dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

Si è chiuso oggi il ciclo di incontri dedicato al Progetto Eureka, best practice della Regione Marche

Si è svolto oggi l’ultimo appuntamento previsto dal ciclo di incontri dedicati al Progetto Eureka, promosso dalla Regione Marche, grazie al contributo del Fondo sociale europeo, che istituisce percorsi di dottorato in collaborazione tra le quattro Università marchigiane e le imprese del territorio regionale. Le tre edizioni, complessivamente, hanno offerto, a oltre 270 ragazzi, la possibilità di fare ricerca presso le imprese. Il convegno di oggi, “4EUREKA Storytelling: la parola ai protagonisti”, si è aperto con l’intervento di Gabriele Gabrielli, Fondazione Lavoroperlapersona che ha seguito tutti gli incontri. Gabrielli ha sottolineato come quello odierno sia stato un incontro speciale, in quanto oltre a essere presenti molti dottorandi, sono stati  riuniti tutti i protagonisti di questo progetto, le quattro università, le imprese, la Regione. Ha quindi ricordato che Eureka è stata e deve continuare a essere un’occasione anche per creare contatti e mettere in comunicazione i dottorandi; questa è stata l’idea base di 4Eureka, i cui elementi fondamentali restano la conoscenza, il valore delle relazioni, la progettualità e l’impegno, la proattività. Sono quindi seguiti le testimonianze – affidate alla viva voce di quattro dottorandi Eureka (Gabriele Achille, Ph.D Eureka UniCam/Az. Agricola Valle di Fiordimonte; Francesco De Stefano, Ph.D Eureka UniMc/Gruppo Loccioni; Fabio Marcheggiani, Ph.D Eureka Univpm/Angelini ACRAF; Caterina Soldati, Ph.D Eureka Uniurb/Cooperativa LAI Momo), che hanno raccontato la loro storia personale,  le proprie aspirazioni e ambizioni per il futuro – e un dibattito, animato da rappresentanti del mondo accademico, imprenditoriale e sindacale. Sauro Longhi, Magnifico Rettore Università Politecnica delle Marche, Enrico Loccioni, Presidente Gruppo Loccioni e Stefano Mastrovincenzo, Cisl Marche si sono confrontati in una tavola rotonda che ha voluto offrire una riflessione sul futuro di Eureka, come strumento per contribuire allo sviluppo del territorio e delle persone che lo abitano. Hanno inoltre sottolineato come Eureka sia uno strumento per promuovere il lavoro. Tra i due momenti è stata offerta una prospettiva futura del portale WEureka, la modalità interattiva di interconnessione tra i dottorandi, a cura di Massimiliano Gatto, Ph.D Eureka UniMc/Gruppo Loccioni. 4Eureka si è aperto nello scorso mese di maggio, con un evento di presentazione dei progetti 4Eureka e WEureka; si è poi proseguito, a metà luglio, con una riflessione sul valore delle relazioni e, a settembre, infine, uno spunto più pragmatico è stato offerto da un confronto su cosa rappresenti il lavoro e come si possa crearlo in modo innovativo. Imprenditori, docenti, borsisti si sono alternati in veste di relatori, portando ognuno il proprio interessante punto di vista. L’assessore al Lavoro, Marco Luchetti, ha così commentato questa giornata: “Spero che i ragazzi del Progetto Eureka si sentano parte attiva del cambiamento della nostra Regione. Nel nostro territorio abbiamo tante opportunità e una tradizione imprenditoriale importante: il nostro compito è fornire a questi giovani gli strumenti per diventare protagonisti”.  Alla domanda su quale sviluppo veda per questo progetto, ha risposto:  “Ora siamo tutti collegati tramite il web e mi auguro che questo consenta ancora di più di creare una comunità coinvolta in un percorso di crescita comune. Attraverso il web mi aspetto anche proposte di implementazione, idee, suggerimenti. Chi ha idee da sviluppare deve sapere di poter trovare, negli strumenti messi in atto dalla Regione, grazie anche ai fondi strutturali, un supporto adeguato. Infine un ringraziamento particolare va a tutti i partner di questo progetto, a Gabriele Gabrielli e Renzo Libenzi che hanno ideato e seguito le nostre quattro giornate.  Il mio auspicio è che questi incontri siano serviti per capire l’importanza di stare insieme e fare rete, perché solo insieme si cresce e si può fare quel salto di qualità essenziale per vincere la sfida della crisi”.

“CANTINE APERTE A SAN MARTINO”, MALASPINA AL PRESIDENTE MTV MORODER: “POLEMICA STERILE, LA REGIONE È VICINA AI PRODUTTORI DI VINO”.

“Rimango davvero stupita e dispiaciuta di questo attacco gratuito e infondato: sono sempre pronta a sostenere le iniziative dei territori, piccole o grandi che siano, senza fare conteggi di sorta. Appassimenti aperti è una iniziativa di pregio a cui l’unico sostegno dato è stata la mia presenza, in quanto invitata dagli organizzatori”. È quanto replica l’assessore all’Agricoltura, Maura Malaspina, alle considerazioni del presidente del Movimento del turismo del vino, Serenella Moroder, che ieri, presentando alla stampa la manifestazione “Cantine aperte a San Martino”, aveva accusato la Regione e l’assessore di “pensare solo agli Appassimenti aperti” di Serrapetrona. “La Moroder ben conosce gli impegni di un assessore. Tuttavia sarei stata ben felice di sostenere la manifestazione del Movimento turistico del vino, ma non mi risulta di essere stata invitata alla conferenza stampa e alla manifestazione – chiarisce la Malaspina – Non è mio costume presentarmi senza invito. E a proposito del sostegno della Regione, ricordo che la manifestazione Cantine aperte di maggio risulta inserita nel calendario degli eventi 2015 L’Expo nelle Marche: pertanto non corrisponde al vero che gli associati del Movimento turismo del vino Marche vengano ignorati. In ogni caso la Moroder ha trovato il modo per pubblicizzare ulteriormente l’iniziativa, inveendo contro il mio assessorato che ha investito con l’Ocm (Organizzazione comune di mercato) vino, dal 2012 al 2014, circa 15,5 milioni di euro per ristrutturazioni, investimenti e promozione, in Paesi terzi, a favore dei produttori vitivinicoli marchigiani, senza considerare i 9,4 milioni di euro per la promozione del vino e 42 milioni per gli investimenti nel settore previsti nel Psr (Piano di sviluppo rurale) 2007-2013. Per il 2014-2015 la previsione per la promozione dei vini verso i Paesi terzi (fuori dall’Unione europea) è quasi raddoppiata, mentre nel nuovo Psr lo stanziamento per la promozione rimane pressoché lo stesso. Mi auguro che la polemica, sterile e ingiustificata, servirà almeno ad aumentare il successo dell’iniziativa, a cui vanno i miei migliori auguri”.

 

Corto Dorico tra passione per il cinema e impegno sociale

 

 

Corto DoricoCorto Dorico

 

FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO CORTO DORICO 2014

DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA PIETRO MARCOLINI.

Ancona, 2014-11-13 – “Un festival coraggioso e di qualità che arricchisce le Marche e in particolare il suo capoluogo. E’ l’undicesima edizione per uno dei piccoli festival italiani di cinema breve, che si è consolidato nel tempo e che da esperienza circoscritta si è trasformato in momento di cinema tra i più apprezzati da autori, critici e pubblico. Un dato per tutti: il numero di registi, ben 150, anche esteri, che hanno voluto aderire al concorso inviando il corto di loro produzione. La notorietà del Festival è riconosciuta anche dai numerosi giovani talenti che ha scoperto e lanciato sullo scenario cinematografico nazionale e non solo. La Regione Marche è al fianco degli organizzatori, anche attraverso la Fondazione Marche Cinema Multimedia, nei sei giorni di proiezioni, sfide tra cortometraggi, mostre, musica, incontri con personaggi straordinari, masterclass e coinvolgimento del pubblico e degli studenti delle scuole. Diverse sono le location scelte, anche di pregio culturale, e sempre più evidente è il ritorno turistico di un evento che ha al centro la passione per il cinema e l’impegno sociale”.

Corto Dorico

Corto Dorico

TORNA AD ANCONA CORTO DORICO DALL’8 AL 14 DICEMBRE

CON UN LUNGO OMAGGIO AL “NUME DORICO” DANIELE CIPRÌ

JOSHUA OPPENHEIMER E PINO DONAGGIO TRA GLI OSPITI PIÙ ILLUSTRI

I 7 FINALISTI + 1 IN GARA SI CONTENDERANNO 4750 EURO

NELLA GIURIA 2014 ROSSETTO, DONVITO, INAUDI E NUNZIATA

Il Festival del Cortometraggio Corto Dorico 2014, co-organizzato dall’associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona, con il contributo di Regione Marche e Fondazione Marche Cinema Multimedia, con il sostegno di Cooss Marche, Università Politecnica delle Marche, Museo Tattile Statale Omero, Amnesty International Italia Coop Adriatica, si terrà ad Ancona dall’8 al 14 dicembre 2014, in diverse location, fra cui la settecentesca Mole Vanvitelliana, i cinema cittadini e altri luoghi.

Superando le difficoltà economiche, spronato dai tanti inviti a resistere, Corto Dorico, uno dei piccoli festival italiani di cinema breve più apprezzati da autori, critici e pubblico, tornerà dunque anche quest’anno, festeggiando per l’occasione la sua undicesima edizione, che sarà ricca di novità, non solo per gli amanti del cinema e i curiosi, ma anche per chi è attento all’impegno sociale.

I talenti in gara: da 150 a 8 per 4750 euro

Tanti gli ospiti e le iniziative che verranno presentate, e anche di più, ben 150, sono stati i registi che hanno voluto aderire al concorso, inviando un corto di loro produzione, anche dall’estero (da Brasile, Francia, Gran Bretagna, ecc.), ma solo 8 arriveranno alla finale di sabato 13 dicembre per concorrere ai 4750 eurodimontepremi in palio. Tra questi ne sono stati scelti 7 e l’ottavo sarà il pubblico a deciderlo durante ilCorto Slam di lunedì 8 dicembre. Dopo l’inaugurazione del Festival lunedì 8, nell’Auditorium della Mole Vanvitelliana, verranno, infatti, proiettati i 7 cortometraggi che non sono riusciti ad accedere alla finale per un soffio e il pubblico in sala potrà votare il proprio corto preferito. L’elenco completo dei semifinalisti e finalisti in gara è disponibile alla pagina www.cortodorico.it

Tributo a Daniele Ciprì

L’edizione 2014 sarà dedicata al regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì (Cinico Tv con Maresco, È stato il figlio,La buca). Corto Dorico gli renderà omaggio in qualità di Nume Dorico, ovvero di padrino della manifestazione insieme agli altri due grandi Numi, l’attore Toni Servillo e il critico cinematografico Steve della Casa. Il pubblico del Festival potrà così vedere il nuovo film di Ciprì, La buca, con Sergio Castellito, Rocco Papaleo e Valeria Bruni Tedeschi, alla presenza del regista e del compositore delle musiche Pino Donaggio(giovedì 11 dicembre). 15 giovani professionisti del settore potranno inoltre frequentare una Masterclass inDirezione della Fotografia, curata proprio da Ciprì, in collaborazione con il Museo Omero di Ancona, laFondazione Marche Cinema Multimedia e la Scuola di Cinema OffiCine Mattoli di Tolentino (venerdì 12 dicembre, per iscrizioni: info@niewiem.org/ 333-7959380).

Tributo a Pino Donaggio

Per tributare omaggio a Ciprì, e celebrarlo insieme a Corto Dorico, interverranno alcuni grandi autori che hanno lavorato con lui, come il celebre cantautore e compositore Pino Donaggio, uno dei più grandi autori di colonne sonore per film, fra cui i cult Carrielo sguardo di Satana di Brian De Palma, Piranha di Joe Dante, Non ci resta che piangere di Troisi & Benigni.

A Donaggio verrà dedicato, giovedì 11 dicembre, un esclusivo Percorso tattile-sonoro al Museo Statale Tattile Omero a cura di Annalisa Pavoni , dove un’istallazione site specific coniugherà il suono alle forme per ampliare, attraverso la musica di Donaggio, l’esperienza sensoriale e dare voce all’immaginario. A seguire, in un incontro a cui prenderà parte anche Ciprì, verrà presentata la colonna sonora del film La buca, realizzata da Donaggio con la collaborazione al piano di Stefano Bollani.

La mattina, invece, Donaggio incontrerà le scuole, in un incontro/lezione per la sezione Ora di Cinema di Corto Dorico, organizzata con il contributo della Fondazione Marche Cinema Multimedia, il Liceo Rinaldini di Ancona e curata dal critico Roberto Pugliese, nella quale verrà presentato agli studenti lo stretto legame tra il suo lavoro di compositore per il mondo del cinema e la sua musica.

Special Guest (in video): Joshua Oppenheimer

Nella sua undicesima edizione Corto Dorico omaggerà di nuovo, dopo Coralina Cataldi Tassoni ospitata nel 2010, un altro protagonista del cinema internazionale: Joshua Oppenheimer. Per l’occasione sabato 13 e domenica 14 dicembre verranno proiettati i due film documentari che hanno reso celebre il regista statunitense, rispettivamente The act of killing e The look of silence. Dopo la proiezione di The look of silence sarà possibile seguire una conference call in diretta da New York con il regista, per un evento esclusivo, dedicato alconnubio tra Cinema e storia, con il contributo di Università Politecnica delle Marche, in collaborazione con il Consiglio Studentesco di Ateneo e ACU Gulliver.

Eventi collaterali

Diversi saranno poi gli eventi collaterali, a partire dalla nuova sezione del Festival, Salto in lungo, dedicata a registi finalisti delle passate edizioni di Corto Dorico e approdati nel frattempo al lungometraggio: a inaugurare la sezione sarà il film Senza Nessuna Pietà di Michele Alhaique che verrà proiettato mercoledì 10 dicembre, al Cinema Italia, alla presenza del regista e della protagonista Greta Scarano, in collaborazione con CGS Sentieri di Cinema.

Per la sezione InOut verrà presentato Animazioni 3 – Cortometraggi Italiani Contemporanei a cura di Paola Bristot e Andrea Martignoni, terza uscita di una collezione in DVD di cortometraggi animati italiani contemporanei (venerdì 12).

Per la sezione Ora di Cinema il pubblico potrà incontrare Alessandro Rossetto, regista nonché presidente della Giuria di Corto Dorico 2014, che terrà una preziosa lezione di regia a tutto campo, a partire dal suo film Piccola Patria (sabato 13 dicembre). Sempre sabato è in programma il consueto Party a cura di Raval, che curerà anche gli AperiCena per il Corto Slam e la Finale di Corto Dorico.

Anteprime – Aspettando Corto Dorico 2014

In attesa dell’inizio del Festival segnaliamo due anteprime. La prima è Corto Dorico Replay, trasmissione televisiva dedicata da èTV Marche ai migliori cortometraggi dell’edizione 2013 (in onda sabato 15 e 22 novembre, ore 22). L’altra andrà in scena venerdì 21 novembre, per la rassegna Ad Alta Voce, organizzata daCoop Adriatica, durante la quale verrà proiettato il corto Ce l’hai un minuto?, Premio della Giuria Giovani al Miglior Cortometraggio di Corto Dorico 2013.

 

Segnaliamo infine che tra i nuovi partner tecnici di Corto Dorico 2014 figurano il canale Sky Arte e il portaleTrivago. Segno che investire in cultura ripaga.

 

Ufficio stampa: Valeria Memè (329 8887357), Anna Maurizi (349 3479730)

Infowww.cortodorico.it | cortodorico@cortodorico.it

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com