Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 01:46 di Dom 15 Dic 2019

da Ascoli Piceno

di | in: Cronaca e Attualità, dal Piceno

Ascoli Piceno

image_pdfimage_print
 CONTINUA A GRANDE RICHIESTA “SCOPRI ASCOLI CON LA  GUIDA INVERNO  2015”
Continuano nei mesi di marzo e aprile le visite guidate alla scoperta del centro storico di Ascoli con due visite guidate nei giorni di sabato e domenica (partenza dal centro accoglienza turistica in Piazza Arringo, con orari 10,30 e 15,30) e, grazie alla collaborazione del personale dell’ ufficio turistico,  la straordinaria novità della visita guidata a richiesta (con gruppi minimo di 5 persone e una richiesta preventiva di circa 30 minuti). Dopo il grande successo, nel periodo delle festività natalizie, dell’iniziativa “Scopri Ascoli con la Guida”, organizzata dalle Guide turistiche Abilitate della Provincia di Ascoli Piceno in coll aborazione con il Comune ascolano, le Guide hanno deciso di estendere il progetto ai restanti mesi invernali, garantendo ai sempre più attenti   visitatori di poter godere pienamente delle bellezze cittadine, grazie alla professionalità di una categoria che da anni è impegnata nella scoperta e valorizzazione del patrimonio storico artistico della città e del suo territorio.
I visitatori provenienti da tutta Italia e dall’estero sono rimasti incantati dalla bellezza della città del travertino. I tesori d’arte insieme all’accoglienza, alla puntualità, all’esperienza e alla preparazione delle Guide turistiche, sono stati gli elementi vincenti per una visita indimenticabile alla nostra città. Hanno visitato il centro storico anche moltissimi ascolani che non hanno perso l’occasione di riscoprire aspetti sconosciuti della città.
Il percorso di due ore si snoderà tra le due principali piazze cittadine, da Piazza Arringo a Piazza del Popolo,con l’ illustrazione dettagliata dei principali monumenti ed accesso interno agli stessi.

Per info e prenotazioni: 0736 298 334


Spontini: prospettive future

Nella giornata di martedì 11 febbraio 2015 si è tenuta l’assemblea dei soci dell’istituto musicale Spontini, attualmente in liquidazione, per valutare le prospettive future del sodalizio in relazione al ruolo che potrà essere esercitato dell’amministrazione provinciale a seguito della riforma Delrio.

Come è noto, Provincia e Comune di Ascoli Piceno avevano già deciso lo scorso settembre di procedere alla liquidazione del Consorzio proprio alla luce delle possibili evoluzioni della normativa provinciale in materia di cultura ed educazione musicale. L’intendimento, già allora, era quello di costituire un nuovo organismo, tendenzialmente una fondazione,  capace di mantenere l’operatività dell’istituto pur in assenza di un contributo finanziario da parte della provincia. “La nostra ferma volontà è quella di continuare la storica esperienza dell’istituto Spontini riconfigurandone l’organizzazione e determinando economie di scala che consentano di portare avanti la missione dello Spontini confidando esclusivamente sul contributo comunale e sulle quote di iscrizione.”, questa la dichiarazione del Sindaco Guido Castelli che ha pure aggiunto:” Abbiamo le idee chiare ma era doveroso attendere le valutazioni del Presidente D’Erasmo che, all’indomani del suo insediamento, mi aveva chiesto il giusto tempo per ponderare l’impatto della nuova normativa sulle due realtà a partecipazione provinciale che si occupano di istruzione musicale: lo Spontini di Ascoli e il Vivaldi di San Benedetto.”
Nel corso dell’assemblea il Presidente D’Erasmo ha confermato quanto già paventato e cioè che la nuova legge regionale sulle funzioni provinciali, seppur ancora non approvata dal consiglio, assegna  le funzioni riguardanti la Cultura e l’istruzione musicale alle Regioni, e che quindi da ottobre, novembre dell’anno 2015, la Provincia non potrà più finanziare l’istituto ascolano. Il Presidente ha anche aggiunto che si renderà promotore della richiesta di coinvolgere la Regione nella compagine sociale dello Spontini ma ovviamente tale eventualità, allo stato attuale, non ha ancora fondatezza. Preso atto di quanto riferito dal Presidente D’Erasmo l’assemblea ha deliberato di convocare a breve una nuova riunione per illustrare io nuovo modello organizzativo dello Spontini. “Il tempo è tiranno e per non disperdere questa preziosissima realtà ascolana si rende necessario agire con tempestività: terminato l’anno scolastico a giugno, dovremo essere pronti con il nuovo modello a settembre quando riprenderanno i corsi”. Questa la chiosa finale del Sindaco Castelli: ” Inizia la corsa contro il tempo e per fare sia bene che presto dovremo lavorare sodo e senza tentennamenti”.

© 2015, Redazione. All rights reserved.




11 Marzo 2015 alle 18:23 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• Ecco la 55ma Tirreno-Adriatico


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata