Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 18:29 di Gio 12 Dic 2019

Nasce il circuito espositivo regionale dell’arte contemporanea marchigiana

di | in: Cultura e Spettacoli, Interviste

professor Antonio G. Benemia

image_pdfimage_print

“Contemporanea Arte” e “Aperto”

 

 

Intervista al professor Antonio G. Benemia

 

La presentazione del progetto del professor Antonio G. Benemia in Ancona, all’Atelier dell’Arco Amoroso, sabato 7 marzo, con l’inaugurazione della prima mostra nel capoluogo.

 

Antonio G. Benemia, critico e storico dell’arte, insegna Arte Sacra all’ITM Lumen Gentiun della Pontificia Università Lateranense di Roma; ha insegnato nelle Accademie di Bari, Palermo e Macerata  Storia dell’Arte Moderna, Storia dell’Arte Contemporanea, Storia sociale dell’Arte e Economia e Mercato dell’Arte. Ha collaborato al Falco Letterario. Tra le ultime pubblicazioni Le neo avanguardie americane, Le avanguardie in crisi, Inventarsi l’immagine di Dio e A-Dorate Adorazioni, Ed. KDP, Amazon, 2015.

E’ curatore della rassegna itinerante nelle Marche di Contemporanea Arte e Aperto.

Antonio G. Benemia - Giacomo Liscini

Antonio G. Benemia – Giacomo Liscini


“Contemporanea Arte  cos’è e come nasce?”

“Contemporanea Arte nasce dall’esigenza di portare a conoscenza del pubblico la situazione dell’arte contemporanea nelle Marche, scavalcando il tradizionale circuito delle gallerie gestite da  privati e da enti pubblici.

L’idea  è nata da un semplice ragionamento: le gallerie sono  “poche e care” perché non proporre  delle Temporary Art Gallery  variabili a seconda delle occasioni di mercato  nelle principali strade delle  città  e cittadine  della Regione? E così si è partiti con la prima ContemporaneaArteUno  in Corso Umberto I a  Civitanova Marche dal 21 al 23 Febbraio.

La prossima ContemporaneaArteDue sarà in Ancona all’Atelier dell’Arco Amoroso in Piazza del Papa  dal 7 al 15 Marzo. E avrà una novità: uno spazio chiamato ApertoUno a cui potranno partecipare artisti sconosciuti  che vorranno confrontarsi con il pubblico e  con le ricerche di quelli  già affermati”.

 

“Quali sono gli obiettivi nell’immediato e nel medio periodo?”

“Gli obiettivi nell’immediato sono quelli urgenti di portare l’arte contemporanea in luoghi sconosciuti all’arte come negozi e magazzini dismessi, per creare sorpresa e curiosità tra il pubblico che si trova improvvisamente davanti a un spazio-galleria-alternativo  che  il giorno prima non esisteva e che magari un mese dopo lo ritrova  con un nuovo allestimento in un’altra parte della città. Si cercherà, con l’aiuto prezioso di Giacomo Lascini,  di realizzare almeno dieci mostre per quest’anno.

 

“Qual è la realtà dell’arte contemporanea nelle Marche? Potenzialità e carenze”.

“Ovviamente la realtà dell’arte contemporanea nelle Marche è molto variegata. Esistono due Accademie di Belle Arti, poche gallerie e un prestigioso Premio Marche che non esiste più.  Spazi pubblici ci sono ma il più delle volte sono irraggiungibili se non  con grossi sacrifici. La Mole Vanvitelliana di Ancona è uno spazio interessante  ma non ancora sufficientemente strutturato per l’ arte contemporanea; cercherò di ottenere  uno spazio pubblico alla fine del percorso espositivo  di quest’anno in modo da portare sul piatto della bilancia un numero sostanzioso di mostre e di eventi culturali abbinati alle mostre stesse. Ad esempio. Nell’ultima mostra a Civitanova c’è stato spazio anche per la poesia”.

 

Il circuito espositivo, una volta strutturato, guarderà anche oltre regione. Porterà l’arte marchigiana in altre realtà nazionali e magari anche all’estero?

“L’obiettivo è quello di far conoscere  l’arte contemporanea marchigiana e non, intanto ai marchigiani, e poi esportarla fuori regione e anche all’estero. Intanto iniziamo a farla girare questa arte contemporanea”.

Antonio G. Benemia - Giacomo Liscini

Antonio G. Benemia – Giacomo Liscini

© 2015, Redazione. All rights reserved.




14 Marzo 2015 alle 20:28 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Le Marche… domani
• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata