dalla Città

dalla Città

19 dicembre 2014

Il Consiglio comunale ha messo in liquidazione il Consorzio turistico

Lunga discussione su stadio e relativa commissione d’indagine 

 

In quattro ore e mezzo il Consiglio comunale ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno. Prima dell’inizio della seduta il Presidente del Consiglio comunale Marco Calvaresi, nel ricordare il giovane capitano Livio Capriotti scomparso nel naufragio del motopeschereccio “Stella Bianca”, ha comunicato che, su proposta del consigliere Piunti, la conferenza dei capigruppo ha deciso di destinare i gettoni di presenza della seduta alla famiglia dello scomparso.

 

In apertura il consigliere Marucci (M5S) ha chiesto lumi in riferimento alla sentenza di condanna da parte della Corte dei Conti nei confronti del sindaco Gaspari e del Dirigente dell’Urbanistica Polidori. La Segretaria Generale Fiorella Pierbattista ha risposto che l’entità del risarcimento stabilito dalla Corte è di 170.000 euro, di cui 119.000 a carico di Gaspari e 51.000 euro a carico di Polidori. Gli incarichi per la difesa in giudizio sono stati sostenuti interamente dagli interessati e, secondo la legge e i contratti, le compagnie assicuratrici sono tenute a risarcire i costi delle spese processuali purché non sussista l’elemento del dolo. La Pierbattista ha precisato che la sentenza è ancora soggetta ad essere impugnata in Cassazione. Quanto alla fiducia nell’ing. Polidori, non si configura una condotta rilevante sotto il profilo disciplinare e ha rilevato come le indennità di risultato vengono attribuite dal Nucleo di valutazione sulla base dell’operato di un intero anno.

 

L’assessore Urbinati ha comunicato al Consiglio storni dal fondo di riserva riguardanti delibere di Giunta approvate da giugno a novembre. Il Consiglio ha poi approvato il punto riguardante l’informativa del Sindaco circa l’approvazione bilancio 2013 della Ciip spa.

 

Successivamente, il sindaco Gaspari ha illustrato le difficoltà sia normative che amministrative che hanno indotto alla decisione di chiudere il Consorzio turistico “Riviera delle Palme”. “Sono convinto che in tema di accoglienza ci deve essere un coordinamento tra i soggetti che operano in materia turistica – ha dichiarato il Sindaco  – ma il Consorzio ormai non è la modalità più adatta. Ci sono Enti, ad esempio, che propongono una gestione in forma associata del turismo simile a quella che adottiamo per il sociale”.

 

Marucci ha lamentato il mancato pagamento delle quote da parte di Comuni soci e lo scarso tentativo di collaborazione per ridare slancio al turismo. Gabrielli (Forza Italia) invece ha affermato come negli anni non si sia mai riusciti a creare omogeneità nella formazione dell’offerta turistica. “Nell’epoca Martinelli – ha detto – si è cercato di dare nuova linfa alla società andando a ripianare i debiti, ma purtroppo quegli auspici sono caduti nel vuoto nonostante l’impegno che i presidenti che si sono succeduti alla guida della società hanno profuso insieme alla componente amministrativa. Ritengo sia giusto passare oltre e mi auguro che la nuova realtà che si troverà a dover colmare questo vuoto sappia riprendere quella sfida che non è stata vinta: formulare un’offerta turistica la più possibile funzionale al mercato turistico attuale”.

 

Emili (Gruppo misto) ha chiesto quale sia la quota del debito del Consorzio che oggi va a gravare sul Comune di San Benedetto, quali tipi di debiti e a chi vanno addebitati e capire la disponibilità dell’Amministrazione al recupero delle due dipendenti della partecipata. Gaspari ha risposto che con i Comuni che hanno deciso di non pagare più la quota associativa si sono aperti contenziosi. “La sfida futura dovrà vedere la capacità di pubblico e privato di intercettare finanziamenti provenienti non solo dalle quote dei soci ma da soggetti esterni. Per quanto riguarda le professionalità delle due dipendenti, i soci reputano che, nelle difficoltà oggettive delle assunzioni all’interno dei singoli Enti, debbano essere tutelate”. Con 21 sì, 2 astenuti (Calvaresi e Marucci) e un non voto (Emili), il Consiglio comunale ha messo in liquidazione il Consorzio Turistico.

 

C’è stato poi il via libera all’aggiornamento del regolamento di disciplina dell’attività ispettiva sugli impianti termici in adeguamento alle novità intervenute nella materia. Per lo svolgimento di questo servizio il Comune si affiderà ad un soggetto esterno previo avvio di una procedura ad evidenza pubblica.

 

In merito all’obbligo per i Comuni non capoluogo di provincia di aggregarsi per la gestione unificata delle gare d’appalto, Gaspari ha dichiarato: La centrale unica di committenza vedrà l’adesione dei Comuni di Grottammare e Montalto delle Marche ma abbiamo esteso l’invito ad aderire ad altri Comuni”. Il Consiglio ha approvato lo schema di convenzione con 16 sì e 8 astenuti.

 

Il Consiglio comunale, su proposta di Laversa (Socialisti), ma senza consenso di Piunti (Pdl – Forza Italia), ha votato per la trattazione in un’unica discussione di due punti iscritti all’ordine del giorno che riguardavano la commissione d’inchiesta sullo stadio “Riviera delle Palme” e gli indirizzi per la gestione a terzi dell’impianto. In merito alla delibera sugli indirizzi, sono stati presentati due emendamenti: uno del Sindaco Gaspari e l’altro del gruppo di Forza Italia.

 

“Il Comune di San Benedetto vuole mettere a norma lo Stadio per ospitare 17 mila spettatori – ha dichiarato Gaspari – darlo alla società che si aggiudicherà la relativa gara. Vogliamo permettere a chi viene qui e vuole praticare del buon calcio di arrivare ai livelli consoni che la Samb merita. Intendiamo così tutelare la squadra e l’impianto, sono un bene di tutta la comunità”. Nell’emendamento, Gaspari ha proposto di concedere in gestione a terzi lo stadio per 15 anni (invece che 6 rinnovabili di altri 6, com’era scritto nel documento originario) e di provvedere alla manutenzione straordinaria, compresa quella del manto erboso, così come programmata ed approvata dall’Ente annualmente con contributo definito in sede di approvazione del bilancio di previsione 2015 (invece che, come fatto in passato, destinare una cifra fissa di 50 mila euro per la manutenzione ciclica). “Dunque – ha concluso Gaspari – faremo un elenco di lavori straordinari per quantificarne il costo. Ad esempio, la sistemazione del fondo del campo o la messa in sicurezza della tribuna centrale sono lavori indifferibili che verranno valutati insieme alla ditta. Sulla base di questi costi, si deciderà se sarà il Comune o chi si aggiudicherà la gara a pagare tali interventi, magari attraverso la contrazione di un mutuo attraverso il credito sportivo”.

 

Il consigliere Gabrielli ha spiegato che l’emendamento di Forza Italia, finalizzato a mantenere in capo alla Decasol la responsabilità di tutti i debiti accumulati per i lavori eseguiti nell’impianto e di tutti i lavori ancora da eseguire, compreso l’impianto di illuminazione, “vuole tutelare sia il Comune come proprietario della struttura, sia la società sportiva Sambenedettese calcio che lì deve svolgere partite e allenamenti. La Decasol, a fronte della richiesta di ottenere un nuovo atto concessorio, si fa carico solo di una parte dei debiti, mentre già c’è una ditta che non ha raggiunto l’accordo e chiede di essere saldata. Chi si farà carico di ulteriori richieste di risarcimento che potrebbero arrivare?”.

 

Per Bovara (Città Aperta) è difficile che la Decasol riesca a trovare una transazione con tutte le ditte e si è detto contrario alla proposta di Forza Italia. Piunti ha risposto che l’emendamento dà garanzie sia alla Città che alla squadra e invece ad oggi l’unico beneficiario è la Decasol. In merito ai lavori della commissione d’indagine, Piunti ha lamentato che l’Amministrazione, nonostante abbia voluto istituire l’organismo, con l’accorpamento dei due punti all’ordine del giorno dimostra di non voler far alcuna chiarezza. “Voteremo sì all’emendamento presentato dal Sindaco per dimostrare che intendiamo fermamente risolvere le questioni inerenti lo stadio Riviera delle Palme”.

 

Emili ha ricordato che la copertura dell’impianto fotovoltaico serviva a rendere autonoma la società e la squadra grazie agli incentivi del conto energia mentre oggi l’impianto è in mano alla Decasol che è l’unica a guadagnarci. Emili ha anche rivendicato il fatto che già tre anni fa aveva suggerito che a pagare gli oneri delle ditte esecutrici di lavori fosse la Decasol e ha dichiarato che non possono essere penalizzate le ditte che non hanno presentato istanza di fallimento. Marucci si aspettava la presentazione di una relazione redatta dalla Commissione d’indagine e non una serie di verbali elencati su di una delibera. Infine ha snocciolato quelle che ritiene le mancanze dell’Amministrazione su questa materia che stanno portando, secondo il M5S, la città di San Benedetto al declino e ha chiesto le dimissioni di Sindaco e Giunta.

 

Anche Tassotti (Forza Italia) si è detto deluso per non aver potuto discutere dei lavori della commissione, ha annunciato che il lavoro prodotto dalla Commissione verrà portato alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno e ha chiesto alla Segretaria generale una risposta sulla richiesta di un consiglio comunale aperto sulla Sambenedettese. Per Pellei (UDC), su un’area strategica come quella dello stadio l’Amministrazione deve essere propositiva: “Non si nasconda dietro una trattativa di basso profilo – ha detto – secondo cui chi gestisce la Samb chiede soldi e l’Amministrazione li trova nel suo bilancio. San Benedetto ha bisogno di uno sguardo un po’ più lungo che vada oltre la punta del proprio naso”. Zocchi (Pd) non si è detto contrario alla risoluzione del problema dello stadio “Riviera delle Palme”, ma ha chiesto che la convenzione venga siglata più avanti, non oltre il mese di marzo 2015.

 

Al termine della discussione, con 13 sì, 4 non voto (Emili, Marucci, Pellei, Pezzuoli) e un astenuto (Calvaresi), il Consiglio ha preso atto dei lavori della commissione d’inchiesta Stadio della “Riviera delle Palme” e dello scioglimento dell’organismo. Con 13 sì, 10 no e un astenuto (Calvaresi), la proposta relativa agli indirizzi per la concessione in gestioni a terzi dello stadio è stata approvata così come emendata. Approvato l’emendamento del Sindaco con 20 sì, 2 no di Pellei e Vignoli, un astenuto (Calvaresi) e un non voto (Marucci), respinto l’emendamento di Forza Italia con 13 no, 8 sì e 3 astenuti (Calvaresi, Pellei, Vignoli).

 

Infine il Consiglio ha varato i progetti preliminari per la realizzazione del “centro sportivo Eleonora”, nell’area compresa tra il “Parco Eleonora” e la scuola “Cappella”, e di impianti sportivi a servizio della scuola “Cappella” dove verranno realizzate piste per corsa e salto in alto e un campo polivalente. Con l’approvazione dei progetti si cambia la destinazione urbanistica delle aree interessate rispettivamente in zone a verde sportivo e per l’istruzione. Vignoli ha chiesto chiarimenti in merito alla scelta di effettuare una variante urbanistica per far realizzare un progetto ad un privato. L’assessore Sestri ha risposto che il progetto presentato era accoglibile e dunque si è proceduto alla scelta del cambio di destinazione. Marucci si è rammaricato del fatto che un’area libera al gioco verrà trasformata in una a pagamento, Pasqualini lo ha rassicurato dicendo che ci saranno momenti per il gioco libero di giorno e a pagamento in notturna. Hanno votato sì in 13, no in 5 (Assenti, Marucci, Tassotti, Ruggeri e Vignoli). Calvaresi si è astenuto mentre Piunti non ha votato.

19 dicembre 2014

La Giunta vara una serie di progetti per interventi idraulici

In vista la qualificazione delle docce a mare a Porto d’Ascoli e lavori per mitigare i rischi in zona Marina di Sotto 

 

Ieri giovedì 18 dicembre, la Giunta comunale ha approvato i progetti preliminari per tre interventi di natura idraulica.

 

Il primo riguarda un intervento di adeguamento e messa in sicurezza dei sottopassi nel territorio comunale. Sono stati stanziati 80mila euro che serviranno ad una verifica e a un potenziamento  di tutti gli impianti elettrici e dei comandi che gestiscono il deflusso delle acque meteoriche e le segnalazioni, compresa la possibilità di installare sistemi di controllo da remoto attraverso telecamere e collegamenti senza fili utili a monitorare in tempo reale la situazione negli  attraversamenti. Il progetto riguarda tutti i sottopassi, ma la priorità sarà data a quelli di maggiori dimensioni e più trafficati, ovvero quelli delle vie Fiscaletti, Virgilio e del Mare.

 

Con un investimento di circa 10 mila euro, poi, si realizzeranno alcune opere per mitigare la potenziale pericolosità idraulica in zona Marina di Sotto – piazza San Pio X. Per l’esattezza sarà eretto un muro in cemento lungo il torrente Acqua Chiara, nel tratto compreso tra la Statale e viale dello Sport, per irregimentare le acque nell’alveo. Anche alla foce del torrente saranno rialzati i muretti di contenimento con lo stesso scopo di ridurre rischio di esondazione. Le opere vengono eseguite in ottemperanza alle prescrizioni geologiche contenute nel piano di riassetto urbanistico di S. Pio X.

 

Infine si procederà alla realizzazione di un impianto idrico per le docce a mare del tratto di arenile a sud della concessione demaniale n. 100 per un importo complessivo di 21 mila euro. “Quest’ultimo progetto è stato redatto dal nostro settore Progettazione e Manutenzione Opere Pubbliche per rispondere ad una necessità molto avvertita dai concessionari di Porto d’Ascoli ma anche dai frequentatori delle spiagge libere del tratto più meridionale del lungomare – spiega l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri – la nuova condotta partirà infatti dalla rotonda di Porto d’Ascoli per svilupparsi per circa 260 metri verso sud e servirà nove concessioni e quattro spiagge libere. In queste ultime saranno realizzate docce complete di piano di calpestio. Contiamo di veder completati i lavori prima dell’inizio dell’estate. Siamo certi – conclude Sestri – che l’intervento sarà utile anche all’associazione “La Mareggiata” che in quella porzione di spiaggia ha sistemato il proprio rimessaggio barche a motore”.

 

19 dicembre 2014

La certificazione di qualità estesa alle attività comunali in ambito portuale

Si amplia l’attestazione ambientale di cui San Benedetto è già in possesso da anni 

 

Nei giorni scorsi la società Certiquality, ente autorizzato, ha concluso positivamente le procedure di verifica dei requisiti necessari per estendere la Certificazione Ambientale UNI EN ISO 14001, già in possesso del Comune, alle attività che l’Amministrazione svolge nell’ambito portuale.

 

L’esatta dicitura del nuovo riconoscimento è “attuazione della pianificazione generale e di settore relativa all’ambito portuale attraverso il rilascio dei titoli edilizi e delle altre autorizzazione previste dalla normativa vigente” e prevede il rispetto di rigorosi criteri volti appunto a verificare se le azioni realizzate dall’Ente locale sono coerenti con normative e buone prassi in materia di ecosostenibilità.

 

“La certificazione è stata ottenuta a seguito di una precisa richiesta del Comune – spiega l’assessore all’ambiente e all’urbanistica Paolo Canducci – e premia il nostro sforzo volto a rendere ecosostenibili le attività comunali in ambito portuale attraverso diversi interventi condotti negli anni, in primo luogo attraverso investimenti nel mercato ittico all’ingrosso e in quello al minuto. Naturalmente questo è l’inizio di un percorso di miglioramento continuo che ci impegniamo a svolgere e che, ad esempio, nel 2015 dovrà portarci ad attuare interventi in materia di qualità delle acque di scarico, di gestione dei rifiuti e di adozione di misure per la corretta gestione del rischio incendio”.

 

Ricordiamo che la certificazione ambientale ISO 14001, ottenuta per la prima volta da San Benedetto nel 2011, è un riconoscimento molto importante perché attesta che il Comune ha messo in atto tutta una serie di azioni coerenti con l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente, la salute e la sicurezza delle persone.

 

Per ottenere la certificazione, che viene rilasciata da un ente a ciò autorizzato (nel nostro caso, la Certiquality) previa una severa verifica dei requisiti previsti dalla normativa, il Comune ha dovuto seguire un lungo e complesso iter che ha compreso un’analisi ambientale, una verifica della politica ambientale dell’Ente, una pianificazione del Sistema di Gestione Ambientale (SGA), cioè la definizione delle regole che l’Ente si è dato e che assume l’impegno di osservare nel tempo.

 

19 dicembre 2014

Si potenzia l’illuminazione pubblica in alcune vie cittadine

Previsti lavori di adeguamento anche nella sala del “Riviera delle Palme” da dove si gestisce la sicurezza dello stadio

 

Con delibera di Giunta sono stati approvati alcuni interventi di manutenzione straordinaria della rete di pubblica illuminazione in alcune vie cittadine e degli impianti della sala del Gruppo Operativo di sicurezza (GOS) dello Stadio “Riviera delle Palme”, ovvero quel locale utilizzato dalle Forze dell’Ordine durante le manifestazioni in cui viene gestita la sicurezza pubblica e il controllo attraverso sistemi di videosorveglianza. Per quest’ultimo intervento si spenderanno 27.000 euro mentre per la manutenzione straordinaria della rete di pubblica illuminazione si spenderanno 24.000 euro per i lampioni delle vie Colli Euganei e Colle di Cadibona e 15.000 euro per via Montecretaccio.

 

I progetti sono stati redatti dal settore Progettazione e Manutenzione Opere Pubbliche e i fondi sono già disponibili nel bilancio comunale.

 

“Da tempo ci viene chiesto dai cittadini di queste vie di intervenire sull’illuminazione pubblica – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Leo Sestri – finalmente in via Montecretaccio riusciremo a sostituire i pali esistenti e a potenziare l’impianto con nuovi punti luce, mentre nelle vie Colli Euganei e Colle di Cadibona incrementeremo la rete già esistente con nuovi pali portando la luce in un tratto di strada sino ad oggi mancante”.

 

19 dicembre 2014

“Il sogno continua”, 25 artisti espongono in Municipio

In estate le opere verranno venduti in un’asta di beneficenza

 

Lunedì 22 dicembre, alle 17, nella sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto, verrà inaugurata la mostra dal titolo “Il sogno continua” curata dall’associazione “Nell’Arte” di Gian Luigi Pepa con il sostegno dell’Amministrazione comunale.

 

L’esposizione è una collettiva di 25 artisti che hanno partecipato ad un bando di concorso organizzato la scorsa estate ad Acquaviva Picena nell’ambito della manifestazione “Acquaviva nell’Arte”, poi vinto dagli artisti Tanya Del Bello ed Elena Taffoni.

 

Ecco gli artisti che esporranno le loro opere in Municipio: Gian Luigi Pepa, Tanya Del Bello, Elena Taffoni, Barbara Borsoni Ciccolungo, Emanuele Califano Lidak, Anna Rosa Petrini, Ernesto Veccia, Giorginia Violoni, Nadia Portelli, Katya Amabili, Patrizia Guidotti, Maura De Carolis, Lorita Rogantoni, Marcello Poledrini, Patrizio Moscardelli, Virginia Di Saverio, Elena Di Lorenzo, Milena Bernardini, Giusy Gaetani, Giusy Scartozzi, Fabrizio Scartozzi, Marcella Marri, Gianna Pansironi, Cristian Moldovan.

 

La mostra sarà aperta fino al 6 gennaio, nei giorni e negli orari di apertura del Comune. Successivamente, probabilmente nel periodo estivo, le opere esposte verranno vendute in un’asta pubblica il cui ricavato potrà essere donato in beneficenza.

 

19 dicembre 2014

La storia dell’Alberghiero narrata da Ugo Marinangeli

Sabato 20 dicembre si presenta l’ultimo lavoro dello storico ed ex sindaco prima della sua scomparsa

 

Sabato 20 dicembre, alle 11, all’Istituto Professionale Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto, si terrà la presentazione del libro “Dalla casa di ricovero della gente di mare all’Istituto Alberghiero” del compianto prof. Ugo Marinangeli.

 

Il volume, ultima fatica prima della scomparsa avvenuta lo scorso anno del prof. Marinangeli, autore di una copiosa produzione letteraria soprattutto in materia di storia locale, è stato completato dai figli Lucia e Benedetto e dalla nipote Lucia.

 

Nella quarta di copertina si legge: “San Benedetto del Tronto è nata sul mare e nel mare ha cercato di trovare il suo sviluppo, il suo avvenire grazie all’impegno costante e continuo dei pescatori, uomini di eccezionale laboriosità e di coraggio nell’osare nella ricerca di sempre nuove zone di pesca anche con il sacrificio della propria vita. Di un’altra Scuola si sentiva la necessità per una città come la nostra che ogni giorno di più mostrava la sua vocazione turistica: l’Istituto Professionale Alberghiero, un istituto che provvedesse a preparare in modo qualificato giovani da immettere nel modo del lavoro del settore alberghiero”.

 

L’AUTORE

Ugo Marinangeli (1927-2013), laureato in chimica pura, è stato docente di scienze matematiche e scienze naturali in alcune scuole medie e superiori cittadine. E’ stato preside della Scuola Media “G. Sacconi” dal 1985 al 1992. Ha partecipato attivamente alla vita politico-amministrava locale dal 1951 al 1988 (escluso il periodo 1959-1960) quale Consigliere Comunale, Assessore, Vice Sindaco e Sindaco. E’ stato autore di numerose pubblicazioni tra le quali “Vita politico-amministrativa sambenedettese 1944-1955”, “Le amministrazioni Comunali a San Benedetto del Tronto dal 1944 ad oggi”, “Le Amministrazioni Comunali a San Benedetto del Tronto 1985-1995 ed altre Istituzioni”, “Lo sviluppo della Scuola Sambenedettese dallo Stato Pontificio ad oggi attraverso le riforme”, “I Santi venuti dal mare”, “Le tragedie del mare”, “La ripresa peschereccia e le lotte sindacali”. “Azione Cattolica e Fascismo nel Piceno – I fatti del maggio 1931”, “Le Società Operai di Mutuo Soccorso nelle Marche”. Ha scritto diversi articoli di carattere tecnico e saggi storici sulla pesca in riviste specializzate nazionali e regionali ed ha collaborato in periodici regionali, provinciali e locali. E’ stato direttore scientifico di “Cimbas”, organo di informazione interna dell’ Istituto di ricerca delle fonti per la storia della civiltà marinara picena. E’ stato presidente regionale provinciale e locale dell’Aido (Associazione Italiana per la Donazione di Organi) e del Comitato Comunale della Società “Dante Aligheri”. Premio Truentum anno 2002.

 

19 dicembre 2014

Studenti in scena

È fissato per domenica il recital dei ragazzi del liceo scientifico Rosetti elaborato nell’ambito del consolidato progetto del Pof “People world project”. L’appuntamento, programmato per le ore 17 e poi per le 20.30 presso il teatro parrocchiale di Cristo Re, a Porto d’Ascoli, prevede uno spettacolo sul tema dell’attesa con performance di recitazione, musica e danza di cui gli studenti saranno gli assoluti protagonisti. Il recital, occasione anche per lo scambio dei tradizionali auguri natalizi, sarà successivamente sviluppato ed arricchito in un appuntamento a chiusura dell’intero anno scolastico.

 

19 dicembre 2014

Inaugurazione Santo Presepe artistico Torre dei Gualtieri

Aspettando Natale al Borgo, evento classico delle Feste Natalizie, il Paese Alto si prepara al Santo Natale inaugurando l’artistico presepe dentro la Torre dei Gualtieri, realizzato dall’artista sambenedettese Vincenzo Rossi.

La cornice suggestiva della Torre, l’atmosfera creata al primo piano della struttura nella quale il visitatore può immergersi sentendosi parte dell’evento della Nascita del Signore, i vari richiami alla Sacra Scrittura attraverso simboli biblici, consentono di vivere intensamente quell’esperienza di stupore e di pace, che solo il Natale sa donarci.

Fin da ragazzo, allievo di un pittore piemontese, l’attenzione per l’arte è stata per Vincenzo Rossi una presenza costante. Il suo percorso artistico lo porta a una ricerca personale utilizzando vari materiali e colori per giungere alla scultura in bronzo. La tematica della sua pittura è vicina alla corrente del verismo. Cerca con i colori di natura diversa la riflessione su ciò che vediamo con gli occhi, ma spesso non apprezziamo col cuore, azione che, secondo l’artista, genera passione, elemento indispensabile per una vita di qualità.

La cerimonia alla quale parteciperà l’assessore alla cultura Margherita Sorge, prevede il saluto delle autorità, la Benedizione del Presepe impartita da Mons. Romualdo Scarponi e un aperitivo offerto a tutti i presenti.

L’appuntamento è per domenica 21 dicembre alle ore 12:00 in piazza Sacconi.

Il Presepe sarà visitabile per tutto il periodo natalizio negli orari di apertura della Torre e su prenotazione (info– 3393011428 – amicidelpaesealto@libero.it per contatti in lingua: 804337477). Tutte le altre informazioni si possono trovare sul sito del Comune nella pagina monumenti storici.

19 dicembre 2014

GRAN GALA PER IL NUOVO ANNO

Martedì 30 DICEMBRE AL PALARIVIERA DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO

 

 

Grande evento Martedì 30 Dicembre al Palariviera di San Benedetto del Tronto: oltre cento artisti sul palco per festeggiare insieme l’arrivo del Nuovo Anno. L’Orchestra sinfonica Benedetto Marcello-Laboratorio Ensemble, il Coro Ventidio Basso, la Dance Works di Luana Bondi Ciutti presentano il GRAN GALA PER IL NUOVO ANNO, sotto la direzione del M° FEDERICO PACI.

Il programma si apre con la famosa Sinfonia da “La gazza ladra” di Rossini e prosegue con i brani più belli della tradizione dei concerti di Capodanno, dalle Danze ungheresi di Brahms al “Innaffia l’ugola” dall’Otello di Verdi. E ancora lo splendico Coro a bocca chiusa dalla Butterfly di puccini

I ballerini della Dance Works danzeranno il famoso Valzer dallo Schiaccianoci di Tchaikovsky, le Danze caratteristiche sempre dallo Schiaccianoci. Ma c’è spazio anche per una suite con i brani popolari napoletani e la conclusione è affidata al “Brindisi” dalla Traviata di Giuseppe Verdi. Bis a sorpresa.

Il concerto è realizzato dal Comune di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con la Gioventù Musicale ‘d’Italia, e gode del supporto del Consiglio Regionale, della Camera di Commercio e della Società Eiffel quale sponsor.

Prevendite abituali .

Una serata di grande musica e di danza; programma raffinato e nel contempo popolare. Nell’intervallo, un momento di mondanità con il brindisi augurale offerto dalle cantine Le Caniette, Pantaleone e il Conte di Villaprandone.

Il concerto aderisce all’iniziativa di solidarietà promossa dalla Città di San Benedetto del Tronto “Basta un euro” e un euro di ciascun biglietto sarà versato nel Fondo di Solidarietà.

Regalare quindi per Natale i biglietti per il Gran Gale è una originale idea di regalare una serata di festa e, insieme per fare beneficenza.

 

Federico Paci, clarinettista e direttore d’orchestra, si è esibito nelle piuù prestigiose sale e festivals, fra i quali il Mozarteum di Salisburgo, il Festival Mi.To., i Guggenheim di Bilbao., Nuova Consonanza, Roma Europa, con tournèe in Francia, fermania, Norvegia, islanda, Scozia., Recentemente ha effettuato come direttore torunèe con i Solisti Aquilani e diretto al parco della Musica di Roma. E’ stato recentemente nominato Direttore dell ‘Ist.Mus. Pareggiato Braga di Teramo.

un momento della conferenza
un momento della conferenza
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com