dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2014-11-25

LABORATORIO DIETA MEDITERRANEA – CONFERENZA STAMPA IN REGIONE

 

Questa mattina in Regione si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea di Montegiorgio (Fm) e della Fiera delle Qualità-La Dieta Mediterranea che si terrà il 30 novembre sempre a Montegiorgio. Hanno preso parte all’incontro tra gli altri l’assessore Maura Malaspina il presidente del Laboratorio e autore del libro “Dieta mediterranea – Il tempio della Sibilla”, Lando Siliquini,  e il vice presidente Michele Ortensi, assessore alla Cultura del Comune di Montegiorgio.

“Martedì scorso – ha detto Malaspina – è nata ufficialmente l’Associazione “Laboratorio Piceno della Dieta mediterranea”, la compongono esponenti di diversi settori: medici, operatori del turismo, cuochi, storici, scrittori, esperti di comunicazione a dimostrazione di quanto questo argomento sia importante sotto ogni aspetto della vita sociale, economica e culturale del nostro territorio. Il Laboratorio sta portando avanti tre obiettivi. Il primo è fare chiarezza sulla Dieta mediterranea studiata e validata scientificamente a Montegiorgio, che quindi si è formata sullo stile di vita dei marchigiani e rappresenta l’insieme delle conoscenze, dei saperi, delle attitudini, della cultura della nostra comunità. Essa si fonda sul rispetto del territorio e sulla biodiversità, mantiene la cultura dei mestieri e delle tradizioni legate alla pesca e all’agricoltura. Il secondo obiettivo è la divulgazione della Dieta nelle scuole, tra gli operatori sanitari, tra i cittadini, nel mondo dello sport. Infine sarà importante costituire una rete tra piccoli produttori agroalimentari, promuovere presso i ristoratori il menù della Dieta con la conseguente riscoperta delle tradizioni alimentari, anche al fine di aumentare l’attrazione turistica delle Marche. In questo percorso s’incastona l’appuntamento di domenica prossima 30 novembre con la Fiera delle Qualità a Montegiorgio. Voglio infine anticipare che la Regione sta preparando il primo Convegno internazionale sulla Dieta mediterranea che si terrà nella prima metà del 2015 in perfetta aderenza con le tematiche che affronterà l’Expo di Milano”.

Durante l’incontro è emerso che le Marche vantano il primato della validazione scientifica dei positivi effetti della Dieta. “Il cosiddetto studio delle Sette nazioni sulla prevenzione degli infarti – ha detto Siliquini – grazie a uno dei suoi promotori e nostro conterraneo, Flaminio Fidanza, ha preso in esame per ben 30 anni la popolazione di Montegiorgio. Non solo lo stile alimentare, ma il contesto sociale, la convivialità, l’ambiente circostante, concludendo per innegabili effetti positivi sullo stato di salute delle popolazioni residenti. Si tratta di uno studio estremamente importante in campo scientifico, sia per l’ampissimo arco temporale di riferimento, sia per gli studi che ad esso hanno fatto seguito”.

Dieta Mediterranea
Dieta Mediterranea

25 nov 2014 00:00:00:000
ACCORDO TARIFFE ASSISTENZA RESISTENZIALE E SEMIRESIDENZIALE, LA REGIONE RECEPISCE L’INTESA.

Almerino Mezzolani
Almerino Mezzolani

La Giunta regionale ha recepito l’accordo sulle tariffe per l’assistenza residenziale e semiresidenziale tra la Regione Marche e i principali Enti gestori delle strutture: la componente maggioritaria dell’offerta garantita sul territorio agli anziani, ai disabili e nell’ambito delle patologie della salute mentale. L’intesa verrà sottoscritta insieme ad Anci Marche (l’associazione dei Comuni), Aris, Aiop Rsa, Anaste, Coordinamento cooperative sociali Marche, Comitato regionale enti gestori strutture per anziani senza fine di lucro. “È un accordo importante per il raggiungimento del quale abbiamo lavorato in stretta sintonia con l’assessorato regionale alle Politiche sociali e gli enti gestori – evidenzia l’assessore alla Salute, Almerino Mezzolani – Vengono portate a uniformità una serie di servizi e prestazioni, in modo da garantire, sul territorio regionale, stesse opportunità e stessi standard a seconda dell’area di riferimento assistenziale. La sanità marchigiana si rafforza ulteriormente, a tutto vantaggio di un’assistenza di qualità, erogata secondo le reali esigenze delle famiglie e delle persone soggette a fragilità”. La necessità di raggiungere, nelle Marche, un’omogeneità tariffaria per le strutture residenziali e semiresidenziali delle aree anziani, disabili e salute mentale, rappresenta la logica evoluzione delle disposizioni, già emanate nel 2013, in merito agli standard assistenziali e alla percentuale di compartecipazione degli utenti. Le nuove tariffe entreranno in vigore dal prossimo primo dicembre e saranno valide per 36 mesi. L’Asur le applicherà dal primo gennaio 2015, per consentire alle strutture di uniformarle agli standard assistenziali riconosciuti dalla Regione.

 

UNA LEGGE DI RIORDINO PER CONSOLIDARE IL SISTEMA DI SOLIDARIETA’ SOCIALE. VIVENTI: “SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA”.

È stata approvata, questa mattina, dall’Assemblea legislativa, la legge relativa al “Sistema regionale integrato dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia”. Ne dà notizia l’assessore alle Politiche sociali Luigi Viventi, che questa mattina in aula ha sottolineato come questa legge normi in modo strutturale le condizioni per una efficace integrazione sociosanitaria e, al contempo, stabilisca uno spazio certo per tutti i settori del sociale non legati alla sanità, in grado di integrarsi con il quadro generale delle politiche di welfare per garantire la prevenzione, il contrasto e la rimozione delle cause del disagio e dell’emarginazione sociale. “Tra i capisaldi di questa legge – ha sottolineato l’assessore – c’è il sostegno alla famiglia, in particolare a quella con minori, persone disabili o anziani non autosufficienti, quale soggetto centrale e attivo nella costruzione del sistema di solidarietà sociale”. La legge, attesa da più di un decennio, è il consolidamento di tutte le esperienze condotte negli anni, sia nell’organizzazione dei servizi, sia nella regolamentazione degli interventi: un riordino di norme, buone prassi e delibere, che rende organica l’attività sinora condotta e interviene anche nei settori che fino a questo momento non avevano leggi dedicate. In virtù dell’integrazione sociosanitaria, ora prevista per legge, si ribadisce la centralità del distretto come punto di coordinamento tra sociale e sanitario sul territorio. Si potenziano inoltre le funzioni degli Ambiti territoriali sociali (Ats), per favorire una più ampia progettazione. La Legge rende obbligatoria la gestione associata del sociale negli Ats, tramite l’associazione dei Comuni, a prescindere dalle loro dimensioni. Tra le novità più significative va sottolineata la previsione dei livelli essenziali delle prestazioni, con la conseguente creazione delle premesse affinché possa realizzarsi una effettiva rete in grado di contrastare le povertà estreme. Dal punto di vista finanziario si introduce il fondo unico delle politiche sociali, diviso nei vari settori, per l’ottimizzazione delle risorse. Si innalza infine la qualità del settore anche attraverso il potenziamento delle professionalità, con l’istituzione degli albi delle professioni del sociale. La legge approvata questa mattina in aula introduce una tripartizione tra settore sanitario, sociosanitario e sociale puro, con lo scopo di garantire livelli essenziali di welfare in tutti i settori di competenza del sociale, compresi quelli non legati direttamente all’integrazione sociosanitaria, ma che richiedono collegamenti con altre politiche di welfare (lavoro, istruzione, formazione professionale, politiche giovanili, politiche abitative). Per questo motivo si è ritenuto di delegare al Piano socio-sanitario regionale i settori materno-infantile, disabilità per la parte socio-sanitaria, salute mentale, anziani per la parte socio-sanitaria (ADI, strutture socio-sanitarie, tariffe, standard, governo della domanda), demenza per la parte socio-sanitaria (tariffe, livelli assistenziali standard), dipendenze patologiche e fragilità varie e, quindi, di delegare al Piano Sociale regionale la programmazione e gli interventi riguardanti minori (affido familiare, nidi d’infanzia, servizi integrativi all’infanzia), disabilità (vita indipendente, assistenza domiciliare ai gravi), anziani (assistenza domiciliare Sad, assegno d cura, longevità attiva, Italia Longeva, domotica), politiche di sostegno al terzo settore (cooperazione, volontariato, promozione sociale), politiche di lotta alla povertà (assoluta e relativa), gestione dei fenomeni migratori(corsi di lingua, anti discriminazioni), Ipab – rapporto con gli ambiti sociali, gestione associata dei servizi sociali, Isee per accesso ai servizi a domanda agevolata, politiche per la famiglia.

 

VERSO GLI STATI GENERALI DELLE AREE PROTETTE IL 4 E 5 DICEMBRE A FABRIANO  – CONFERENZA STAMPA IN REGIONE

 

Si terranno nelle Marche, a Fabriano, i prossimi 4 e 5 dicembre, gli Stati generali delle aree protette, appuntamento che chiama a raccolta tutto il movimento nazionale che ruota intorno ai  Parchi e alle riserve naturali.

L’assessore all’Ambiente Maura Malaspina ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione dell’evento tenuta oggi in Regione.

“Ogni giorno affrontiamo una crisi strutturale – ha detto l’Assessore – che colpisce innanzitutto i paesi più sviluppati. Insieme al dato economico e finanziario, essa è caratterizzata anche dall’emergere impetuoso della crisi ambientale che come ci dimostrano tutti i dati scientifici più recenti è ancora più acuta di quanto si prevedesse solamente alcuni anni fa. Come afferma il titolo dell’evento che le Marche ospiteranno, la Natura è bene e risorsa per l’Italia. Per questo è essenziale investire sulla difesa della biodiversità. La Regione Marche è l’unica Regione d’Italia ad avere tutti i Parchi certificati Cets. Si tratta di un metodo di lavoro atto a rafforzare il dialogo territorio-enti-associazioni, in un’ottica progettuale e programmatica delle aree protette, che va in direzione dello sviluppo turistico sostenibile. La Regione Marche, tramite Federparchi, incentivando i Parchi a dotarsi di questa certificazione, ha inteso spingere l’acceleratore verso la crescita economica e occupazionale. Queste aree ricoprono il 10% del territorio delle Marche e a loro spetta di diritto un posto centrale nelle politiche ambientali regionali. La Regione Marche sostiene con convinzione l’azione dei Parchi, anche se le risorse pubbliche nazionali e regionali disponibili sono scese ai minimi termini in questi anni. Infatti nella proposta di assestamento al bilancio 2014  è stato fatto uno sforzo straordinario per rispondere in toto alle loro esigenze assicurando un contributo aggiuntivo di oltre 500mila euro. E’ stata avviata inoltre una nuova strategia, sostenendo il settore delle aree protette con le risorse delle nuove misure del Programma di sviluppo rurale 2014/2020 (Pianificazione forestale, Biodiversità, turismo, produzioni agroalimentari certificate, produzioni Biologiche, energia rinnovabile,  filiera legno-energia, ecc.) per favorire anche lo sviluppo di nuove attività economiche, che potranno portare i Parchi ad autogenerare le risorse necessarie al loro funzionamento”.

 

 

Giacomo Leopardi, il Poeta Infinito

 

 

Leopardi in DVDLeopardi in DVD

QUATTRO FILM IN DVD DEDICATI AL GENIO DI RECANATI.

 

Marcolini: “Integra e suggella la straordinaria e complessa operazione culturale messa a punto dalla Regione con Il giovane favoloso

 

Ancona – Un altro modo di scoprire la vita e le opere del genio di Recanati. Quattro film in dvd che, attraverso le testimonianze di studiosi e dei discendenti della famiglia Leopardi, raccontano un poeta e una persona molto diversi dall’immagine solitaria e triste che ci è stata tramandata, e restituiscono il ritratto di un uomo moderno. Presentati questa mattina in Regione, i quattro film dal titolo: “Giacomo Leopardi, il Poeta Infinito”, saranno in edicola da domani 26 novembre allegati a ‘Repubblica’ e ‘L’Espresso’. Tra le uscite anche un’Antologia illustrata con itinerario leopardiano che permette di rileggere i testi più significativi e quelli meno noti, accanto ad un’ampia raccolta di immagini, manoscritti, prime edizioni e dei luoghi simbolo della vita del poeta.

Leopardi in DVD

Leopardi in DVD

“Il progetto ‘Il Poeta infinito’ – dichiara l’assessore alla Cultura, Pietro Marcolini – integra e suggella la straordinaria e complessa operazione culturale messa a punto dalla Regione Marche con ‘Il giovane favoloso’, che in questi giorni celebra il milione di spettatori, un autentico record in Italia, ed è finalizzata a mantenere nel tempo desta l’attenzione su Giacomo Leopardi, ad ampliare la conoscenza della sua opera nelle scuole e tra il pubblico anche dei non addetti ai lavori.  Insieme ai 4 dvd, girati in gran parte nel nostro territorio, la Regione avrà a disposizione anche un intero documentario dedicato alle Marche al tempo di Leopardi che verrà utilizzato per fini educativi e promozionali. Dopo le attività che a livello nazionale, regionale e locale hanno accompagnato l’uscita del film, questa iniziativa ci consente di rilanciare fortemente l’operazione sul versante della stampa a grande distribuzione. Inoltre sul sito del turismo è disponibile il Grand Tour leopardiano che, dopo l’interessamento delle grandi testate al film e alle Marche, è entrato a far parte degli Itinerari della Cultura della Regione anche in vista di Expo 2015”.

La Legge regionale n.4/2010 prevede all’art. 13 il sostegno da parte della Regione dell’editoria culturale e tra gli interventi individua la pubblicazione di volumi di interesse regionale, rivolti alla conoscenza, promozione e valorizzazione del patrimonio storico, politico e culturale delle Marche, e anche di prodotti multimediali. E’ uno dei progetti editoriali sostenuti nel 2014. Verranno fornite 500 copie per ogni dvd (in totale 2.000 copie) che saranno utilizzate a scopo divulgativo e didattico nel territorio regionale.

Sarà inoltre realizzato un documentario della durata di circa 15/20 minuti i cui contenuti base, tratti dalla serie dei film in dvd, verranno integrati da interviste e curiosità con una maggiore rappresentazione e promozione del territorio regionale. Sarà utilizzato ai fini di valorizzazione della vita e delle opere di Giacomo Leopardi all’interno della comunicazione istituzionale della Regione Marche.

L’opera è un’iniziativa del Gruppo Editoriale L’Espresso, è allegata a La Repubblica o a L’Espresso ed è prodotta da Luigi Berardi per Class93 con la regia di Alessandro Scillitani.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com