da Ascoli Piceno

da Ascoli Piceno

BIKE SHARING

 

SI E’ SVOLTO IL PRIMO INCONTRO DEL TAVOLO DI LAVORO TECNICO

 

PROPORRE UN VENTAGLIO DI SOLUZIONI PER COMBATTERE IL DEGRADO E IL VANDALISMO DI CUI SONO OGGETTO LE BICICLETTE A DISPOSIZIONE DEL SERVIZIO BIKE SHARING, RIPRISTINANDO COSI’ UN’ATTIVITA’ IMPORTANTE PER LA COLLETTIVITA’ ASCOLANA E NON SOLO.

A TAL PROPOSITO, E ANCHE IN VIRTU’ DELL’IMMINENTE ARRIVO DELLA BELLA STAGIONE, DURANTE LA SETTIMANA IN CORSO HA AVUTO LUOGO IL PRIMO TAVOLO DI LAVORO TECNICO CHE HA DISCUSSO PRINCIPALMENTE DI GIUSTA MANUTENZIONE DA ADOTTARE PER RENDERE DI NUOVO UTILIZZABILI TUTTE LE BICI DEL SERVIZIO IN QUESTIONE. ATTUALMENTE, INFATTI, CAUSA DIVERSI ATTI VANDALICI, IL NUMERO DI MEZZI DESTINATI ALL’USO SI E’ RIDOTTO DRASTICAMENTE.

ALL’IMPORTANTE INCONTRO HANNO PARTECIPATO I DIRIGENTI COMUNALI COMPETENTI, L’ASSESSORE ALL’INNOVAZIONE MICHELA FORTUNA E IL PRESIDENTE DELLA CONSULTA PER IL COMMERCIO E PER IL TURISMO PARIDE VAGNONI.

LA PROSSIMA SETTIMANA SI TERRA’ UN SECONDO INCONTRO, A TESTIMONIANZA DI COME L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PUNTI CON DECISIONE SUL BIKE SHARING, SIA PER FAVORIRE L’UTILIZZO DELLA BICI MA ANCHE IN OTTICA PRETTAMENTE TURISTICA.

COLLE S. MARCO. REGOLAMENTAZIONE DELLA VIABILITA’ E SOSTA IN OCCASIONE DELLE FESTIVITA’ PASQUALI (5/6 APRILE)

In occasione delle imminenti festività pasquali, 5 e 6 aprile, nuova regolamentazione della viabilità e sosta sul colle S. Marco.

Lo dispone l’ordinanza dirigenziale n.99 del 27/3/2015 che, tenuto conto della massiccia affluenza di pubblico prevista per queste date e della ricorrente vendita ambulante di merci varie nella zona del pianoro di S. Marco, ha previsto una opportuna regolamentazione della viabilità e della sosta, disciplinando, con la stessa ordinanza, anche la viabilità, sempre sul colle S. Marco, per il 25 aprile, il 1° maggio e il 15 agosto prossimo.

In queste date: 5 e 6 aprile, 25 aprile, 1° maggio e 15 agosto, in località pianoro S. Marco, la viabilità e sosta viene così modificata:

  • istituzione del divieto di sosta/rimozione forzata in via Martiri della Resistenza, nel tratto compreso tra l’intersezione con la provinciale S. Marco Ovest (Foresteria) e il primo incrocio in direzione campi da tennis;

  • interdizione della circolazione veicolare con orario 7.00 – 21.00 nel tratto stradale sopra indicato;

  • interdizione della circolazione veicolare con orario 9.00 – 21.00 in via Martiri della Resistenza nel tratto compreso tra le intersezioni ad est e ad ovest con la strada provinciale per S. Marco.

Queste interdizioni saranno attivate mediante la sistemazione di transenne abbinate ai segnali di divieto di transito che verranno collocati in prossimità dell’incrocio della provinciale S. Marco est con viale Martiri della Resistenza e della provinciale S. Marco ovest e il primo incrocio con i campi da tennis.

Al fine di garantire l’accesso ai fondi rustici situati in questi tratti, in deroga all’ordinanza verrà rilasciata una specifica autorizzazione con accesso dalla provinciale per S. Marco est ed uscita in prossimità dell’innesto con la provinciale S. Marco ovest;

  • istituzione di un senso unico di marcia, direzione ovest – est in viale Caduti della Resistenza nel tratto compreso fra le intersezioni per strada provinciale che prosegue per località S. Giacomo e la provinciale per S. Marco est;

  • istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in viale Caduti della Resistenza in ambo i lati e nel tratto di strada provinciale per S. Giacomo compreso tra viale Caduti della Resistenza fino all’incrocio con via Martiri della Resistenza.

Per il 25 aprile, inoltre, viene istituito il divieto di sosta con rimozione forzata in ambo i lati del tratto stradale prospiciente il monumento con contestuale interdizione della viabilità sulla circonvallazione ovest a partire dalle ore 8.00 e fino al termine della cerimonia presso il monumento ai caduti;

  • istituzione del doppio senso di circolazione in via Caduti della Resistenza nel tratto strada provinciale per S. Giacomo e la provinciale per S. Marco est.

 

Una fondazione a Palazzo Malaspina
Palazzo Malaspina rivive grazie ad una Fondazione per la fotografia. Castelli: “la nostra gratitudine alla Marchesa Malaspina”.

 

“Nel corso della splendida iniziativa promossa dal Fai e dal Rotary nella giornata di venerdì pomeriggio e che ha visto come relatore il Prof. Mario Lolli Ghetti è stata ufficializzata una notizia che non esito a definire “straordinaria” per la nostra città. Dopo tre anni di lavoro e tanti ostacoli burocratici, la Famiglia Malaspina promuoverà nei prestigiosi locali del Palazzo di c.so Mazzini una fondazione che si dedicherà all’arte della fotografia. Così come annunciato dal dott. Carlo Luigi Fontana Giusti, nipote della Marchesa Malaspina pure presente all’iniziativa, lo scopo della fondazione sarà quello di favorire residenze artistiche nella nostra città riservate ai più grandi fotografi del mondo. Ciascuno di questi fotografi si cimenterà nel fotografare Ascoli e le opere che ne deriveranno rimarranno esposte nel Palazzo cosi da ottenere in pochi anni un set strepitoso di opere fotografiche dedicate alla Città del Travertino. Ognuno di questi grandi fotografi si renderà, in definitiva, testimonial della nostra Ascoli. Penso si tratti di un’iniziativa straordinariamente importante e non posso che esprimere tutta la mia gratitudine per una iniziativa che, ancora una volta e dopo secoli, vede la Famiglia Malaspina impegnata per il bene della nostra Città. ”

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com