I lettori forti vogliono Alessandro Baricco a Futura

I lettori forti vogliono Alessandro Baricco a Futura


Ecco i risultati delle primarie, messi in risalto anche dai media nazionali come esperimento pilota

Civitanova Marche, 27/10/2014 – I risultati delle primarie dei lettori forti fanno parlare di Futura in ambito nazionale. Sull’ultimo numero di Left, oggi in edicola, si parla di questa iniziativa  pilota promossa lo scorso luglio a Civitanova Marche da Filippo La Porta, uno dei coordinatori di sezione. Tutti coloro che hanno dichiarato di leggere almeno 12 libri all’anno, il 6,3% della popolazione, hanno potuto esprimere una preferenza sull’ospite da invitare nella prossima edizione di Futura e consegnare la propria cartolina nelle librerie partner dell’evento, a Civitanova, Ancona e San Benedetto del Tronto.
Le schede riempite a Futura Festival sono state circa 200, “con una rilevante dispersione del voto – afferma La Porta nel suo intervento – forse espressione di una estrema frammentazione, della mancanza di un gusto, di un orizzonte culturale davvero comune”.  Nella classifica dei lettori al primo posto c’è Baricco (10 voti), a seguire Camilleri (9), De Giovanni e Rowling (8), Donna Tartt (7), Gramellini e Gamberale (6). “Colpiscono alcune assenze – sottolinea La Porta -: non c’è il premio Strega Piccolo (nessun voto), né il famigerato Fabio Volo (4), da me assunto come simbolo della bieca letteratura di consumo (nonostante la innegabile simpatia del personaggio), né Margaret Mazzantini (2), né Sepulveda (nessun voto) e Coelho (2), e né il nostro Coelho partenopeo, ovvero Erri De Luca (1 voto). Stravince Baricco perché è l’autore che meglio di tutti incarna un modello di letteratura insieme colta e di intrattenimento, furbescamente intensa e spettacolare (miscela da lui teorizzata), perfettamente in sintonia con la middle class culturale, con un certo tipo di lettore forte, che ha bisogno di sentirsi più intelligente e al passo con i tempi”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com