Asur, Del Moro risponde al sindacato

Asur, Del Moro risponde al sindacato

SAN BENEDETTO DEL TR. – Riceviamo dalla Direzione di Area Vasta e pubblichiamo integralmente.

 

Innanzitutto si evidenzia sconcerto per dichiarazioni così gravi rilasciate da parte di una sigla sindacale con la quale si è sempre avuto un confronto costante, costruttivo ma soprattutto di alto profilo; si precisa che quanto espresso dalla CIMO sarà vagliato per capire se possa costituire procurato allarme nella popolazione.

 

E’ indispensabile far presente che la continuità assistenziale all’interno del Presidio Ospedaliero Madonna del Soccorso è garantita per tutti i ricoverati, sulla base delle previsioni contrattuali e si basa sul Dipartimento di Emergenza Urgenza che ha nelle ore notturne in servizio 6 dirigenti medici (3 medici in Pronto Soccorso, 2 anestesisti e 1 cardiologo), oltre che sulla pronta disponibilità di medici delle diverse discipline.

 

L’attuazione dell’intesa regionale sulla continuità assistenziale è uno degli obiettivi che anche questa Area vasta persegue con assunzione di dirigenti medici nel Dipartimento Chirurgico e con lo sviluppo del confronto con le OOSS della dirigenza medica, partendo dalla necessità di garantire la funzionalità dei servizi.

 

Si evidenzia poi come davvero curioso che proprio la CIMO avendo in passato contestato in modo simile il modello di continuità assistenziale adottato “come progetto pilota” nel Presidio Madonna del Soccorso, che si basava sulla gestione da parte del Dipartimento di Emergenza Urgenza del Dipartimento Medico, abbia poi sottoscritto l’accordo regionale del 2014 che ha adottato analogo modello.

 

Rispetto alla problematica della lista di attesa per l’attività chirurgica e l’adeguamento dei posti letto, si è appena concluso il confronto aziendale sul piano assunzioni anche per l’Area vasta 5. Il piano assunzioni 2015 consente infatti la riattivazione dei posti letto di geriatria (per la quale è stato anche bandito il concorso per il Direttore dell’U.O.) e il potenziamento del blocco operatorio per incrementare l’attività chirurgica (si segnala anche in questo caso l’avvio dell’iter per la nomina del Direttore dell’U.O. di Anestesia e Rianimazione del Madonna del Soccorso) e l’assunzione di un gastroenterologo per la copertura h24 del servizio. Si ricorda ancora che nei prossimi mesi si completeranno anche i concorsi per la Direzione dell’U.O. di ORL e di Urologia.

Da quanto sopra si evidenzia come la presa di posizione della CIMO sia destituita di fondamento.

 

 

Il Direttore Area Vasta 5

Massimo Del Moro

© riproduzione riservata