dall’Amat

dall’Amat

ScenaFranca_Contenitore del Contemporaneo

Rassegna teatrale_Teatro delle Logge_Montecosaro_MC

venerdì 13 marzo HANDPLAY Compagnia 7/8 Chili

 

 

Associazione Franco_Teatromansioni Musica Visioni in collaborazione con Comune di Montecosaro Assessorato alla Cultura presenta ScenaFranca_Contenitore del Contemporaneo, rassegna teatrale in programma al Teatro delle Logge di Montecosaro (MC).

Tema centrale della rassegna è l’essere umano con il suo corpo, oggetto di indagine più che mai attuale nell’era digitale, dove l’immagine sostituisce la fisicità e gran parte delle relazioni umane si è spostata sul piano virtuale. Ospiti della rassegna compagnie di varia provenienza e formazione, per una proposta composita e coerente, strettamente connessa al tempo presente, sia nei temi che nei linguaggi. L’uomo e il suo corpo: animale sociale, lavoratore, corpo tradotto in immagine, corpo archetipico.

 

Apre la rassegna Hand Play della compagnia 7/8 Chili di Offida, terza fase di ricerca in cui 7-8 chili riflette sul rapporto tra corpo umano e immagine proiettata. Hand Play racconta della relazione tra un uomo e una donna. La donna è reale, un corpo vivo sul palco, mentre quello che possiamo vedere dell’uomo è solo la sua mano enorme proiettata su uno schermo.

Il risultato è un dialogo preoccupante e crudele tra i due personaggi, percepibile solo in una proiezione

video. Hand Play mostra il gioco di potere e il sadomasochismo degli amori quotidiani, quando il bisogno di amore finisce per trasformarsi nella sottomissione di quello più debole.

Produzione: Marche Teatro-Inteatro – progetto Teatri del Tempo Presente, 7-8 chili

ideazione e coreografia: Davide Calvaresi

interpreti: Davide Calvaresi, Giulia Capriotti

assistente: Valeria Colonnella

con il supporto di Amat – Matilde: piattaforma regionale per la nuova scena marchigiana

 

Prossimi appuntamenti della rassegna:

venerdì 20 marzo ore 21 Gaetano Colella Capatosta

martedì 24 marzo ore 21 Giorgia Nardin All dressed up with nowhere to go

sabato 28 marzo ore 21 Associazione Franco Something in the Whale

 

Biglietto posto unico euro 10. Ridotto euro 8 con Tessera Associazione Franco

Prenotazione biglietti Comune di Montecosaro dal lunedì al venerdì ore 10/12 tel 0733 560781.

Ritiro biglietti prenotati entro le ore 20 la sera stessa dello spettacolo.

Biglietti acquistabili anche la sera stessa dello spettacolo dalle ore 19.30 in teatro.

ScenaFranca è un progetto di Associazione Franco in collaborazione con Comune di Montecosaro

 

Si ringrazia AMAT per la gentile collaborazione 

IL TEATRO LAURO ROSSI DI MACERATA SU SKY ARTE CON CAMERINI

 

 

Il Teatro Lauro Rossi di Macerata si mostra agli spettatori di Sky Arte. Mercoledì 11 marzo in occasione dello spettacolo Penso che un sogno così… con Giuseppe Fiorello ospita la registrazione del programma Camerini con il quale Sky Arte HD torna a teatro, scegliendo di entrare… dalla porta sul retro. Marco Baliani – conduttore e autore del programma – ci accompagna nei camerini dei più grandi attori italiani di oggi svelando insieme a loro piccole scaramanzie, trucchi del mestieri, filosofie di vite.

Giuseppe Fiorello, protagonista di questa prima puntata girata nelle Marche, e Baliani ci raccontano la genesi e la costruzione di un format – alla seconda edizione – che vuole avvicinare il pubblico alla magia del teatro in modo innovativo: sfondando quella parete apparentemente invalicabile rappresentata dal sipario, portandoci nel luogo che ogni attore ritiene più intimo e sacro. Il camerino, appunto. Spazio della concentrazione e della riflessione; ambito dove mettersi a nudo: andando oltre le dinamiche intrinseche di ogni singolo spettacolo, svelando piccoli e grandi segreti – farciti di riti, manie, scaramanzie – mostrando come un grande attore prepara, ogni sera in mondo differente, la propria prova. Una chiacchierata faccia a faccia, abilmente condotta da Baliani: attore quanto basta per stabilire un contatto privilegiato con il suo interlocutore, narratore a sufficienza per agganciare il pubblico. E trascinarlo negli anfratti più affascinanti e misteriosi del teatro.

Sono grandi nomi della scena italiana quelli che accompagnano Baliani di puntata in puntata. Molti i protagonisti che hanno accompagnato il pubblico in questo viaggio, da Pierfrancesco Favino a Valerio Mastrandrea, da Stefano Accorsi a Pippo Del Bono ed Emma Dante; al fantastico sodalizio artistico composto da Elio De Capitani e Ferdinando Bruni.

 

URBINO IN MUSICA, UN NUOVO APPUNTAMENTO IMPREZIOSISCE IL CARTELLONE DEL SANZIO DOMENICA 22 MARZO ANTEPRIMA NAZIONALE DEL NUOVO TOUR DI ANGELO BRANDUARDI

 

 

Urbino in Musica – prima stagione musicale promossa dal Comune di Urbino, dalla Cappella Musicale S.S. Sacramento e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – s’impreziosisce di un nuovo atteso appuntamento. Domenica 22 marzo il Teatro Sanzio ospita l’anteprima nazionale di Camminando Camminando Tour 2015 di Angelo Branduardi che proprio nella città ducale proverà lo spettacolo che da Urbino toccherà diverse città italiane tra le quali Genova, Roma, Milano, Napoli.

 

Un concerto di grande coinvolgimento e trasporto nel quale il suono diventa magia ed irrompe nella vita di ogni giorno, che ci allontana dal “qui ed ora” e ci insegna un modo diverso di vivere e nel quale gli spettatori verranno considerati “come giardini segreti magici la mattina presto in cui si entra a piedi nudi per non fare rumore”. Dopo il suo ultimo lavoro, “Il Rovo e la Rosa – Ballate d’amore e di morte”, dove Angelo Branduardi ha ripescato a piene mani nella tradizione del periodo elisabettiano, puntando a saldare produzione pop e lavoro di ricerca, il menestrello d’oltre Po torna in tour la prossima primavera. Si riapre il grande libro delle “Child Ballads”, ovvero la monumentale antologia che il musicologo Francis J. Child raccolse nell’Ottocento compendiando il patrimonio culturale del folk inglese, scozzese ed irlandese poi trasmigrato anche in America, e Branduardi si sofferma sulle arie dell’età Elisabettiana in voga a cavallo tra Cinque e Seicento.

Il Rovo e la Rosa sarà al centro del tour come filo rosso di una antologia che proporrà, tra gli altri, i sempreverdi La Luna, Confessioni di un malandrino, Il dono del cervo.

Il concerto è costruito all’insegna del “meno c’è, più c’è”: Branduardi lavora per sottrazione, anziché per addizione, cercando essenzialità e pulizia, cerca il vuoto (al contrario dei barbari che ne avevano terrore); più che a riempire gli spazi con arrangiamenti su arrangiamenti, punta a lasciare anche i giusti silenzi, con l’obiettivo di permettere alle frasi musicali di respirare e di manifestarsi pienamente.

Branduardi invita così il pubblico ad entrare in quello che lui definisce una sorta di “giardino segreto” da frequentare all’alba, in punta di piedi (scalzi), costruito su suoni che sono allo stesso tempo antichi e moderni, cogliendone le suggestioni e gli umori, ascoltando l’eco senza tempo di quegli antichi racconti popolari di amore e di morte, di incanti e avventure, tramandati per secoli e tutt’ora presenti nella memoria collettiva delle genti al di qua e al di là dell’Atlantico.

Sul palco ad accompagnarlo: Michele Ascolese  Chitarra elettrica, acustica – Stefano Olivato Contrabbasso, Basso, armonica a bocca – Leonardo Pieri Tastiere, Fisa – Davide Ragazzoni Batteria e percussioni.

 

Biglietti (settore A 20 euro ridotto 15 euro, settore B 15 euro ridotto 12 euro, settore C 10 euro) in vendita alla botteghino del Teatro Sanzio 0722 2281, AMAT 071 2072439.

Inizio concerto ore 17.30.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com