Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 16:21 di Gio 22 Ago 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Marche, Regione imprenditoriale europea

image_pdfimage_print

13 mag 2015
REGIONE IMPRENDITORIALE D’EUROPA – TEAM D’ESPERTI NELLE MARCHE PER VALUTARE I PROGRESSI EFFETTUATI.

La Regione Marche, premiata nell’anno 2014 con il marchio di Regione imprenditoriale europea, ha fatto oggi il punto con una delegazione composta da rappresentanti del Comitato delle Regioni e della Commissione europea sui risultati conseguiti. Politiche messe in atto in applicazione dei principi dello Small Business Act, il piano europeo per le piccole imprese, e prospettive future a favore della competitività delle micro, piccole e medie imprese, anche mediante i Fondi strutturali 2014/2020, sono state al centro del dibattito e degli approfondimenti dell’incontro. Oltre al team d’esperti europei, erano presenti docenti universitari e tecnici regionali. Nel pomeriggio sono in programma visite alle start up innovative Evolvea, avviata all’interno del centro servizi Meccano, e Greentech, nata nell’ambito dell’incubatore d’impresa Jcube. La prima è una realtà avviata nel 2013 che si occupa di sorveglianza e misurazione dell’inquinamento, la seconda nata sempre nel 2013, è invece attiva nella produzione di beni alimentari. Entrambe le imprese sono state avviate anche grazie al contributo cofinanziato dal Fondo di Sviluppo e coesione.

 

OLTRE 800 MILA LE PERSONE GIÀ RAGGIUNTE, IN DUE SETTIMANE, DALLA PUBBLICAZIONE “SOCIAL” DEI VIDEO DEDICATI A #EXPOMARCHE.

Sono già oltre 800 mila le “persone raggiunte” dalla pubblicazione dei video dedicati alla partecipazione delle Marche a Expo2015, curati dalla Regione e dal Social Media Tema Marche. Le produzioni sono incentrate a promuovere i cluster turistici e le eccellenze regionali che faranno da traino alla partecipazione all’esposizione milanese. Ogni giorno vengono diffusi attraverso più di 20 canali social di cui la Regione è dotata, con immagini e suggestioni nuove, da proporre alla curiosità e all’interesse di un pubblico internazionale. Sono i primi dati forniti dal Social Team, a due sole settimane di avvio dell’iniziativa promozionale che durerà fino a ottobre, per tutta la durata di Expo Milano 2015. Le 800 mila persone hanno interagito attraverso le pubblicazioni, dando impulso alla “viralità” del messaggio con commenti e condivisioni attive. Di fatto, hanno rappresentato i primi “visitatori virtuali” delle eccellenze marchigiane a Expo, divenendo, a loro volta, attraverso le condivisioni, testimonial delle attività in cantiere.


DIFESA DELLA COSTA TRA PORTO RECANATI E POTENZA PICENA: LA REGIONE APPROVA LO SCHEMA DELLA CONVENZIONE E STANZIA 3 MILIONI .

La Giunta regionale ha approvato lo schema della convenzione con il Provveditorato opere pubbliche (ministero Infrastrutture) e Rete ferroviaria italiana (Rfi) per progettare ed eseguire i lavori di difesa della costa tra il fiume Potenza (Porto Recanati) e fosso Pilocco (Potenza Picena). La delibera, adottata oggi, stanzia anche 3 milioni di compartecipazione regionale all’intervento, che ha un costo complessivo di 11,05 milioni. La quota rimanete viene garantita dallo Stato (4 milioni del Provveditorato) e da Rfi (altri 4 milioni). Le risorse assegnate dalla Regione sono quelle della nuova programmazione europea (fondi Por-Fesr 2014-2020). L’intervento è previsto dal Piano di gestione integrata delle aree costiere, approvato dall’Assemblea legislativa nello scorso mese di gennaio. Prevede la realizzazione di opere rigide e ripascimento, a difesa dell’abitato a sud di Porto Recanati e del tratto della linea ferroviaria Bologna – Lecce che corre lungo la costa. La progettazione e l’aggiudicazione del bando, secondo la convenzione, andranno predisposte entro l’anno, mentre i lavori entro il 2016-2017. Quanto programmato rappresenta il secondo stralcio di un intervento complessivo che prevede la realizzazione di scogliere emerse e il ripascimento del litorale per un importo totale di 17,7 milioni di euro. La prima fase riguarda il ripascimento, in corso, della zona nord tra Porto Recanati e Potenza Picena, con 198 mila metri cubi di materiale e un costo di 4,21 milioni. La seconda fase prevede la realizzazione di nuove scogliere emerse, per un totale di 11,05 milioni che viene regolamentata con la convezione approvata oggi dalla Giunta regionale. La terza fase riguarderà, nel 2016, il ripascimento della zona sud con 115 mila metri cubi di materiale e un importo di 2,44 milioni di euro.

 

PROGETTO WIDER – CONFERENZA FINALE IL 21 MAGGIO A BRUXELLES.

Si terrà a Bruxelles il 21 maggio la conferenza finale del progetto WIDER, promosso da Svim e finanziato nel 2013 con circa 2,5 milioni di euro dal programma di cooperazione territoriale MED. Obiettivo dell’evento è quello di presentare i risultati del progetto pilota -coordinato da Svim e dedicato all’innovazione nella domotica e nella longevità attiva. Il progetto Wider, coinvolgendo sette regioni europee dall’Algarve alla Macedonia Centrale, passando attraverso la Catalogna, la regione francese di Rhone Alpes, la Slovenia, la macro-regione di Sarajevo e ovviamente le Marche, ha infatti permesso la creazione di un gruppo di circa 140 esperti in questo settore emergente. Da questa lista 80 imprese appartenenti alle aree coinvolte hanno potuto scegliere il proprio “consulente” con il quale redigere una proposta progettuale sull’innovazione di prodotto, servizio o processo. I 39 progetti approvati nei vari territori la scorsa estate sono ormai giunti al termine ed è quindi opportuno procedere con la loro divulgazione e la possibile estensione ad altri territori europei ed extra-europei. All’evento sono attesi un centinaio di partecipanti composti dai membri delle delegazioni provenienti dalle sette regioni pilota (rappresentanti degli organismi partner, esperti locali di domotica sostenibile, knowledge provider e aziende vincitrici dei voucher), nonché rappresentanti della Commissione e un rappresentante di Age Platform Europe, che è un network europeo composto da più di 150 organizzazioni di tutela degli over 50 e che rappresenta circa 40 milioni di anziani europei. L’evento terminerà con incontri operativi tra imprese organizzati da Svim.

 

PIANO STRAORDINARIO DI TUTELA E GESTIONE DELLA RISORSA IDRICA PER PESARO E URBINO: APPROVATA CONVENZIONE PER L’ATTUAZIONE CON FINANZIAMENTO DI 7,2 MILIONI DI EURO.

Approvato oggi nel corso della seduta di giunta lo schema di convenzione tra Regione Marche, AATO 1 e Marche Multiservizi spa per l’attuazione del piano straordinario di tutela e gestione della risorsa idrica negli agglomerati di Pesaro e Urbino già finanziato per 7,2 milioni di euro. Obiettivi prioritari del provvedimento sono il potenziamento della capacità di depurazione dei reflui urbani e il raggiungimento della conformità alla direttiva 91/271/CEE entro il 31/12/2018. La convenzione stabilisce gli obblighi delle parti, i termini, le procedure per la rendicontazione delle spese e per la liquidazione del contributo e per l’utilizzo/riprogrammazione di eventuali economie secondo le disposizioni riportate dall’Accordo di programma Quadro sottoscritto nell’ottobre scorso con il Ministero dell’ambiente e tutela del territorio e con il Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica.

 

© 2015, Redazione. All rights reserved.




13 Maggio 2015 alle 16:01 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata