Dalla Guerra alla Pace: il ruolo dell’Europa negli ultimi 70 anni

Dalla Guerra alla Pace: il ruolo dell’Europa negli ultimi 70 anni

AICCRE MARCHE

12 settembre a Gradara per parlare di storia della ricostruzione e di Europa

 

 

Gradara – Dalla Guerra alla Pace: il ruolo dell’Europa negli ultimi 70 anni” è il titolo di un Convegno in programma a Gradara il 12 settembre, con inizio alle ore 16,30, presso il Teatro Comunale, promosso dall’Aiccre Marche – Associazione dei Consigli dei Comuni e delle Regioni d’Europa con la collaborazione del Comune di Gradara, del Consiglio Regionale delle Marche, di Europe Direct Marche e del Consolato Onorario della Repubblica di Polonia.

Si tratta di una iniziativa che intende valorizzare il ruolo delle comunità locali all’interno del processo di costruzione e realiz­zazione dell’Unione Europea, partendo proprio dalle vicende che ci hanno visto protagonisti della liberazione dall’occupazione nazifascista. Quest’anno, infatti, ricorrono i 70 anni dalla liberazione avvenuta grazie al sacrificio di migliaia di combattenti del II Corpo d’Armata Polacco, dalle truppe alleate e dalla popolazione che attraverso la partecipazione alle formazioni partigiane e alla lotta spesso umile e silenziosa nei campi e nei villaggi della nostra Regione, hanno reso possibile la fine della dittatura e la nascita di una nuova stagione di pace, di cooperazione e di sviluppo, anche grazie alla convinta adesione al processo di costruzione dell’Europa Unita.

Per celebrare questo episodio della nostra storia recente, dal 18 giugno al 2 settembre , da San Benedetto del Tronto e, Comune dopo Comune verso nord, fino a Pesaro e Gradara, si sono susseguiti eventi per ricordare queste pagine e rafforzare i valori che proprio dalle hanno consentito di dare vita a un nuovo modello di convivenza tra i popoli.

 

Il programma del Convegno prevede la presentazione di un Reportage sulle manifestazioni svolte per celebrare i 70 anni della Liberazione delle Marche, seguita da comunicazioni e dagli interventi di Aldo Amati e del Prof. Marcello Pierini.

Al termine, una performance musicale dell’arpista Prof.ssa Monica Marcolini.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com