da Ascoli Piceno

da Ascoli Piceno
AD ASCOLI GIOCHI PICENI, EDUCAMP E LA SETTIMANA NAZIONALE DELLO SPORT
Far capire alle giovani generazioni l’importanza della pratica sportiva, attraverso la creazione di un vero e proprio osservatorio che favorisca ed e riconosca le attitudini e le capacità di ognuno. Queste le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione comunale di Ascoli Piceno, in collaborazione con il Coni provinciale, a dare vita ad una serie di iniziative in tale ambito denominate: Giochi Piceni ed Edu Camp. A queste si va ad aggiungere la Giornata Nazionale dello Sport, che si svolgerà in tutta Italia il 7 giugno. Gli eventi in questione sono stati illustrati oggi presso la sala De Carolis di Palazzo Arengo. Presenti all’appuntamento l’assessore comunale allo Sport Massimiliano Brugni, il delegato provinciale Coni Armando De Vincentiis, il coordinatore tecnico provinciale Coni Domenico Chiovini e il segretario provinciale Coni Giorgio Allegrini.
“Un ventaglio di eventi per far crescere ancor di più lo sport nella nostra città – afferma l’assessore comunale Massimiliano Brugni – praticare attività sportiva all’ombra delle cento torri è facile per  tutti, anche in virtù dei prezzi abbordabili applicati nei nostri impianti. Le iniziative in questione, mettono in luce anche le tantissime associazioni del settore che stanno facendo diventare Ascoli una piacevole realtà”.
Entrando nel dettaglio delle manifestazioni e partendo da Giochi Piceni, si tratta di un progetto che consentirà ai ragazzi nati tra il 2002 e il 2009, di frequentare gratuitamente nel periodo maggio/giugno/settembre, la disciplina sportiva per la quale si è appassionati. Ecco le società aderenti: ASD Roller Dream Ascoli, ASD Sportlife Club, Polisportiva Borgo Solestà, ASA Ascoli, Black Wolf Kombat Academy, ASD Takedown, ASD Circo Danza Maggie, ASD Ascoli 86, ASD Amatori Rugby Ascoli, Circolo Tennis ‘F. Morelli’, ASD Compagnia Arcieri Piceni, Unione Piazza Immacolata 1989, Budo Piceno, APD Gemina, Le Querce Monticelli, ASD Ginnastica Ascoli, ASD Askl, Libero Volley, Sestiere Porta Romana, Centro Minibasket via Kennedy.
Spostandoci ad Edu Camp, si tratta di Centri Estivi Polisportivi(della durata di una settimana) che si terranno presso la Cittadella dello Sport(Campo Scuola Coni), e che coinvolgeranno ragazzi dai 6 ai 14 anni nelle discipline sportive più svariate ma non solo. Il progetto si svolgerà nelle seguenti settimane: 15 giugno-20 giugno, 22 giugno-27 giugno, 29 giugno-4 luglio.
Chiudiamo con la Giornata Nazionale dello Sport, in programma il 7 giugno 2015 ove sarà possibile praticare diversi sport in luoghi e spazi aperti della città. Ospite l’ex atleta dei quattrocento metri Alessandro Bracciali.
CONSEGNATI GLI ATTESTATI FAI A 230 ‘CICERONI’
Riconoscere il merito di coloro che hanno fatto apprezzare le bellezze della nostra città, diventando ‘ciceroni’.
Oggi si è tenuta ad Ascoli Piceno, presso la sala della Vittoria della Pinacoteca Civica, la consegna degli attestati ai 230 ragazzi che durante le giornate del  Fai di primavera (21 e 22 marzo 2015) hanno ‘guidato’ i visitatori all’interno di alcuni dei tanti tesori storico-culturali cittadini. Alla cerimonia hanno partecipato la presidente Fai Marche e capodelegazione Fai Ascoli Alessandra Stipa, l’assessore comunale alla Cultura Giorgia Latini, il presidente del Consiglio Comunale Marco Fioravanti, il prefetto Graziella Patrizi e l’architetto Ludovico Romagni della scuola di Architettura e Design dell’Unicam.
“Il Fai è una grande maestra per educare alla bellezza – dichiara l’assessore Giorgia Latini – ed  essere presente in questa magnifica sala con tutti questi ragazzi mi emoziona davvero tanto. Quella odierna è una giornata davvero molto importante. Viviamo in un periodo di crisi, ma si tratta anche e soprattutto di una crisi interiore della nostra società, che deve essere superata, anche grazie alla cultura. E proprio da voi studenti si deve ripartire per sperare in un futuro più florido”.
“Oggi celebriamo un progetto di partecipazione attiva – spiega il presidente del Consiglio Comunale Marco Fioravanti – l’amministrazione punta molto sui giovani per elevare il livello della città, e far diventare così Ascoli Piceno vetrina del mondo. Una delle peculiarità di questa iniziativa è rappresentata dal fatto che la bellezza dei nostri luoghi venga raccontata proprio dagli studenti. Tutto ciò credo sia davvero affascinante.”
“Le giornate del Fai rappresentano un grande progetto di amore verso il nostro paese – afferma il capodelegazione Fai Ascoli Alessandra Stipa – e questi alunni sono il cardine di tutto ciò. Esprimere qualcosa di positivo, dovrà continuare ad essere questo l’obiettivo da raggiungere nei prossimi anni. Per raggiungere tale fine, è necessario collaborare tutti assieme”
Ben 230 gli studenti che sono stati premiati durante la mattinata, provenienti dai seguenti istituti scolastici così ripartiti: 30 dal Liceo Classico ‘F. Stabili- Trebbiani’, 77 dal Liceo Scientifico ‘A.Orsini’, 23 dal Liceo della Comunicazione e delle Scienze Umane ‘T. Relucenti’, 72 dal Liceo Artistico ‘O.Licini’, 6 dall’ITCG Geometri ‘Umberto I°’ E 22 dall’Istituto Tecnico Agrario ‘C.Ulpiani’.
PREMIO ‘LUCA LUNA’ DEL CORSO DI LAUREA TECNOLOGIA E DIAGNOSTICA
Un riconoscimento importante per ricordare la figura di un uomo che ha amato profondamente la nostra città. Stiamo parlando del Premio ‘Luca Luna’ del corso di laurea Unicam in Tecnologia e Diagnostica per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali, consegnato questa mattinata di mercoledì presso la sala Cola ad Ascoli Piceno. Hanno partecipato alla consegna del premio il vicesindaco Donatella Ferretti, il presidente del Corso di Laurea Unicam in Tecnologie e Diagnostica per la Conservazione e il Restauro Marco Giovagnoli, Erminia Tosti Luna moglie del prof. Luca Luna, e il direttore dei musei civici di Ascoli Stefano Papetti.
“Un premio che valorizza le eccellenze del territorio in un settore che ha bisogno di tali professionalità – afferma il vicesindaco Donatella Ferretti – Siamo per cui onorati e fieri di continuare con successo tali iniziative, che portano a dei risultati concreti e soprattutto, nel nome di una persona che ha dato tanto ad Ascoli Piceno. Infatti egli ne esaltava la bellezza, e tutta la nostra comunità dovrebbe valorizzare di più questo aspetto. Basta guardare la sala nella quale ci troviamo ora per capire come la città delle cento torri sia benedetta da questo punto di vista”.
Ad essere premiate sono state le tesi delle dottoresse Sara Calvaresi e Rosanna Fabozzi. La prima ha preso in esame l’utilizzo di sostanze naturali quali il timo per la lotta alle infestazioni vegetali nei siti archeologici, la seconda, si è occupato di una delle eccellenze del nostro territorio, la straordinaria collezione di mummie rinvenuta nella cittadina picena. Due lavori di tesi, in conclusione, di grande interesse e di indubbia innovatività e significatività per il territorio e per il settore del Patrimonio Culturale del nostro Paese.
Ma chi era Luca Luna?Il professor Luca Luna, nativo della provincia di Lecce, quando si insediò ad Ascoli Piceno(si sposò con la sig.ra Ermina Tosti) se innamorò nel vero senso della parola. In 25 anni di permanenza nel Piceno infatti, scrisse pubblicazioni che spaziavano dalla storia all’arte, al teatro, tutte tese alla valorizzazione del notevole patrimonio culturale ed urbanistico di Ascoli. Esaltò il teatro Ventidio Basso, il Carnevale, ed una sua guida, stampata in quattro lingue diverse, fu molto apprezzata.
SEMINARIO ANCI AD ASCOLI PICENO SUI FONDI EUROPEI

Conoscere e approfondire le opportunità finanziarie che l’Europa mette a disposizione, rafforzando sempre più il concetto di smart cities come soluzione necessaria per gli anni futuri. Da qui è nata l’esigenza di un seminario di formazione denominato ‘I Fondi Europei’, organizzato da ANCI Marche in collaborazione con l’Accademia per le Autonomie, l’UPI E IL Comune  di Ascoli Piceno. All’incontro, tenutosi oggi presso la sala della Ragione di palazzo dei Capitani ad Ascoli Piceno, hanno partecipato il sindaco Guido Castelli e il consulente specializzato alle infrastrutture Piero Atella.
“Un seminario che vuole concretamente fornire delle informazioni utili al fine di poter attingere alla vasta pavimentazione finanziaria della comunità europea – dichiara il primo cittadino Guido Castelli – Oggi, per essere competitivi e vincere la concorrenza degli altri paesi, è sempre più necessario avere le nozioni di base e approfondire tali tematiche. Fino a qualche anno fa i fondi europei venivano visti come qualcosa di additivo, ora devono essere considerati dei preziosi strumenti per affrontare al meglio il futuro”.
Diversi i temi affrontati nel seminario. In primis è stato illustrato il concetto di smart cities, spiegando le loro caratteristiche con un focus sull’importanza dell’analisi dei fabbisogni, delle strategie, e dei progetti e degli strumenti da adottare. Successivamente, si è parlato degli stakeholders, ovvero di tutti quei soggetti che potenzialmente potrebbero essere coinvolti nello sviluppo delle smart cities appunto. Per arrivare poi a fornire tutte le informazioni utili sui finanziamenti europei, prendendo in esame in particolar modo Horizon 2020, programma quadro per la ricerca e l’innovazione, e Life Plus, programma per l’ambiente e l’azione per il clima.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com