da Ascoli Piceno

da Ascoli Piceno
Alessandro Virgulti, “Presepe in Travertino”
Domenica 21 Dicembre alle ore 12 presso il centro d’Informazione Turistica nel Palazzo Arengo di Ascoli Piceno, verrà inaugurata l’opera scultorea “Presepe in Travertino” di Alessandro Virgulti.

Il Sindaco Guido Castelli ha ben accolto la proposta dell’artista ascolano proprio per l’originalità di questo presepe che nasce dall’idea di costruire uno spazio scenico contemporaneo intorno alla natività dello scultore ottocentesco Emidio Paci, le cui opere sono conservate ed esposte nella Pinacoteca e nel Museo della Ceramica della nostra città.

Il giovane artista ascolano presenta dunque così il suo elaborato:

“Un’ambientazione di travertino è la cornice per la natività in terra cotta di Emidio Paci. Centinaia di mattoncini, ideati per edificare per mezzo di mani di bambino, sono in questa occasione il tentativo di una “messa a fuoco” su di un momento creativo dell’800. Colgo così l’occasione per confrontarmi con un eccellente scultore che come me conobbe questa città di travertino.”

La novità che porta questo giovane scultore è proprio il “mattoncino di travertino ascolano” che vuole quasi presentarsi come nuovo strumento per la realizzazione di un tipico presepe ascolano.

Alla presentazione dell’opera interverranno il Sindaco Guido Castelli, lo scultore Alessandro Virgulti ed il Direttore dei Musei Civici il prof. Stefano Papetti.

Canapa… è ora di piantarla!
.
Sabato 13 e domenica 14 dicembre si è tenuta Ascoli Piceno la due giorni dedicata alla Canapa
organizzata da Fapi Piceno e dall’associazione IL CAMMINO.
Nell’arco delle due giornate è stata allestita un’installazione pubblica presso la sala Cola D’Amatrice
che documentava la presenza consolidata e strutturata nel territorio della coltura e della cultura della
Canapa, ancora viva nella memoria di chi, come Amerigo Rasicci lo testimonia sia con il libro La
canapa in Val Vibrata sia col suo Museo della Civiltà Contadina.
L’attenzione di un folto pubblico, però, si è concentrata nella giornata di domenica presso la Sala
Docens dove si è tenuta, sotto la conduzione di Fabio Pierantozzi, la conferenza sulla Canapa che
aveva un duplice obiettivo:
1. informare sulle modalità e sulle reali prospettive di coltura e di filiera
2. di facilitare la conoscenza tra i vari attori in campo, nell’auspicio che una convergenza di
intenti e prospettive possa agevolare un ritorno a questa coltura vantaggioso per tutti.
Nella parte riservata agli imprenditori locali che già operano nel settore, sono intervenuti:
  • Daniele Re della Cooperativa Humus
  • Alessandro Palumbo Hemp Farm
  • Nazzareno Tortu, imprenditore edile che utilizza la Canapa.
Nel pomeriggio sul palco si sono avvicendati professionisti del settore che hanno illustrato gli
aspetti relativi
  • alla reperibilità delle sementi
  • ai problemi relativi alla coltivazione
  • alla raccolta
  • alla trasformazione.
Grande risalto è stato dato all’importanza delle filiere di impresa attivabili e su questo punto si è
attivata la discussione col pubblico in sala.
Fapi Piceno
Fabio Pierantozzi tel: 3404634756 mail: fapi.piceno@gmail.comFederazione Agricoltori Piccole Imprese
Pietro Paolo Crocetta, Eletta Campana, ha detto chiaramente che è ora di finirla con l’approccio
hobbistico che ancora caratterizza l’azione di alcuni attori nazionali, ed ha ribadita la disponibilità
del suo gruppo a collaborare su progetti locali di coltivazione e di impresa, anche in accordo con la
stessa Fapi che si candida a rappresentare gli operatori del settore della zona
Marcello Scarcella, agronomo del Cra, ha tenuto una dettagliata relazione sulle modalità di
coltivazione della Canapa nei climi caldi, evidenziando una naturale propensione del nostro
territorio alla coltivazione della Canapa.
Enrico De Dominicis, BioIndustrie, ha presentato il progetto industriale dell’impianto di prima
trasformazione delle fibre che sorgerà in vallata già nel prossimo anno e che si porrà come
importante snodo tra i produttori e tutte le filiere industriali del no-food.
Massimo Guido Conte, Fapi, invece ha illustrate le caratteristiche della Canapa in campo
alimentare presentando – tra l’altro – la fase avanzata di studio della Canapa anche nel campo degli
integratori alimentari, tramite un accordo con un’importante azienda del nord Europa, leader nel
settore.
La pausa per il pranzo è stata, ovviamente, in tema e lo chef Donato D’Aurizio (Cereali – Centre
for the Research in the Alimentary field) ha preparato delle degustazioni di pasta alla Canapa.
Sempre per conto di Fapi, Federazione Agricoltori Piccole Imprese, Valerio Zucchini – ritenuto tra
i tecnici più autorevoli in Italia nella progettazione e produzione di impianti per la lavorazione delle
fibre – ha illustrato la storia della Canapa e dei macchinari usati nella lavorazione agricola ed
industriale giungendo alle attuali possibilità di produzione.
Nel suo intervento è stato dato risalto anche agli aspetti economici e commerciali fornendo dati
significatici circa
  • le richieste del mercato
  • i competitors internazionali
  • le rese per ettaro e per settore di impiego
giungendo a scoprire, nella loro cruda evidenza, tutti i punti critici che le varie figure
imprenditoriali si trovano a dover affrontare ai vari livelli.
La serata si è conclusa con il coinvolgimento del pubblico che si è intrattenuto con i relatori, in un
clima di grande cordialità caratterizzato da scambio di biglietti da visita e ben auspicanti strette di
mano.
Un sentito ringraziamento al Consorzio Universitario Piceno per l’uso delle strutture, a I Gre delle
Marche da anni impegnati per la diffusione della Canapa nella nostra regione e ad Antonello Pala e
Alessandro Ottavi per le registrazioni video.

© riproduzione riservata