di formazione nei Comuni per accrescere la cultura della prevenzione e la responsabilizzazione di ognuno su questa tematica di grande attualità, considerata la fragilità del territorio e le condizioni metereologiche che sempre più spesso mostrano eventi in precedenza non riscontrabili.

© 2014, Redazione. All rights reserved.




5 Agosto 2014 alle 15:46 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata