dalla Città

dalla Città

 

 In via di ultimazione i lavori per i campi del rugby

 

Sopralluogo degli amministratori per verificare lo stato di avanzamento

 

Proseguono a ritmo spedito i lavori per la realizzazione del nuovo complesso per la pratica del rugby in zona Agraria. Questa mattina il sindaco Giovanni Gaspari, il vicesindaco e assessore allo sport Eldo Fanini, i consiglieri Palma Del Zompo e Gianluca Pasqualini hanno svolto un sopralluogo per controllare lo stato di avanzamento delle opere.

 

Dopo aver installato la recinzione, l’impianto di illuminazione sul campo di allenamento, quello di irrigazione e quello per il drenaggio sul campo da gioco, si è proceduto a ricoprire quest’ultimo di una particolare sabbia che permetterà l’attecchimento delle strisce di erba. Inoltre è stata seminata erba sulla porzione di terreno non direttamente interessata dall’attività sportiva. Infine verranno fissate le porte e disegnate le linee.

 

I lavori sono eseguiti dalla Ecoservices, uno dei soggetti che, con l’Unione Rugby San Benedetto e Arteverde, fa parte dell’associazione temporanea di imprese (ATI) che si è aggiudicata la gara per l’esecuzione dell’impianto.

 

Ricordiamo che il complesso, oltre al terreno da gioco in erba e ad un campo di allenamento in terra battuta con illuminazione, comprenderà spogliatoi e servizi. Il costo complessivo è di 470 mila euro, di cui 300 mila finanziati dal Comune e i restanti 170 mila sostenuti dalle imprese che hanno ottenuto l’appalto.

 

“Continua l’azione dell’Amministrazione di creazione di nuovi impianti per la pratica sportiva e riqualificazione di quelli già esistenti – dichiara il vicesindaco e assessore allo sport Eldo Fanini – il campo da rugby è frutto di una soluzione che ha richiesto tanti anni di lavoro ma con il decisivo contributo di chi crede nelle potenzialità di aggregazione di questo sport. Avere un campo regolare per il rugby a San Benedetto vuol dire anche poter ospitare in futuro competizioni di respiro nazionale e internazionale”.

 

“Finalmente gli sforzi di tutte le  società sportive rugbistiche locali – dichiara Palma Del Zompo – vengono ripagati e un sogno si  avvera. Il rugby è uno sport che crea aggregazione tra i giovani ma i risultati vengono solo dal gioco di squadra. E gioco di squadra è stato anche quello tra pubblico e privato per la realizzazione dell’impianto. L’auspicio è che questa nuova struttura aiuti i giovani ad avvicinarsi a questo bellissimo sport”.

 

“Con il campo da rugby l’impiantistica sportiva del quartiere Agraria cresce – dichiara il consigliere Gianluca Pasqualini – proponendo un’offerta variegata e ricca. Insieme alle strutture già esistenti e agli orti per gli anziani, questa nuova realizzazione contribuirà ad incrementare il livello di  coesione sociale di quest’area della città”.

 

La Giunta comunale ha deliberato di intitolare il complesso per la pratica del rugby che sorge nel quartiere Agraria a Nelson Mandela, campione della difesa dei diritti umani, presidente del Sudafrica dopo lunga prigionia, premio Nobel per la pace, che vide nel rugby un’opportunità per promuovere il riscatto della popolazione di colore e la riconciliazione tra bianchi e neri del suo Paese.

Con la stessa delibera è stata fissata la data dell’inaugurazione dell’impianto per mercoledì 5 novembre alle ore 14,30.

 

I progetti per abbattere le barriere architettoniche illustrati alla Consulta per la disabilità

Incontro per presentare la riqualificazione delle vie Mattei, Rubicone e Foglia

 

Si è tenuto nei giorni scorsi un incontro tra l’assessore alle politiche sociali Margherita Sorge, il Presidente della Consulta Comunale per la disabilità Jonny Perozzi e il suo vice Nazzareno Torquati, il responsabile del progetto ing. Enrico Offidani, il funzionario dei servizi sociali Alessandro Marinelli nel corso del quale sono stati illustrati i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche programmati dall’Amministrazione comunale nelle vie Mattei, Rubicone e Foglia in zona Ragnola.

 

Il progetto prevede l’adeguamento dei marciapiedi nelle prime due vie e la creazione di un nuovo tratto sul lato ovest di via Foglia. I lavori consisteranno principalmente nel disfacimento dei marciapiedi esistenti, visibilmente deteriorati dalle radici dei pini che hanno alzato anche il manto stradale, nel rifacimento di oltre 2.000 metri quadrati di percorsi pedonali e nella collocazione di essenze arboree meno invasive.

 

Nel progetto è prevista anche la realizzazione di un tratto di pista ciclabile che va dalla rotatoria di via Mattei alla pista ciclabile già esistente che corre parallela al rilevato ferroviario. Il costo dei lavori è di 250.000 euro. Dopo l’espletamento delle procedure di gara, la ditta che eseguirà i lavori avrà 120 giorni per portare a compimento le opere.

 

“Nel programma di progressiva eliminazione delle barriere architettoniche della città – dichiara l’assessore Sorge – abbiamo illustrato al presidente e vice presidente il progetto di riqualificazione dei marciapiedi in zona Ragnola. Conoscere il loro parere in merito al progetto è un modo per migliorare le scelte dell’Amministrazione ed accrescere il livello di attenzione e sensibilità sui temi dell’accessibilità. Il fatto che il riscontro sia stato favorevole ci conforta nella correttezza delle nostre scelte”.

 

Il 1° novembre il Comune commemorerà i defunti

Cerimonia alle 11,30 al cimitero nel corso della quale si ricorderanno in particolare poeti e scrittori dialettali

 

Come ogni anno, il sindaco di San Benedetto del Tronto Giovanni Gaspari nella mattinata del 1° novembre renderà omaggio ai defunti accolti nel civico cimitero con una cerimonia in programma alle 11,30 nell’atrio d’ingresso di via Conquiste.

 

Secondo una tradizione consolidatasi negli ultimi anni, nell’ambito delle iniziative volte a ravvivare la memoria delle tradizioni e della cultura locale, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con Circolo dei Sambenedettesi, dedicherà una parte della cerimonia ad una categoria di persone scomparse che hanno contribuito a segnare la storia della città.

 

Quest’anno saranno ricordati i poeti e gli scrittori dialettali sambenedettesi che riposano nel camposanto della città. Sono previsti interventi della presidente del Circolo dei Sambenedettesi Benedetta Trevisani e del Sindaco Giovanni Gaspari che successivamente deporrà corone sulle tombe degli ex sindaci di San Benedetto.

 

Questi i nomi di uomini e donne di cultura locale che saranno ricordati: Lampo Amadio, Gemino Bottoni, Mario Buttafoco, Elvio Capriotti, Serina Carletti, Alessandro Castellucci, Divo Colonnelli, Luigina Costanzo, Alberto Crescenzi, Luigi De Panicis, Luigi Graniti, Dante Guidotti, Giulia Maria Giovannelli Liburdi, Pasquale Marchegiani, Emidio Merlini, Aniello Onesto, Francesco Palestini, Raffaele Palestini, Mario Papetti (morto nel 1995), Mario Papetti (morto nel 2007), don Luigi Pasini, Alberto Perozzi, Mario Pirri, Bice Piacentini Rinaldi, Camillo Rosati, Vincenzo Rosei, Pompeo Sgattoni, Giovanni Quondamatteo, Luigi Salibrici, Domenico Silvestri, Ernesto Spina, Vincenzo Spina, Mario Valeri e Giovanni Vespasiani. Nell’impossibilità di rintracciare tutti i loro congiunti, l’Amministrazione rivolge ai parenti un particolare invito a partecipare.

 

Torna il concorso “Storie da musei, archivi e biblioteche”

Venerdì 7 novembre il concorso per aspiranti scrittori e fotografi nelle tre strutture cittadine

Torna anche quest’anno la terza edizione speciale del concorso itinerante per racconti brevi e fotografie dal titolo “Storie da musei, archivi e biblioteche”, rivolto a tutti gli appassionati di lettura, scrittura e fotografia e organizzato dal MAB Marche (coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche promosso da ICOM, ANAI e AIB) in collaborazione con la Regione Marche assessorato alla Cultura, l’associazione culturale RaccontidiCittà, Narcissus.me di Simplicissimus Book Farm e Biblioteche Aperte.

Edizione speciale perché, a differenza delle precedenti due, non si svolgerà unicamente alla Biblioteca comunale “Lesca” ma anche presso l’Archivio storico comunale e il Museo del Mare di San Benedetto del Tronto.

I racconti e le foto verranno scritti e scattate estemporaneamente nell’arco di quattro/cinque ore nella giornata di venerdì 7 novembre a partire dalle 15. Tali elaborati dovranno comunicare le peculiarità delle strutture ospitanti e l’importanza che esse rivestono per la comunità di riferimento, con una particolare attenzione quest’anno al tema “Musei – Archivi – Biblioteche: crocevia di culture”.

Gli aspiranti scrittori e fotografi potranno iscriversi fino al giorno stesso dell’iniziativa previa compilazione di un’apposita scheda di partecipazione reperibile anche presso le singole strutture o sul sito del Comune di San Benedetto del Tronto www.comunesbt.it. L’iscrizione è gratuita.

Il concorso è suddiviso in due sezioni, scrittura e fotografia, ed è possibile partecipare ad entrambe: per maggiori dettagli si può consultare il Regolamento.

Per i vincitori sono previsti: la pubblicazione di un’antologia in eBook attraverso la piattaforma di self publishing Narcissus.me, buoni FootWings in FW$ (FootWings Dollars) da spendere su FootWings.com, il marketplace dell’editoria digitale di Simplicissimus Book Farm, ed eReader offerti da MAB Marche.

Non resta dunque che “armarsi” di penna e macchina fotografica e avventurarsi fra le sale dei musei e tra i documenti di archivio e biblioteca in questo appassionante tour per ricostruire un’immagine dei nostri istituti culturali che vada al di là di ogni stereotipo.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com