Mario Martone ed Elio Germano cittadini onorari di Recanati

RECANATI SEMPRE PIÙ FAVOLOSA

A MARIO MARTONE ED ELIO GERMANO L’INVITO DI SINDACO E GIUNTA

A DIVENTARE CITTADINI ONORARI DI RECANATI

 

 

Recanati – Lo straordinario successo del film Il giovane favoloso e la collaborazione sviluppata negli ultimi anni ha spinto il Sindaco Francesco Fiordomo e la Giunta ad esaltare il rapporto con il regista e l’attore con la volontà di conferire agli artisti il riconoscimento ufficiale cha li farà entrare di diritto nella grande famiglia recanatese. “Avevo in mente da tempo questa iniziativa, ben prima del travolgente successo di critica ed ora di incassi del film”, spiega il Sindaco Fiordomo.

“Con il regista Martone, insieme, – prosegue Fiordomo – mentre si presentavano le Operette Morali a Mosca nel 2011, è nato il progetto del film. In lui riconosciamo la passione, la competenza, la raffinatezza, l’amore che dimostra verso Giacomo e la città alla quale ha sempre riservato parole di sincero affetto. Elio Germano ha stravinto la sfida che sembrava impossibile di impersonificare Leopardi. A metà del film ti chiedi se quello che ammiri sullo schermo sia un attore o Giacomo in carne e ossa”.

Il film campione di incassi e osannato dalla critica rappresenta un’occasione unica ed esclusiva per ripercorrere le vicende di Giacomo Leopardi che nasce nella città marchigiana nel 1798. È un bambino prodigio che cresce sotto lo sguardo implacabile del padre, uomo che disponeva di una biblioteca da far invidia alle grandi corti europee. La mente di Giacomo spazia, ma la casa è una prigione: legge di tutto, ma l’universo è fuori. In Europa il mondo cambia, scoppiano le rivoluzioni e Giacomo cerca disperatamente contatti con l’esterno. A 24 anni lascia finalmente Recanati. L’alta società italiana gli apre le porte, ma lui non riesce ad adattarsi e vive una vita piena di aspettative e di desideri, ma segnata dalla malinconia.

Interpreti principali del film sono Elio Germano, Michele Riondino, Massimo Popolizio, Anna Mouglalis, Valerio Binasco e Isabella Ragonese. “La sceneggiatura – commenta il regista Mario Martone – attinge agli scritti di Leopardi e all’insieme del suo epistolario. L’interesse non è per l’aneddoto: la vita di Leopardi è tutt’uno con la sua scrittura, non c’è un suo verso, non c’è un suo rigo che non sia autobiografico. Affrontare la vita di Leopardi significa svelare un uomo libero di pensiero, ironico e socialmente spregiudicato, un ribelle, per questa ragione spesso emarginato dalla società ottocentesca, un poeta che va sottratto una volta e per tutte alla visione retorica che lo dipinge afflitto e triste perché malato. Il giovane favoloso vuole essere la storia di un’anima, che ho provato a raccontare, con tutta libertà, con gli strumenti del cinema.”




Viva Santa Cecilia!!!

Sabato 22 novembre il Teatro della Fortuna festeggia in piazza la patrona della musica e dei musicisti.

 

 

 

Fano (PU) – Sabato 22 novembre ricorre Santa Cecilia, patrona della musica e dei musicisti. Il Comune di Fano e la Fondazione Teatro della Fortuna invita la cittadinanza a partecipare ai festeggiamenti in suo onore che si terranno il pomeriggio alle 18.00 in piazza XX Settembre.

 

Quindici professori dell’Orchestra Sinfonica Rossini suoneranno tra la gente in piazza la serenata in Sol maggiore K 525, universalmente nota come Eine kleine Nachtmusik (Piccola Serenata) di Mozart, notturno per orchestra d’archi tra i più celebri.

 

Sarà presente anche parte del Coro del Teatro della Fortuna “Mezio Agostini” che insieme all’Orchestra Rossini rappresentano le masse musicali di riferimento delle produzioni della Fondazione Teatro.

 

Un momento di gioia, come solo la musica sa dare, ma anche un’occasione, non solo simbolica, per ricordare l’importanza della musica che continua ad essere, con l’opera e non solo, uno dei vessilli del nostro paese nel mondo.




Macchini e Catà, “Le strane gioie di Giacomo Leopardi” al Teatro Nuovo di Capodarco

Fermo – Al Teatro Nuovo di Capodarco Sabato 22 Novembre alle ore 21.15 va in scena la seconda replica del nuovo spettacolo dell’Associazione LaGrù  “LE STRANE GIOIE DI GIACOMO LEOPARDI, dopo aver debuttato Venerdì 21 Novembre. Con “Le strane gioie di Giacomo Leopardi” si esplora in un modo nuovo e avvincente la figura del grande poeta marchigiano, in un mescolarsi intimo di comicità, letteratura e teatro. A farlo, la coppia Piero Massimo Macchini e Cesare Catà che, ognuno nel proprio ambito e con le proprie caratteristiche attoriali, offriranno un viaggio nella psiche del giovane di Recanati che è anche un’esplorazione di alcune parti essenziali della tradizione culturale marchigiana. Gli interventi del Giacomo Leopardi reinventato come personaggio da Macchini si mescoleranno così agli interventi critici di Catà, per formare uno spettacolo unitario in cui il serio e il faceto non sono infine distinguibili. Ingresso 10 euro INFO: 3287756579



Lucia Palozzi, “Le avventure di Pulcino” al Teatro La Fortuna

Lo spettacolo “Le avventure di Pulcino” del Teatro Pirata con l’attrice Lucia Palozzi va in scena domenica 23 novembre al Teatro La Fortuna di Monte San Vito, per la 31^ Stagione del Teatro Ragazzi curata dall’ATGTP.

 

 

Jesi (AN), 21 novembre 2014 – Nuovo appuntamento con la 31esima Stagione di Teatro Ragazzi a cura dell’ATGTP Associazione Teatro Giovani-Teatro Pirata che si terrà fino al 22 febbraio nei teatri di Jesi, Chiaravalle, Falconara Marittima, Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito, con artisti e compagnie rappresentativi delle tradizioni burattinesche italiane e delle ultime tendenze del teatro di figura.

Domenica 23 novembre alle ore 17 al Teatro La Fortuna di Monte San Vito va in scena lo spettacolo “Le avventure di Pulcino” della compagnia Teatro Pirata di Jesi. Lo spettacolo è realizzato tramite l’uso di oggetti di recupero, con pupazzi mossi su di un grande tavolo che trasformandosi, diventa di volta in volta la base per le scene. Il tutto arricchito da musiche originali e canzoni cantate dal vivo. Protagonista in scena la bravissima attrice Lucia Palozzi nei panni di Gelsomina, un po’ barbona e un po’ bambina, che di mestiere fa l’aggiusta cose, e un pulcino di stoffa in cerca di una mamma. Ad aiutare Pulcino  nella sua ricerca è anche 3×2, uno strampalato anatroccolo proveniente dallo spazio. Tra scoperte, avventure ed incontri con improbabili mamme, seguiremo la storia di Pulcino, fino all’epilogo finale dove, sotto un cielo stellato, finalmente troverà affetto e serenità tra le braccia di Gelsomina.

Lo spettacolo si avvale del sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Marche-Servizio Beni e Attività Culturali, del Comune di Monte San Vito, Tram Teatro Ragazzi Marche in rete, Assitej, Unima Marche. Sponsor sono UBI><Banca Popolare di Ancona e Libreria dei ragazzi di Jesi.

Il prossimo appuntamento della stagione di Teatro ragazzi sarà “Il tesoro dei pirati” ancora del Teatro Pirata, il 30 novembre ore 17 al Teatro Valle di Chiaravalle.

 

 

INGRESSO:

Adulti € 8.00, Ragazzi € 6.00




La domenica del teatro a Jesi

Domenica 23 novembre, in occasione della Vallesina Marathon, la Fondazione Pergolesi Spontini apre al pubblico il Teatro Pergolesi di Jesi anche nei luoghi “dietro le quinte”.

 

Jesi, 21 novembre 2014 – Domenica 23 novembre p.v., in occasione della Vallesina Marathon, con partenza e arrivo in Piazza della Repubblica a Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini apre al pubblico il Teatro Pergolesi: non solo i “luoghi” noti del Teatro ma anche quelli “dietro le quinte” e normalmente riservati agli “addetti ai lavori”.

Dalle 09:00 alle 13:00, ogni 30 minuti circa, saranno disponibili visite guidate gratuite per piccoli gruppi (max 15 persone). Il percorso prevede una prima parte “storico-artistica” con la visita del Foyer, della Sala e delle Sale Pergolesiane, per poi accedere alla seconda parte della visita, più tecnica, relativa al Palcoscenico, alla Graticcia e alla Sartoria.

Per tutto il tour, i gruppi in visita saranno accompagnati dal personale del Teatro e avranno modo di incontrare il personale tecnico per un approfondimento sui mestieri che vi si svolgono all’interno.

Per partecipare sarà necessario prenotarsi presso la Biglietteria del Teatro: da mercoledì a sabato 22 novembre (dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30 – tel. 0731 206888) o direttamente domenica mattina (solo di persona).

Domenica mattina, in occasione dell’apertura straordinaria della biglietteria, sarà possibile acquistare i biglietti dell’opera “Les Contes d’Hoffmann” di Jacques Offenbach, un titolo mai rappresentato a Jesi, che sabato 29 novembre alle ore 20,30 e domenica 30 novembre alle ore 16 chiuderà la 47^ edizione della Stagione lirica di tradizione, ed inoltre i biglietti per il XIV FESTIVAL PERGOLESI  SPONTINI che proporrà dal 5 al 20 dicembre numerosi eventi di musica, cinema e letteratura (da Chaplin alla musica di Vivaldi, Chopin e Spontini, dalle improvvisazioni jazz ai Beatles, con Malika Ayane, Valerio Massimo Manfredi, Tiziano Scarpa e l’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani).




dal Piceno

Sistema di Protezione Civile territoriale

Summit della Prefettura con la Provincia e i sindaci

 

La legislazione nazionale e regionale in materia di Protezione Civile in relazione al contesto territoriale del Piceno ed i rapporti tra i diversi livelli di governo nelle gestione delle emergenze secondo le quattro direttrici di competenza: previsione, prevenzione, soccorso, ripristino. E’ stato questo l’importante tema affrontato nell’incontro svoltosi ieri, nella Sala del Consiglio Provinciale di Ascoli Piceno, organizzato dalla Prefettura unitamente alla Regione Marche ed alla Provincia.

 

Ai lavori, coordinati dal Prefetto dott.ssa Graziella Patrizi, hanno partecipato il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, il Consigliere Provinciale Sergio Corradetti, Dirigenti del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dirigente del dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la Protezione Civile della Regione, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, il Sindaco del capoluogo Guido Castelli e molti altri Sindaci della Provincia accompagnati dai referenti locali di protezione civile. Nel corso degli interventi sono stati discussi diversi aspetti del “sistema di protezione civile”, specialmente il ruolo di ciascuna Istituzione coinvolta e le modalità di allertamento sul territorio. Particolare attenzione, da parte di tutti i relatori, è stata dedicata alla figura del Sindaco, soggetto che per ruolo, competenze e responsabilità assume un rilievo centrale nel sistema e sul quale per il principio di sussidiarietà grava la responsabilità dell’incolumità dei cittadini e dell’integrità dei loro beni. E’ stato anche affrontato il tema del nuovo ruolo di Ente di Area Vasta della Provincia anche in relazione ai dissesti idrogeologici e alla recente presentazione da parte del Governo del relativo Piano contro tali rischi che prevede, nel periodo 2014-2020, un investimento complessivo di 9 miliardi a livello nazionale .

 

Il Prefetto, nel ringraziare i numerosi convenuti, ha rilevato “come in un periodo di grosse difficoltà economiche da parte degli Enti Locali, un approccio sinergico e condiviso alla programmazione degli interventi di protezione civile è quanto mai attuale” ed ha ricordato ai primi cittadini “l’importanza della predisposizione delle pianificazioni di emergenza” annunciando che “saranno svolte, mediante la Sala Operativa Integrata di Protezione Civile (SOI), organizzata secondo il metodo Augustus sui protocolli nazionali di emergenza, esercitazioni e simulazioni su calamità e situazioni di rischio sismico“.

 

Il Presidente D’Erasmo e il Consigliere Corradetti hanno sottolineato la necessità “di non abbassare mai la guardia puntando in particolare sulla prevenzione piuttosto che sugli interventi post emergenza” ed ha evidenziato “come l’Ente Provincia, ridisegnato dalla riforma Delrio, vede ancora più accentuate le funzioni di assistenza ai Comuni anche nel campo della Protezione Civile con l’organismo dell’Assemblea dei Sindaci che può esercitare un ruolo ancora più incisivo di coordinamento e cabina di regia delle azioni e progettualità“.




da Cupra Marittima

Cupra Marittima – Martedi 25 novembre alle ore 21.15 presso il Municipio di piazza della Libertà si terrà il Consiglio Comunale. Si inizier come di consueto con l lettura ed approvazione dei verbali dell seduta precedente risalente al 29 settembre. La discussione poi verterà con l’assestamento generale di bilancio dell’esercizio finanziario 2014. Si proseguirà poi all’approvazione della rinegoziazione dei mutui concessi della Cassa Depositi e Prestiti. Infine, ultimo punto all’ordine del giorno è la gestione in associazione di comuni dei servizi di ricovero, mantenimento e cura di animali da compagnia e delle azioni e funzioni connesse di lotta al randagismo, si approverà quindi a riguardo uno schema di convenzione.

Cupra Marittima – Prosegue l’intensa e stimolante rassegna culturale organizzata dal poeta Lucilio Santoni in collaborazione con il Cinema Margherita e l’amministrazione Comunale di Cupra Marittima. Sabato 22 novembre alle ore 18.00 presso la sala consigliare del Municipio di Piazza della Libertà, Massimo Ceresa presenterà il suo ultimo libro “Pussy Riot, le ragazze che hanno osato sfidare Putin”. L’autore dialogherà insieme al filosofo Alessandri Pedrosa. Massimo Ceresa, nato a Roma nel 1974, è laureato in Giurisprudenza, e tra i fondatori di AnnaViva ed è responsabile di Mondo in Cammino Veneto. Si tratta di due associazioni che si occupano della difficile e delicata situazione dell’Europa dell’Est e dei Paesi dell’area Caucasica, sostenendo e promuovendo progetti nel campo della solidarietà e cooperazione. Non è la prima volta che Ceresa si reca a Cupra Marittima, nello scorso anno infatti, sempre presso la sala consiliare del Comune presentò il suo libro “Sopravvivere nella Russia di Stalin e di Putin”.
Questi incontri promossi da Lucilio Santoni hanno come filo conduttore la storia nei suoi vari aspetti, sono intitolati infatti “La storia è una rassegna di rivoluzioni”, momenti di profonda riflessione che portano chi vi partecipa a riflettere sull’attualità del mondo che ci circonda.



Offida ha il suo francobollo

OFFIDA – Dal 22 novembre Offida avrà il suo francobollo. Le Poste Italiane ha infatti comunicato l’emissione di un nuovo francobollo: “OFFIDA DOCG” all’interno della serie tematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico”, che comprende 15 francobolli dedicati alle “Eccellenze enogastronomiche italiane, il Vino DOCG”, nel valore di 0,80 euro per ciascun soggetto.

«Offida si conferma città delle eccellenze – commenta l’assessore con delega all’Agricoltura, Roberto D’Angelo, – stavolta la notizia arriva dalle Poste Italiane autorizzate dal ministero dello sviluppo economico ad emettere un filatelico sulla nostra eccellenza principe: il Vino Docg Offida. Ennesima riprova di una strategia territoriale azzeccata»

L’Ufficio Postale di Offida utilizzerà, il giorno di emissione, un annullo speciale realizzato da Filatelia di Poste Italiane. A commento dell’emissione verrà posto in vendita il bollettino illustrativo con articolo a firma di Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali.

La Bozzettista del francobollo è Tiziana Trinca.  




Giuliesi per sempre

La Giunta istituzionalizza il fondo fotografico e documentale di “Giuliesi per sempre” inserendolo nel sistema di museo diffuso cittadino.

Il sindaco: “Un patrimonio importante non solo calcistico ma anche sociale e culturale”.

Giulianova – In occasione del 90° anniversario della nascita ufficiale del Giulianova calcio, avvenuta nel dicembre 1924, la Giunta ha deliberato l’inserimento del patrimonio documentale dell’associazione “Giuliesi per sempre”, esposta e conservata nella sede di Corso Garibaldi inaugurata il 19 aprile scorso, nel sistema di museo diffuso cittadino.

Il legame con i colori giallorossi da parte di alcuni appassionati, ai quali va la mia riconoscenza, ha consentito, grazie anche alla famiglia Barnabei, di non disperdere tessere fondamentali della nostra storia calcistica. E così, pazientemente, è stato adunato un fondo prezioso costituito da trofei, articoli, foto che hanno immortalato momenti di grande impatto emotivo e giocatori di straordinaria levatura, da Franco Tancredi a Giuseppe Lelii, ma anche allenatori e dirigenti. Insomma – continua il sindaco Francesco Mastromauro – un patrimonio importante non solo sotto il profilo della storia calcistica ma anche sociale e culturale della città con valenze persino turistiche. Per cui abbiamo ritenuto logico inserire nel sistema di museo diffuso la collezione di “Giuliesi per sempre” con l’auspicio di una maggiore attenzione da parte dei giovani affinché possano trarre lo stimolo a far tesoro dei sani valori sportivi, oggi più che mai necessari”.




da Giulianova

Approvato il progetto definitivo-esecutivo per la messa in sicurezza di via Treviso.

Il sindaco e l’assessore Di Giacinto: “Appalto veloce e apertura cantieri a dicembre”.

 

E’ stato approvato il progetto definitivo-esecutivo, approntato dai tecnici comunali Fabrizio Iacovoni e Achille Frezza, per la messa in sicurezza di via Treviso, arteria del quartiere Annunziata su cui prospetta anche uno degli accessi del Palacastrum e che versa in cattive condizioni a causa dei rialzamenti lungo il suo tracciato dovuti alle radici degli alberi.

Avevamo promesso – dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore ai Lavori pubblici Nello Di Giacintoun intervento risolutivo per eliminare lo stato di forte dissesto di quella via restituendola così alla normale fruibilità sia veicolare che pedonale, giacché le mattonelle dei marciapiedi sono state divelte dai rami degli alberi presenti. Ebbene quell’impegno, come molti altri, è stato mantenuto. Ammonta a 100 mila euro la somma per gli interventi, che prenderanno avvio in tempi rapidi. Abbiamo infatti voluto imprimere una forte accelerazione alle procedure con una gara d’appalto che si terrà ai primi di dicembre e con l’apertura dei cantieri nello stesso mese, prevedendo una pausa solamente durante le festività di Natale. Ma i lavori su via Treviso, per quanto importanti e assolutamente non rinviabili, non sono i soli perché si sta già operando e continueremo ad intervenire sul reticolo viario cittadino per la messa in sicurezza, secondo un piano che è stato modulato secondo vari livelli di priorità”.

La Giunta istituzionalizza il fondo fotografico e documentale di “Giuliesi per sempre” inserendolo nel sistema di museo diffuso cittadino.

Il sindaco: “Un patrimonio importante non solo calcistico ma anche sociale e culturale”.

 

Giuliesi per sempre

Giuliesi per sempre

In occasione del 90° anniversario della nascita ufficiale del Giulianova calcio, avvenuta nel dicembre 1924, la Giunta ha deliberato l’inserimento del patrimonio documentale dell’associazione “Giuliesi per sempre”, esposta e conservata nella sede di Corso Garibaldi inaugurata il 19 aprile scorso, nel sistema di museo diffuso cittadino.

Il legame con i colori giallorossi da parte di alcuni appassionati, ai quali va la mia riconoscenza, ha consentito, grazie anche alla famiglia Barnabei, di non disperdere tessere fondamentali della nostra storia calcistica. E così, pazientemente, è stato adunato un fondo prezioso costituito da trofei, articoli, foto che hanno immortalato momenti di grande impatto emotivo e giocatori di straordinaria levatura, da Franco Tancredi a Giuseppe Lelii, ma anche allenatori e dirigenti. Insomma – continua il sindaco Francesco Mastromauroun patrimonio importante non solo sotto il profilo della storia calcistica ma anche sociale e culturale della città con valenze persino turistiche. Per cui abbiamo ritenuto logico inserire nel sistema di museo diffuso la collezione di “Giuliesi per sempre” con l’auspicio di una maggiore attenzione da parte dei giovani affinché possano trarre lo stimolo a far tesoro dei sani valori sportivi, oggi più che mai necessari”.

 

 

Riunione a Pescara con i comuni costieri riguardante l’imposta regionale sulle concessioni statali dei beni del Demanio.

L’assessore Guidobaldi ribadisce la necessità di un tavolo del turismo costiero permanente e propone di ripartire i costi dello spiaggiato coinvolgendo anche i Comuni interni.

 

Si è tenuta oggi, 20 novembre, a Pescara, nella struttura regionale di via Catullo, una riunione con gli amministratori dei Comuni costieri abruzzesi convocata dall’assessore Dino Pepe in vista della revisione della L.R. 11/2002, inerente l’imposta regionale sulle concessioni statali dei beni del demanio e del patrimonio indisponibile. L’assessore al Turismo Pierangelo Guidobaldi, delegato dal sindaco, nell’occasione ha ribadito la necessità, già espressa dal sindaco Francesco Mastromauro in sede ANCI, di un tavolo del turismo costiero permanente. “Credo che la sua istituzione non sia assolutamente rinviabile perché c’è necessità di un confronto costante tra tutte le realtà dell’Abruzzo costiero, che non possono agire isolatamente né possono essere abbandonate a sé stesse come accaduto negli ultimi anni”.

Altra proposta, formulata dal sindaco Mastromauro e che l’assessore ha rilanciato, concerne il coinvolgimento dei comuni interni
così da garantire un’equa ripartizione dei costi dello spiaggiato. “Anche in questo caso il sindaco ha formulato un’idea logica che mi trova perfettamente d’accordo. E’ risaputo – dice Guidobaldi – come il materiale che si deposita sulle nostre spiagge proviene, nella stragrande maggioranza dei casi, dai corsi fluviali. Chiaro quindi che non è più pensabile che siano solo le località costiere a doversi fare carico della raccolta e dello smaltimento dello spiaggiato”.

Pierangelo Guidobaldi

Pierangelo Guidobaldi