dalla Città

dalla Città

 

Anche al Centro “Primavera” si festeggia San Martino

 

Musica, comicità e letture animate per un’iniziativa aperta a tutti

 

 

 

Anche al Centro sociale “Primavera” si festeggia San Martino. Si intitola infatti “Le tradizioni di San Martino” il pomeriggio di intrattenimento ed animazione che il Comune, con la collaborazione della cooperativa sociale “Mano a Mano”, a partire dalle 16 di martedì 11 novembre ha promosso per allietare gli ospiti della residenza protetta per anziani ma anche tutti coloro che vorranno prendervi parte.

 

 

 

La festa sarà ricca di appuntamenti, con letture animate da bambini, storie e racconti anche in vernacolo e con la partecipazione straordinaria del cabarettista Angelo Carestia che delizierà gli ospiti con simpaticissimi sketch.

 

 

 

Non mancherà la musica dal vivo con il maestro Guido Napoletani e il suo organetto. Al termine, un gradito omaggio per tutti gli ospiti del Centro.

 

 

 

L’invito a partecipare è rivolto anche a tutti coloro che hanno voglia di trascorrere un pomeriggio spensierato e divertente.

 

Il centro del riuso presentato ad “Ecomondo”

Illustrato il servizio attivato a San Benedetto grazie al progetto comunitario PRISCA 

 

Nel corso della 18esima edizione di “Ecomondo” la fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile che si è tenuta a Rimini dal 5 all’8 novembre, si è svolta la seconda conferenza “PRISCA. Progetto pilota di riutilizzo su scala a partire dal flusso dei rifiuti solidi urbani” nel corso della quale l’assessore all’ambiente Paolo Canducci e il funzionario comunale Sergio Trevisani, insieme ai rappresentanti della cooperativa sociale “Hobbit” che gestisce il centro, hanno presentato il Centro del riuso di San Benedetto del Tronto.

 

I rappresentanti dell’Amministrazione sambenedettese hanno illustrato lo stato dell’arte del servizio ubicato nella sede di Picenambiente, in contrada Monte Renzo (zona Ragnola), dove si raccolgono mobili, vestiti, apparecchiature elettriche ed elettroniche e molti altri oggetti ancora in condizioni di essere riparati o rinnovati.

 

Particolare rilievo è stato dato al fatto che la nascita del Centro è stata possibile grazie al progetto PRISCA finanziato dall’Unione Europea che si prefigge di allungare la vita a molti oggetti altrimenti probabilmente destinati alla discarica e che prevede la realizzazione di due Centri di riuso, uno a Vicenza (già esistente e riorganizzato) e l’altro, appunto, a San Benedetto del Tronto (creato ex novo) nei quali si vuole verificare anche l’autosufficienza economica degli stessi.

 

“Abbiamo voluto evidenziare – spiega l’assessore all’Ambiente Paolo Canducci – che mai come in tema ambientale, la partecipazione e condivisione dei cittadini sono indispensabili per la riuscita di qualsiasi iniziativa. Per questo, per raccogliere indicazioni per noi preziose, stiamo chiedendo ai sambenedettesi di rispondere ad un semplice questionario, compilabile online, attraverso il quale vogliamo capire quanto può essere importante disporre in città di un servizio che possa consentire da un lato la consegna di beni non più utili ma ancora funzionanti, dall’altro l’acquisto di oggetti usati”.

 

Il questionario si trova a questo indirizzo https://it.surveymonkey.com/s/prisca3 e le risposte saranno raccolte e archiviate in forma assolutamente anonima e nel rigoroso rispetto della normativa che regola la riservatezza dei dati.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com