Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 12:32 di Dom 5 Lug 2020

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

C’era una foglia

image_pdfimage_print

 

27 ott 2014

 

12° EDIZIONE DEL CONCORSO REGIONALE RISERVATO ALLE SCUOLE PRIMARIE “C’ERA UNA FOGLIA – UNA FIABA DEDICATA AL CIBO” .

Giunge alla 12a edizione il progetto-concorso “C’era una foglia”, che vede protagonisti gli alunni delle scuole primarie e le loro insegnati; una iniziativa di carattere regionale che crea una rete tra le istituzioni, amministrazioni, scuole ed aziende del territorio per un grande progetto, oltre che educativo, di solidarietà. Questo progetto ha l’intento di motivare i bambini a pensare “liberamente” e soprattutto stimolare la riflessione su uno stile di vita più “sano ed ecologico”. Quest’anno si è deciso di lavorare sul tema dell’alimentazione come energia per la vita, dando come titolo del progetto “UNA FIABA DEDICATA AL CIBO”. Il progetto prevede un concorso in cui le scuole primarie sono invitate ad elaborare un testo (fiaba, storia, poesia) dedicato al cibo, come enrgia della vita. I componimenti verranno raccolti e selezionati da una giuria di esperti e pubblicati in un libro illustrato da professionisti. È possibile scaricare il bando del concorso per la partecipazione dal sito www.spazioambiente.org. Serve una maggiore consapevolezza sulla corretta/sana alimentazione, su ciò che acquistiamo per mangiare, e sopratutto combattere lo spreco alimentare. Tema, questo, su cui si basa l’EXPO 2015. L’obiettivo è anche quello proporre agli insegnanti percorsi di educazione scientifica e strumenti didattici da utilizzare in classe, riconoscendo il loro ruolo primario e assicurando libertà nell’approccio comunicativo con i propri alunni. Questo grazie anche alla collaborazione con Il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Macerata. Dall’anno scolastico 2002-2003 questo progetto ha già coinvolto oltre 7000 alunni ed alunne di 161 istituti e scuole primarie marchigiane: numeri che danno l’idea dell’importanza dell’iniziativa. Iniziativa che ha già raccolto e pubblicato 540 lavori tra storie, fiabe e poesie. Tutti pubblicati sul sito www.spazioambiente.org. I proventi derivanti dalla vendita ad offerta del libro, come nelle precedenti edizioni, saranno destinati ad un progetto di solidarietà internazionale. Quest’anno il progetto interessato è il “Centro di accoglienza WOLISSO”, che oggi ospita, in una cittadina vicina ad Addis Abbeba, circa ottocento bambini che, in questo modo, hanno la possibilità di frequentare la scuola materna e primaria. Il progetto si inserisce anche all’interno del Tema di Studio Nazionale del Lions Club International dal titolo “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”. Il progetto vede la collaborazione e il patrocinio di Regione Marche, Legambiente Marche, Università degli Studi di Macerata e Lions Club Macerata Host.

 

C'era una foglia

C’era una foglia



VENDITE DI FINE STAGIONE 2015, LA GIUNTA REGIONALE INDIVIDUA LE DATE. CANZIAN: “SCELTA NAZIONALE”.

Nelle Marche le vendite di fine stagione, per l’anno 2015, si potranno effettuare in due periodi: dal 5 gennaio al 1° marzo e dal 4 luglio al 1° settembre. Lo ha stabilito la Giunta regionale, su proposta del vicepresidente e assessore al Commercio, Antonio Canzian. Le date di inizio sono identiche su tutto il territorio regionale, a seguito dell’accordo del 2011 maturato all’interno della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, poi recepito a livello locale. L’intesa prevede, annualmente, l’inizio delle vendite dal primo giorno feriale antecedente l’Epifania e dal primo sabato del mese di luglio. L’individuazione delle date di conclusione sono invece lasciate alla valutazione delle singole Regioni, sulla base delle diverse esigenze territoriali. Le Marche hanno concordato il periodo di inizio e fine con le limitrofe Emilia-Romagna, Umbria e Abruzzo. “Le difficoltà economiche delle famiglie si ripercuotono inevitabilmente sui consumi che stanno registrando un calo generale – afferma Canzian – La crisi sta condizionando pesantemente il settore del commercio. È necessario attivare tutte le misure che possano aiutare le famiglie e le attività commerciali a uscire da una situazione di stagnazione che dura da troppi anni. Dalle vendite di fine stagione ci auguriamo venga un contributo positivo al commercio marchigiano, dal momento che, con le Regioni confinanti, si è deciso di condividere un percorso comune per scongiurare le penalizzazioni della concorrenza di confine, particolarmente avvertite nei bacini di consumo che gravitano su realtà amministrative diverse”.

 

Marche Regione imprenditoriale d’Europa, evento con le istituzioni comunitarie ad Ancona

 

Prima Regione italiana a ricevere il prestigioso riconoscimento, le Marche si preparano ad ospitare un incontro con rappresentanti europei sul Premio Regione imprenditoriale europea 2014. Si svolgerà il 14 novembre ad Ancona nella sede della Regione l’evento “Le Marche Regione imprenditoriale al centro dell’Europa. Small business act: priorità e strategie per rafforzare le piccole e medie imprese”. Presenti al confronto Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche, Sara Giannini, assessore regionale alle Attività produttive, Joanna Drake della Dg Impresa e Industria della Commissione europea, Thomas Wobben della Direzione politiche orizzontali e Reti del Comitato delle Regioni, Giuseppe Tripoli  (Sme’s Envoy) e Roberta Maestri, responsabile Small business act regionale e rappresentante nel tavolo permanente Pmi presso il Ministero dello Sviluppo economico.

“La Regione Marche – dice il presidente Spacca – si è aggiudicata il Premio Regione imprenditoriale europea del Comitato delle Regioni per il 2014 insieme alle Regioni delle Fiandre (Belgio) e Nord Brabant (Olanda). Siamo la prima Regione italiana e tra le 12 Regioni su 271 in tutta Europa ad aver ricevuto questo prestigioso riconoscimento collegato all’applicazione dei principi dello Small Business Act. L’adozione della strategie regionale di attuazione dello Sba rappresenta la definizione di un quadro strategico di misure e strumenti per le piccole e medie imprese, l’introduzione di un nuovo piano d’azione per le aziende. L’evento di novembre si propone di approfondire risultati e prospettive delle politiche passate e future incentrate sul principio Think Small first. Le Marche, regione più manifatturiera d’Italia e tra le prime in Europa, continuano ad esprimere vivacità produttiva e intraprendenza imprenditoriale, grazie ad un tessuto di micro, piccole e medie imprese che fanno della qualità, della ricerca e dell’innovazione la loro forza. E proprio sulle politiche e le strategie di supporto alla crescita delle Pmi è incentrato l’importante momento di riflessione ed approfondimento che la Regione ha voluto organizzare”.

Il Premio regione imprenditoriale d’Europa viene assegnato alla Regione con la strategia di politica imprenditoriale più convincente e con maggiore proiezione futura. Ad incidere sulla scelta di assegnare il Premio alle Marche per il 2014 è stata la valutazione positiva da parte della giuria del cosiddetto Piano di prospettiva, vale a dire la strategia regionale in materia di politiche industriali. E’ il “patto” della Regione – la prima in Italia a recepire i principi dello Small business Act nel 2010 e ad intraprendere misure attuative nell’ambito del credito e finanza, delle aggregazioni e reti di impresa, della semplificazione amministrativa – con le Pmi. Il “patto” che ha consentito alla Regione di vincere l’EER (European Entrepreneurial Region) 2014, pone le sue basi su due pilastri: Marche regione attenta alle esigenze delle piccole e medie imprese; aziende come driver di ricchezza e crescita e, dunque, di reddito e occupazione per la comunità. I due pilastri sono a loro volta articolati in 6 obiettivi specifici: pubblica amministrazione ricettiva, sostegno all’internazionalizzazione, istituzioni finanziarie efficienti di sostegno alle necessità delle Pmi, specializzazioni intelligenti per innovazione, ricerca e sviluppo, specializzazioni intelligenti per la manifattura di qualità, sistema di istruzione e di ricerca proattivo.

 

DAL 14 AL 16 NOVEMBRE L’ECCELLENZA DEGLI AGRITURISMI MARCHIGIANI ALLA RIBALTA INTERNAZIONALE

 LA REGIONE PROMUOVE L’ACCOGLIENZA RURALE MARCHIGIANA ALLA FIERA NAZIONALE “Agri&Tour” DI AREZZO

Vetrina d’eccellenza per Gli agriturismi marchigiani, alla Fiera “AgrieTour” di Arezzo, evento che, dal 14 al 16 novembre prossimi, valorizza l’ospitalità rurale favorendo l’incontro tra offerta agrituristica ed operatori turistici internazionali.

La Regione Marche parteciperà a questo appuntamento di Arezzo, con un proprio stand presso l’area dedicata ai territori. Si promuoverà l’esperienza e la realtà degli agriturismi marchigiani, la qualità dei prodotti tipici e tradizionali, e anche l’accoglienza che il tessuto rurale regionale sa e vuole offrire dal punto di vista sociale e turistico.

La fiera, visitabile nei tre giorni, dalle 9,30 alle 20, è un’ideale piattaforma di riferimento per presentare, anche con assaggi culinari, agli operatori specializzati, l’intero territorio nelle sue peculiarità valoriali e tradizionali e le specifiche eccellenze locali in termini di ricettività e qualità dell’offerta.

© 2014, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




27 Ottobre 2014 alle 16:03 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata