da Giulianova

da Giulianova

Miglioramento sismico degli edifici scolastici.

Il Comune si aggiudica finanziamenti di oltre 800 mila euro per la media “Bindi” e la elementare “De Amicis”.

Ammonta complessivamente a 850.600 euro il contributo regionale, in attuazione del PAR FAS Abruzzo 2007/2013, che il Comune di Giulianova si è aggiudicato per gli interventi di miglioramento sismico della scuola media “Bindi” e della elementare “De Amicis”.

Relativamente alla ‘Bindi’ – dicono il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore ai Lavori pubblici Nello Di Giacintoè di 526.870 euro il contributo regionale, mentre la somma a carico del Comune è pari a 366.130 euro per un totale di 893.000 euro. E’ invece di 323.730 euro il contributo regionale per la ‘De Amicis’, cui vanno aggiunti i 224.270 euro della nostra Amministrazione. In totale, quindi, 1.441.000 euro per il loro miglioramento sismico, e i cui interventi prenderanno avvio dopo la redazione e l’approvazione del progetto esecutivo e con la necessaria procedura per l’affidamento dei lavori. Siamo davvero molto soddisfatti per essere riusciti ad assicurarci questi ulteriori fondi perché nostro obiettivo è quello, ed i fatti stanno a dimostrarlo, di fare in modo che le nostre scuole abbiano il massimo grado di sicurezza. Come per la materna ed elementare di Zona Orti, i cui interventi sono terminati lo scorso settembre. Scuole non solo sicure ma anche più decorose grazie ai 919.145 euro che siamo riusciti ad intercettare relativamente al piano “Scuole belle”. Dal 2009 ad oggi – concludono Mastromauro e Di Giacinto – per le scuole materne, elementari e medie cittadine sono stati impegnate risorse superiori ai 6 milioni di euro; ebbene queste cifre la dicono lunga sull’impegno che abbiamo costantemente riservato al mondo della scuola. Un impegno non episodico ma basato su una strategia di ampio respiro”.

scuola Edmondo De Amicis
scuola Edmondo De Amicis

Il 31 ottobre torna il Trekking Urbano.

Giulianova unica città abruzzese a celebrare la XI Giornata Nazionale del turismo lento dedicata ai 100 anni dalla Grande Guerra.

Unica città abruzzese, e tra le 33 località italiane, Giulianova il prossimo 31 ottobre celebrerà la XI Giornata Nazionale del turismo lento partecipando all’edizione 2014 del trekking urbano, un nuovo modo di fare turismo che privilegia la cultura, l’arte e i luoghi dove avviene la vita quotidiana dei cittadini.

L’iniziativa, nata nel 2002 grazie all’allora assessore al Turismo del Comune di Siena Donatella Cinelli Colombini, si è progressivamente diffusa divenendo un appuntamento fisso annuale, con un tema diverso per ogni edizione.

Il tema scelto quest’anno è “Ricordare e ripercorrere la nostra storia a 100 anni dalla Grande Guerra”.

Salmi della Patria” è l’itinerario proposto dal Polo Museale Civico a Giulianova il 31 ottobre, giorno riservato alle scuole, e il 2 novembre, alle ore 10 nella fascia mattutina ed alle ore 15 in quella pomeridiana.

Il percorso si snoderà tra la parte alta, il Centro storico e il Lido per toccare i luoghi e i monumenti che testimoniano il passaggio dall’euforia politica, culturale e produttiva dei primi anni dell’Unità d’Italia alla crisi della Prima Guerra Mondiale. La visita prenderà il via da piazza della Libertà, manifesto dell’espansione urbanistica di Giulianova nella seconda metà dell’Ottocento, e dal monumento a Vittorio Emanuele II, il grande bronzo di Raffaello Pagliaccetti che ritrae il primo Re d’Italia, per poi visitare la Gipsoteca dove sono conservate le opere dello scultore giuliese.

L’itinerario proseguirà tra le memorie del periodo custodite nel fondo documentario della Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi”, tra cui il ricordo dei giovani soldati deceduti nel conflitto, composto dal giornalista-scrittore Francesco Manocchia e intitolato “Salmi della Patria”. Dopo aver toccato il Duomo di San Flaviano dove si erge il monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale di Ulderico Ulizio, il percorso si spingerà lungo il crinale della collina, toccando via Vittorio Veneto, compiuta con il contributo dei soldati austriaci prigionieri a Giulianova, per giungere al Lido, alla ricerca delle architetture tra Ottocento e Novecento che ancora caratterizzano la borgata Marina, uno dei centri balneari più frequentati dell’Adriatico.

Per informazioni: Biblioteca “Bindi”, Corso Garibaldi, 14 (tel. 085 – 80.21.380 oppure 80.21.290; mail: museicivici@comune.giulianova.te.it). Fb: Polo Museale Civico Giulianova. Sito web: www.giulianovaturismo.it

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com