CultLab – Spin off di impresa culturale. Ecco le startup selezionate

CultLab – Spin off di impresa culturale. Ecco le startup selezionate

Pubblicata la graduatoria delle startup ammesse alle attività dell’incubatore CultLab

 

Macerata – La Commissione per la valutazione dei progetti presentati al bando di CultLab-Spin off di impresa culturale, che si è chiuso in data 12 marzo, ha concluso i propri lavori. Dei 49 progetti presentati, provenienti  da tutto il territorio regionale, 31 sono risultati ammissibili alla valutazione. Di questi ben 16 sono i progetti imprenditoriali ritenuti meritevoli di partecipare alle attività di incubazione.

 

Queste le 16 startup selezionate:

1.     Un paese cento storie

2.     Nerto. Tutte le alternative al rimanere in casa 

3.     Happennines 

4.     Toc. Territorial Open Culture 

5.     Emmecci. Viaggio nella terra di Matteo Ricci 

6.     Verde spesa 

7.     Goodmoon. Ristoteatro 

8.     Crea il tuo eco 

9.     Soul shape 

10. Site specific 

11. Teatro a martello 

12. K sound 

13. Studio Light Box 

14. Cread 

15. Polimates 

16. Piceno Express 

                                  

Venerdì scorso è iniziata all’Abbadia di Fiastra (MC) la fase di incubazione delle start-up selezionate, che saranno assistite dagli esperti di CultLab nella definizione del progetto di impresa con un’attività di formazione mirata.

 

CultLab è un incubatore pensato e progettato per assistere in maniera totalmente gratuita, appunto attraverso una selezione pubblica, la nascita di imprese culturali, creative e innovative delle Marche, è stato creato dalle Università di Macerata e Urbino e la Meccano spa (organismo di ricerca riconosciuto dal Ministero della ricerca scientifica e tecnologica).

Il progetto è promosso e finanziato dai G.A.L. delle Marche (PSR 2007-2013 – Asse IV – Approccio LEADER – Misura 421 – Cooperazione in territoriale e trasnazionale) nel quadro del “Distretto Culturale Evoluto” della Regione Marche.

CultLab si avvale della collaborazione di imprese manifatturiere delle Marche: tra le quali Ariston, Eli edizioni, Elica, Guzzini, Loccioni, Pieralisi, e di istituzioni culturali tra le quali Amat, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Fondazione Marche cinema multimedia, Symbola, Rossini Opera Festival, nonché della Fondazione Marche, già da tempo attiva nel sostegno delle start up innovative.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com