A Don Ciotti il premio “Paesaggi di pace”

A Don Ciotti il premio “Paesaggi di pace”

La commissione ha deciso di premiare l’Associazione Libera. Venerdì 31 ottobre la consegna nell’Aula Magna dell’Università di Macerata

Macerata – E’ stato assegnato al presidente di Libera Don Luigi Ciotti il premio “Paesaggi di pace” dedicato all’ingegner Alvaro Polci e promosso con il patrocinio di Festival Europeo della Via Francigena, Università di Macerata, Legambiente, Gianfranco Imperatori Onlus, Symbola e Paesaggi di pace.

 

La Commissione ha preso all’unanimità la decisione di premiare l’Associazione Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, per l’attività costantemente svolta, per il rigore espresso e per l’approccio di sistema applicato nella valorizzazione di territori, paesaggi e persone. Ad esempio, il mondo di “Libera Terra” è impegnato nel “dare dignità ai territori caratterizzati da una forte presenza mafiosa, attraverso la creazione di aziende cooperative autonome, autosufficienti, durature, in grado di dare lavoro, creare indotto positivo e proporre un sistema economico virtuoso, basato sulla legalità, sulla giustizia sociale e sul mercato”. Uno sforzo costante anche riconosciuto dalla menzione recentemente ottenuta per il “Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa” con il progetto: “La rinascita dell’Alto Belice Corleonese dal recupero delle terre confiscate alla mafia”. Tale progetto è stato inizialmente selezionato dalla Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanea del Ministero per i beni e le attività culturali per “l’eccellenza del metodo su cui si fonda, conforme ai principi enunciati dalla Convenzione Europea del Paesaggio e rispondente ai criteri indicati dal Consiglio d’Europa: sostenibilità, esemplarità, partecipazione, sensibilizzazione”.

 

La commissione giudicante è composta da Fabrizio D’Amico accademico, critico e storico dell’arte; Italo Governatori, generale B. (Aus.) dei Carabinieri, presidente dell’associazione Lumbe lumbe Onlus; Luigi Lacchè, rettore dell’Università di Macerata; Tullio Pericoli, pittore, premiato nel 2012; Sandro Polci direttore del Festival Europeo della Via Francigena; Fabio Renzi segretario generale di Symbola, Fondazione per le Qualità Italiane; Nino Ricci, pittore, premiato nel 2011;Sergio Valzania vice direttore Radio Rai premiato per l’edizione 2013.

Il Premio sarà consegnato a Don Luigi Ciotti – sacerdote molto attivo nel sociale, fondatore del Gruppo Abele, d’aiuto ai tossicodipendenti e alle varie dipendenze, quindi dell’Associazione Libera – venerdì 31 ottobre nel corso di un incontro pubblico che si svolgerà a partire dalle ore 16.30 nell’Aula Magna dell’Università di Macerata. Il premio, dedicato ad Alvaro Polci, ingegnere e pensatore prematuramente scomparso, è un’opera d’arte realizzata dall’artista francese Wladimir Vinciguerra, ideatore del Progetto “Elmetti di Pace”, che viene consegnato, di anno in anno, da vincitore a vincitore.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com