Amare senza perdersi: gli aspetti patologici delle relazioni affettive

Amare senza perdersi: gli aspetti patologici delle relazioni affettive

 

Il 18 e il 19 ottobre a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno si terrà un corso di formazione dal titolo “Amare senza perdersi”, promosso dall’associazione Antidroga Picena onlus per approfondire gli aspetti patologici delle relazioni affettive, sia nel contesto di coppia che nei rapporti tra genitori e figli

 

ASCOLI PICENO – L’associazione Antidroga Picena onlus, attiva da anni nella prevenzione e nel trattamento delle dipendenze patologiche, promuove due giornate formative dal titolo “Amare senza perdersi – le dipendenze affettive” per approfondire il tema delle relazioni patologiche, il 18 e 19 ottobre a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno, nella sala dei Savi. Gli incontri, aperti alla cittadinanza e gratuiti, sono organizzati in collaborazione con il Comune di Ascoli Piceno e il CSV Marche (Centro servizi per il volontariato). Per informazioni è possibile contattare il numero 327 4243704 oppure scrivere una mail a aap2010@libero.it.

Il docente dott. Luca Nicoli, psicologo psicoterapeuta e psicoanalista, membro associato della Società Psicoanalitica Italiana, affronterà gli aspetti patologici delle relazioni affettive, sia nel contesto di coppia che nei rapporti tra genitori e figli. Si inizia sabato 18 ottobre alle ore 9,30 con una parentesi introduttiva a cui seguiranno, dalle 9,45 alle 19, le relazioni “Dipendenze sane e patologiche”, “Dipendenze affettive nella coppia”, “Dipendenze affettive tra genitori e figli”, “Il ruolo del web nelle relazioni”, “La gestione dell’aggressività”, “La gestione della paura e del dolore”. Gli appuntamenti proseguiranno domenica 19 ottobre, dalle 9,30 alle 12,30, con due sessioni: “Volontariato ed emozioni” e “Linee guida per l’accoglienza”.

 

L’associazione Antidroga Picena onlus è nata nel 1997 con l’avvio di un gruppo di auto mutuo aiuto per familiari di tossicodipendenti e da allora si occupa di problematiche legate alle dipendenze da sostanze (stupefacenti, alcol, tabacco) o comportamentali (gioco, shopping, internet), nonché di favorire interventi di promozione della salute e contenere i fenomeni di esclusione sociale, attraverso un gruppo settimanale di sostegno per familiari di persone con dipendenze, un centro d’ascolto attivo quattro giorni su sette, progetti di prevenzione e stage formativi.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com