Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 12:22 di Mer 17 Lug 2019

Agricoltura, Salute e Sicurezza: conferenza di Giorgio Cantelli Forti all’UniUrb

di | in: A...gricoltura, In...form@zione In...sicurezz@

UniUrb

image_pdfimage_print

Giovedì 30 ottobre la Conferenza di Giorgio Cantelli Forti su Agricoltura, salute e sicurezza”. Alle ore 15 nell’Aula Magna del Rettorato

 

 

Urbino – Il Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Ateneo ospita il professor Giorgio Cantelli Forti (Bentivoglio, 1944) Ordinario di Farmacologia e Farmacoterapia all’Università di Bologna.

Dal 1975 al 1978 “Senior Research Associate” presso il Department of Preventive Medicine and Community Health, The University of Texas Medical Branch, Galveston, TX (USA), dal 1989 Cantelli Forti è “Adjunct Professor” presso la Division of Environmental Toxicology, Department of Preventive Medicine and Community Health, The University of Texas Medical Branch, Galveston, TX (USA). Presidente eletto della Società Italiana di Farmacologia. Presidente del Consiglio Direttivo del Collegio Nazionale dei Farmacologi Universitari. Presidente della Società Italiana di Tossicologia, 2000-2009. Dal 2000 al 2004 membro effettivo del “Scientific Committee on Toxicity, Ecotoxicity and Environment” presso l’Unione Europea; componente di Panel del CIVR (MIUR) per l’esercizio di Valutazione Triennale della Ricerca (VTR 2001-2003); nel 2005, presso il Ministero dell’Ambiente, componente della Commissione istituita dal comma 11 dell’art. 1 della Legge 15 Dicembre 2004, n. 308, recante “Delega al Governo per il riordino, il coordinamento e l’integrazione della legislazione in materia ambientale e misure di diretta applicazione”.

Dal 2005 al 2008 è stato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università di Bologna in qualità di Rappresentante del Governo. Ha partecipato ai lavori di numerose commissioni scientifiche a livello nazionale ed internazionale. È autore di più di 300 lavori nel campo della Farmacologia e della Tossicologia.


I contributi scientifici più innovativi riguardano i settori: a) Tossicologia Biochimica, con particolare riferimento allo studio dei processi di bioattivazione di xenobiotici in vivo ed in vitro da parte degli enzimi del farmaco-metabolismo; b) Tossicologia Cellulare e Genetica, volta allo studio dei meccanismi della risposta cellulare ad uno stimolo tossico; c) Tossicologia degli alimenti e chemoprevenzione, rivolte principalmente alla valutazione degli effetti di antiparassitari e di sostanze naturali presenti negli alimenti; d) Farmacogenetica, volta all’analisi del ruolo dei polimorfismi in geni che codificano per gli enzimi coinvolti nei processi di biotrasformazione e trasporto dei farmaci, al fine di identificare trattamenti farmacologici personalizzati efficaci e sicuri. Nel 2011 gli è stata conferita dal Comitato Scientifico Internazionale del Centro Pio Manzù la Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica Italiana, per il rigore professionale, l’impegno e la dedizione costantemente dimostrate nei campi dell’istruzione, della formazione e della ricerca; sempre nel 2011 gli è stato conferito, dal Circolo Culturale Galileo Galilei, il Premio Esculapio. 

© 2014, Redazione. All rights reserved.




29 Ottobre 2014 alle 13:31 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata