I dati sui Disabili Inail

I dati sui Disabili Inail

Ascoli Piceno – Come negli anni passati anche quest’anno il Dipartimento Sicurezza sul Lavoro di CGIL CISL UIL di Ascoli, Piceno ha effettuato la consueta analisi sullo stato dei disabili INAIL nella nostra provincia.

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013

uomini

donne

Totale

Italia

577.621

93.932

671.553

Marche

25.843

5.221

31.064

Ascoli Piceno

4.793

1.177

5.970

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno

uomini

donne

Totale

Disabilità motoria

2.500

719

3.219

Disabilità Psico sensoriale

1.037

141

1.178

Disabilità cardio respiratoria

167

34

201

Altre disabilità

1.089

283

1.372

Totale

4.793

1.177

5.970

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno,

per settore di attività, evento lesivo e tipo di disabilità

AttivitàEventoMotoriaPsico sens.Cardio Resp.AltreTotale
AgricolturaInfortuni

1064

142

16

446

1668

 M.P.

22

43

29

30

124

 Totale

1086

185

45

476

1792

  

Industria/ Serv.Infortuni

2004

413

68

815

3300

 M.P.

107

573

71

76

827

 Totale

2111

986

139

891

4127

  

Conto StatoInfortuni

22

7

0

3

32

 M.P.

0

0

17

2

19

 Totale

22

7

17

5

51

  

TotaleInfortuni

3090

562

84

1264

5000

 M.P.

129

616

117

108

970

 Totale

3219

1178

201

1372

5970

M.P. Malattie professionali

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno, per età e tipo di disabilità

Classi di etàMotoriaPsico sens.Cardio Resp.AltreTotale
Fino a 19 anni

0

1

0

0

1

20-34

42

20

1

13

76

35-49

322

92

14

57

485

50-64

808

277

43

230

1358

65 e più

2047

788

143

1072

4050

Totale

3219

1178

201

1372

5970

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno,

per settore di attività, posizione professionale e tipo di disabilità

AttivitàEventoMotoriaPsico sens.Cardio Resp.AltreTotale
AgricolturaDipendenti

107

22

3

34

166

 Autonomi

976

163

42

442

1626

 Totale

1086

185

45

476

1792

  

Industria/ Serv.Dipendenti

1568

782

113

789

3252

 Autonomi

543

204

26

102

875

 Totale

2111

986

139

891

4127

  

Conto StatoDipendenti

22

7

17

5

51

 Autonomi

0

0

0

0

0

 Totale

22

7

17

5

51

  

TotaleDipendenti

1697

811

133

828

3469

 Autonomi

1522

367

68

544

2501

 Totale

3219

1178

201

1372

5970

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno,

per settore di attività, posizione professionale e tipo di disabilità – industria e servizi

Cond. ProfessionaleMotoriaPsico sens.Cardio Resp.AltreTotale
Occupati aziende Inail

1002

329

52

214

1597

Non individuati

24

11

1

22

58

In età non lavorativa

1085

646

86

655

2472

Totale

2111

986

139

891

4127

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno,

tipo di disabilità –  classi di età e livello

Grado di disabilità

Fino a 19

20-34

35-49

50-64

65 e più

Totale
Medio 11-35%

1

55

375

1028

3036

4495

Grave 34-66%

0

18

95

278

888

1279

Molto grave 7-99%

0

1

6

36

96

139

Assoluto 100%

0

2

9

16

30

57

Totale

1

76

485

1358

4050

5970

 

Disabili titolari di rendita INAIL al 31/12/2013 Prov. Ascoli Piceno,

per livello e tipo di disabilità

Grado di disabilità

motoria

Psico sens

Cardio Resp.

Altre

Totale

Medio 11-35%

2570

821

133

971

4495

Grave 34-66%

567

307

59

346

1279

Molto grave 7-99%

67

24

7

41

139

Assoluto 100%

15

26

2

14

57

Totale

3219

1178

201

1372

5970

 

Si ricorda che nelle Marche, per accordo tra la Regione e l’INAIL, è possibile l’erogazione di cure riabilitative integrative ai lavoratori infortunati o affetti da malattie professionali con oneri a carico dell’Inail.

Queste erogazioni possono essere effettuate sia in strutture pubbliche, sia private accreditate con il Servizio sanitario regionale.

Nel passato queste prestazioni erano erogate esclusivamente nei centri sanitari Inail.

L’accordo è un nuovo servizio offerto ai cittadini che concretizza l’intesa quadro Conferenza Stato-Regioni del febbraio 2013. Viene così potenziata la collaborazione tra gli enti con servizi specifici per i disabili sul territorio.

Esiste inoltre la possibilità di ulteriori convenzioni per nuove forme di collaborazione su progetti di ricerca e di formazione in ambito protesico, di riabilitazione e reinserimento sociale/lavorativo e per iniziative di promozione della pratica sportiva per persone disabili.

Come organizzazioni sindacali riteniamo importante le azioni di coordinamento per il reinserimento nella vita di relazione e lavorativa dei invalidi Inail e delle persone iscritte nell’elenco della Legge 68/99.

Per queste ragioni è necessario un servizio territoriale di rilevazione delle competenze professionali di queste persone incrociandole con le posizioni lavorative chieste dalle aziende.

Occorre inoltre fornire maggiore informazione ai lavoratori disabili sui loro diritti e sui servizi territoriali: casi di presa in carico, valutazione/elaborazione di specifici Progetti Riabilitativi Individualizzati con l’obiettivo di fornire all’infortunato sul lavoro o tecnopatico un sistema di interventi e prestazioni che gli permetta di raggiungere il miglior livello di vita possibile sul piano fisico, funzionale e sociale.

CGIL CISLUIL di Ascoli Piceno ricordano inoltre come l’Italia rischia sanzioni di carattere economico e un ulteriore deferimento alla Corte di giustizia europea per la mancata applicazione di una sentenza della stessa Corte sulla parità di trattamento dei disabili sul lavoro. L’esecutivo di Bruxelles ha infatti valutato la necessità di un adeguamento della legislazione italiana alla direttiva 2000/78/CE in merito alla non discriminazione delle persone con disabilità sul lavoro, dopo che la Corte di giustizia Ue. Aveva condannato il nostro Paese nel luglio 2013.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com