dal Piceno

dal Piceno
Rifiuti, Start, Infrastrutture e Cup
15-12-2014

Tante problematiche in agenda entro fine anno

Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, alla presenza dei Consiglieri Sergio Corradetti, Alberto Antognozzi e Bruno Menzietti, ha fatto il punto in una conferenza stampa svoltasi stamane a palazzo San Filippo su alcuni importanti questioni riguardanti l’Ente e il territorio che verranno affrontate nei prossimi giorni prima della fine dell’anno.

Lunedì si svolgerà l’Assemblea dell’Ata sull’emergenza rifiuti nella quale saranno esaminate le proposte avanzate dalle società Ascoli Servizi Comunali e Picenambiente. Tra le soluzioni più sostenibili c’è quella di varare, entro la metà di gennaio, un’ordinanza in deroga della Provincia per l’abbancamento dei rifiuti nelle vasche non utilizzate della discarica di Relluce. Un provvedimento che consentirà di gestire questa fase transitoria oltre l’estate e comunque, per buona parte del 2015, in attesa di approvare il Piano d’Ambito sui rifiuti così come deciso dalla maggioranza dei Comuni nella scorsa Assemblea dell’Ata, puntando anche ad un incremento sensibile della raccolta differenziata.

“Proprio stamane – evidenzia il Presidente D’Erasmo – ho avuto un proficuo colloquio con l’Arpam, l’obiettivo è quello di strutturare un’ordinanza della Provincia di concerto con tutti gli enti e i soggetti che controllano a livello ambientale la vita della discarica. Un atto amministrativo che, attraverso importanti riprofilature delle vasche, permetta in tutta sicurezza di allocare i rifiuti a Relluce e, contemporaneamente, preveda delle azioni significative per un miglioramento oggettivo della qualità ambientale del sito, sotto l’aspetto del percolato e di altre problematiche. Con la Provincia di Fermo – ha aggiunto il Presidente – faremmo comunque un accordo preventivo, da utilizzare solo in caso di necessità, per il trasferimento dei rifiuti nella discarica di San Biagio”.

Altra questione affrontata la governance della Start, che vedrà domani l’Assemblea dei soci. “L’obiettivo della Provincia è il rilancio della società con un piano industriale che imprima una svolta della gestione affrontando le sfide del futuro con un occhio attento ai bilanci che presentano forti criticità – ha dichiarato il Presidente D’Erasmo – a tale proposito, invito il Consiglio di Amministrazione ad una riflessione sui tanti problemi che gravano sulla società e a fare con serenità e senso di responsabilità un passo indietro”.

Questo mercoledì si svolgerà un’importante conferenza dei servizi con la Provincia di Fermo nella quale saranno analizzati vari temi e si farà il punto sul progetto di ricostruzione del Ponte di Rubbianello, che collega i comprensori delle due Province e costituisce un’infrastruttura fondamentale per la viabilità dal punto di vista della mobilità ed economico. La progettazione da parte dei tecnici dei due enti territoriali procede a buon ritmo e l’intento è quello di affidare i lavori entro febbraio.

Ultima questione affrontata la ratifica venerdì prossimo dell’accordo con il Consorzio Universitario Piceno per il riconoscimento della quota dovuta di un milione di euro attraverso la vendita con evidenza pubblica dell’immobile della Provincia di via Tornasacco o la sua cessione diretta al Consorzio in caso di mancata vendita.

Il Presidente D’Erasmo ha infine fatto cenno alla complessa questione di armonizzare la normativa Delrio sul riordino delle Province con la Legge di Stabilità auspicando emendamenti migliorativi al Senato della Finanziaria e una rapida assegnazione delle funzioni da parte delle Regioni in sinergia con i Comuni per evitare il collasso istituzionale e finanziario dei nuovi Enti di Area Vasta.

La scrittrice Simona Sparaco in Provincia
Incontro con la scrittrice Simona Sparaco
15-12-2014

I Monti Sibillini al centro del nuovo romanzo “Se Chiudo gli Occhi”

I magnifici e suggestivi scenari dei nostri Monti Sibillini sono al centro del nuovo romanzo edito dalla casa editrice Giunti “Se Chiudo gli Occhi” di Simona Sparaco, affermata scrittrice a livello nazionale e sceneggiatrice, presente in questi giorni nel Piceno impegnata in una serie di conferenze per presentare la sua ultima fatica letteraria.

L’autrice è stata ricevuta stamane a palazzo San Filippo, presente il Consigliere Alberto Antognozzi, dal Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, soddisfatto per una iniziativa culturale che costituisce una preziosa occasione per accendere i riflettori sulle straordinarie risorse ambientali, culturali ed artistiche della nostra montagna che, anche sulla letteratura contemporanea, continua ad esercitare un fascino senza tempo con la forza dei suoi paesaggi e delle sue tradizioni.

Simona Sparaco, che vive tra Roma e Singapore, ma con famiglia di origini marchigiane, ha collaborato come autrice per serie televisive quali “Love Bugs” e “Don Luca c’è” e nel 2013, per Giunti, ha pubblicato “Nessuno sa di noi”, un istantaneo bestseller del passaparola, ristampato in 15 edizioni, vincitore del Premio Roma e finalista nella cinquina del Premio Strega.

Protagonista del romanzo è Viola che, insieme al padre artista famoso compie un viaggio nelle Marche, loro terra d’origine, alla ricerca dei valori veri della vita e della riconciliazione tra padre e figlia riscoprendo alle pendici dei Sibillini il senso degli affetti e delle cose perdute.

“E’ il mio quinto romanzo – ha dichiarato Simona Sparaco – e sta riscuotendo molto successo tra il pubblico con una grande tiratura e questo mi fa piacere perché contribuisce a far conoscere ai lettori le bellissime montagne dei Sibillini e il territorio Piceno che merita di essere visitato dai grandi circuiti del turismo di massa per le sue grandi risorse ambientali ed artistiche. Mi ha sempre colpito, in particolare, Foce di Montemonaco che si presenta come uno scrigno incantato tra i monti”.

Il Presidente D’Erasmo da parte sua ha sottolineato come “il Piceno meriti di essere valorizzato anche dal punto di vista culturale per i paesaggi, le tradizioni, la storia, le caratteristiche della sua comunità” e si è complimentato con la scrittrice per un’opera “che coniuga la narrazione di affetti e valori familiari con luoghi e scorci di un territorio straordinario”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com