Fermo: 4a edizione del Tangram Festival

Fermo: 4a edizione del Tangram Festival

 

Sul palco i vincitori del contest musicale e il cantautore Nicolò Carnesi. Incontri, proiezioni, concerti ed esibizioni.

FERMO – Sta per avere inizio il Tangram Festival, organizzato dall’associazione giovanile T.i.e.f.- Terra Impegno e Futuro, che quest’anno è alla sua quarta edizione. Dal 3 al 7 settembre a Fermo il Festival offrirà al suo pubblico non solo concerti ed esibizioni, come è suo solito, ma anche un ricco programma di incontri ed eventi ad ingresso libero, che si svolgeranno in diversi spazi cittadini ricchi di fascino e di storia

La Tangram Week partirà mercoledì 3 settembre alle Piccole Cisterne Romane dove, alle 18:15, sarà presentato il progetto cofinanziato dalla Regione Marche, Assessorato alle Politiche Giovanili e del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale,“Tangram Mosaico di Convivenza”, che ha visto la partecipazione e la collaborazione delle associazioni CVM, LumbeLumbe, Artime, Smilax Nova e la Casa di mattoni. A seguire sarà inaugurata la mostra fotografica “Prati di Caprara” ad opera della fotografa Simona Hassan. La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dalle 16:00 alle 20:00 durante la settimana del festival, fino alla domenica sera.

Giovedì 4 settembre, ancora nella location delle Piccole Cisterne Romane, alle 18:15,discussione sulla tratta di esseri umani con l’associazione On The Road e proiezione del documentario “Schiavi” di Giuseppe Laganà, con la storia di “Miss Lagos”, detta così per la sua bellezza, una piccola regina ridotta in schiavitù nell’inferno della prostituzione. 

Venerdì 5, sempre alle Piccole Cisterne Romane, dalle 18:15, proiezione dei video partecipanti al concorso di cortometraggio “Mosaico di Convivenza” e proclamazione del video vincitore.

Da sabato 6 settembre si passerà al Cortile Don Ricci dove avrà inizio il Tangram Festival con lo spazio dedicato alla musica che sarà aperto dagli Shell Collector, gruppo vincitore del contest musicale “Mosaico di Convivenza”. A seguire le esibizioni dei Versailles, con il loro sound dark-wave pesarese, e del noto cantautore siciliano, Nicolò Carnesi, attualmente in promozione con il suo secondo album “Ho una galassia nell’armadio”, molto apprezzato dalla critica.

Domenica 7 settembre l’attenzione si sposterà sul tema delle integrazioni di frontiera quando, alle 17:30, al cinema Sala degli artisti sarà proiettato il documentario “Eu 013 L’ultima frontiera”, il primo documentario girato all’interno dei CIE (Centri di identificazione ed espulsione). Interviene la giornalista Raffaella Cosentino, coautrice del documentario e finalista del Premio Ilaria Alpi 2014.

 

Il Festival si chiuderà al Cortile Don Ricci con i concerti del duo maceratese The Clothes e dei Gazebo Penguis di Coreggio (RE), tra le band di riferimento della scena post-hardcore italiana.

Entrambe le serate al Cortile Don Ricci, ad ingresso libero, vedranno l’apertura alle ore 19:00 di stand gastronomici e l’inizio dei concerti alle 21:00 e lo spazio sarà arricchito da una pesca di beneficenza e da bancarelle con prodotti artigianali. Come per le precedenti edizioni, il ricavato delle serate sarà devoluto in beneficenza al CVM, Comunità Volontari per il Mondo, per il finanziamento di progetti di costruzione e manutenzione di pozzi d’acqua potabile in Etiopia.

clicca il Programma allegato

programmaonline

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com