Successo per il Festival Internazionale di Bande Musicali

Il 2 giugno parata sul lungomare con Miss Italia Clarissa Marchese

 

La premiazione in Piazza Buozzi dalle ore 20.00

 

Un quadro di Pino Procopio in omaggio ai gruppi

 

Giulianova, 1 giugno 2015 – Grande successo di pubblico per la seconda serata del Festival che ha visto sul palco come ospiti Elena D’Angelo e Umberto Scida, gli alfieri dell’operetta italiana e poi la simpatia di Alda D’Eusanio che ha salutato il numeroso pubblico con la sua pungente ironia. E mentre risuonano le note dei gruppi in gara si prepara laa grande parata sul Lungomare di Giulianova da il via all’ultima giornata del Festival, martedì 2 giugno.

Il fischio d’inizio ci sarà alle 15.00 con le Bande che muoveranno dalla banchina del Porto per poi sfilare nel centro della città e finire la parata sul Lungomare con lo spettacolo in Piazza Dalmazia.

A fare da Madrina sarà Miss Italia 2014 Clarissa Marchese. La bella ragazza siciliana darà il benvenuto alle Bande nel corso della sfilata e salirà sul palco in qualità di Madrina grazie alla collaborazione di Teresa & Tiziana Parrucchieri e Wella Professional.

La bande partiranno dal Molo Nord e proseguiranno su Via N. Sauro, Viale Orsini, Via T.de Revel, Lungomare Ovest, Lungomare Est, per finire in Piazza Dalmazia dove eseguiranno lo spettacolo.

Altro ospite della parata il giovanissimo Stefano Nepa, Campione italiano di PreMoto3, categoria che schiera ragazzi di 13 e 14 anni in sella a moto 250.

Al termine della parata tutti in Piazza Buozzi a Giulianova Paese dove dalle ore 20.00 si terranno i concerti di chiusura e la premiazione dei vincitori alla presenza delle autorità.

In questa edizione, l’organizzazione donerà ai gruppi un’opera pittorica firmata dall’artista  Pino Procopio. Si tratta di un Olio su tavola che raffigura una Banda in divisa militare. Procopio è un pittore spiritoso, allegro, divertente. È un fine umorista, sia come pittore che come scrittore (forse anche come architetto, essendo egli laureato in architettura). È ironico e autoironico. Scrive di sé, parlando in terza persona, come Giulio Cesare: ‘Pino Procopio nasce a Guardavalle (CZ) il 16 giugno del 1954’, lo stesso anno che vede i natali della televisione, ma, a differenza di questa, egli nasce già a colori. Procopio è soprattutto italiano, un italiano del Sud approdato e formatosi nella capitale, nella Roma della Dolce Vita. Ha un talento felliniano, un estro caricaturale che ricorda la scuola del “Marc Aurelio”, nella quale aveva appreso il mestiere l’autore di Lo sceicco bianco. Gli basta un minimo segno, un rapido colpo di pennello, per deformare un viso o un corpo e renderlo esilarante.

 

Tra i tanti premi in palio per il Festival, la medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la prima classificata, e la medaglia di rappresentanza del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi per la seconda classificata.

Moldavia

Moldavia




Domenica allo Sferisterio il balletto cinese “Marco Polo”

Spettacolo unico per il centro Italia, sul palco maceratese la prima compagnia d’Oriente

 

MACERATA 01/06/2015 – Manca solo una settimana al grandioso spettacolo del National Centre for the Performing Arts di Pechino, che va in scena allo Sferisterio.

Unico evento per il centro Italia, domenica 7 giugno alle 21, l’arena maceratese ospita la produzione “Marco Polo” che vede 60 ballerini sul palco e una scenografia davvero suggestiva, come trapela dai primi trailer. Un’opera moderna, prima commissione del NCPA & Song and Dance Ensemble del PLA Political Department, la prima compagnia di danza cinese. Marco Polo è stato da sempre considerato la figura di collegamento tra la civiltà occidentale e quella orientale, e lo spettacolo nella città di Padre Matteo Ricci acquisisce una notevole importanza culturale e politica.

La rappresentazione cade nell’anno della presentazione della Nuova Via della Seta e vanta la presenza di artisti di rilevanza internazionale, tra cui il coreografo Chen Weiya, direttore artistico del China Oriental Performing Arts Group, premiato per la regia della cerimonia di apertura dei 16° Asian Games di Guangzhou, il pluripremiato drammaturgo Zhao Daming, Zhang Qianyi, tra più influenti compositori cinesi della nuova generazione, e il light designer Sun Nanpu.

Le musiche del balletto attingono alla tradizione musicale occidentale, alla musica di corte della dinastia Yuan, al repertorio etnico mongolo e alla musica popolare della Cina meridionale. Inoltre, attraverso la creatività di un palcoscenico multimediale, si anima un antico paese orientale, romantico e di una bellezza unica. Riguardo all’ideazione, il balletto insiste nell’intento di evocare le tematiche di pace e armonia, tematiche alle quali la nazione cinese ha sempre aderito sin dall’antichità.

Proprio nell’ultima fine settimana, la produzione “Marco Polo” ha rappresentato la Cina ad Expo, durante la “Notte di Pechino”.

Il balletto viene realizzato dal Macerata Opera Festival, grazie alle importanti collaborazioni del Comune, dell’Istituto Confucio, dell’Università di Macerata e dell’Amat. Biglietti in vendita anche online, da 5 a 30 euro con speciali promozioni per gli under30.




Credere e Vivere nella Legalità

Atri – Il progetto “Credere e Vivere nella Legalita’” , proposto e realizzato dall’Istituto Superiore D’Istruzione A. Zoli di Atri sede I.P.I.A. ha coinvolto nelle ore curriculari ed extracurriculari gli studenti delle classi 2 e 4 dell’Istituto Professionale e n. 4 detenuti del carcere di Teramo .

Tema centrale del progetto e’ stata la legalita’ cercando di promuovere la cultura del rispetto delle regole e nel contempo interiorizzare il senso dell’importanza delle regole per il bene individuale e collettivo.

I risultati del progetto saranno presentati Giovedi 4 giugno alle ore 10,00 presso la sala consiliare del comune di Atri nell’incontro-dibattito che si terra’ con le istituzioni territoriali , l’amministrazione penitenziaria , la struttura scolastica e le forze dell’ordine e durante il quale saranno ascoltate le testimonianze dei detenuti e di alcuni studenti che hanno partecipato al progetto.




Corso per Miniguide a Cupra

Cupra Marittima – Anche quest’anno l’Istituto Scolastico Comprensivo di Cupra Marittima, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Archeclub di Cupra Marittima  ha rinnovato la volontà di far conoscere ai propri studenti il territorio Cuprense attraverso l’attivazione del già collaudato corso per Miniguide tenuto dalla dottoressa Benedetta Cappella e coordinato dalla professoressa Maria Perla De Fazi. Così sabato 30 maggio, a conclusione del corso,  i nove ragazzi che hanno partecipato alla formazione, si sono cimentanti per la prima volta nell’esperienza di Miniguida accompagnando i propri genitori in visita guidata all’interno del Museo Archeologico cuprense. Il percorso è iniziato a dicembre e si è articolato in dieci incontri di due ore ciascuno in cui sono stati trattati argomenti a partire dalla preistoria fino al periodo Romano, il tutto approfondito da proiezioni è da uscite didattiche sul territorio.
Consapevoli della positività dell’esperienza speriamo in una reale presa di coscienza da parte di questi ragazzi delle proprie radici storico-culturali.



Isc Nardi: lettera aperta degli alunni ad un testimone della grande guerra

Porto San Gorgio – “Lei, Sig. Lamponi, è stato per noi come un cantastorie, il nostro Omero”. E’ uno dei passi della lettera scritta dagli alunni della classe 3° D della Scuola Media Nardi di Porto San Giorgio ad Armando Lamponi, novantaseienne reduce della Seconda guerra mondiale e protagonista di un incontro con i ragazzi. In occasione del suo compleanno, gli studenti dell’ISC sangiorgese hanno indirizzato una missiva all’anziano sangiorgiese per ringraziarlo della sua disponibilità e fargli gli auguri da parte dell’intera classe. Nel corso dell’incontro Lamponi aveva raccontato agli alunni la sua esperienza di soldato al fronte, nell’ambito di un progetto dedicato al conflitto. “Ci ha fatto molto piacere aver sentito la sua storia, le sue emozioni, i suoi ricordi dai quali abbiamo assimilato un messaggio: il coraggio non cancella la paura – scrivono i ragazzi -. Ci ha raccontato infatti che a soli vent’anni ha percepito il terrore della guerra, quindi della morte. Questo concetto è a noi sconosciuto perché siamo nati in un periodo di pace nel nostro Paese e siamo ancora molto giovani. Siamo rimasti colpiti quando ci ha raccontato della traversata dalla Sicilia alla Libia e del lungo viaggio per la Russia. E con un audace salto indietro ci è sembrato di vedere il giovane ragazzo che lavorava i campi dalla mattina alla sera, il ragazzo che aveva finito i suoi studi in quinta elementare, che viveva in una casa insieme ad altre diciannove persone e, da quel mondo patriarcale, era stato strappato allo scoppio della guerra e costretto ad arruolarsi.  Ci ha raccontato la sua esperienza in modo dettagliato, come se tutto fosse accaduto di recente. Vivere in prima persona la guerra le ha fatto comprendere il valore della vita, l’importanza di apprezzarla giorno per giorno, il dovere di essere artefici del proprio destino perché l’uso delle armi non decida di far cessare la nostra vita per sempre. Dalla sua importante storia abbiamo imparato che anche in situazioni estreme come la guerra, non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, e che il coraggio non è rischiare la vita in situazioni pericolose, ma affrontare la paura senza farsi sovrastare da essa. Grazie, sig. Lamponi, per averci ricordato quanto siamo fortunati, grazie per averci insegnato a non disprezzare la vita e soprattutto noi stessi e grazie per averci raccomandato di godere al massimo ogni attimo della nostra vita perché è un dono tanto meraviglioso quanto fragile. Terremo sempre nel cuore una frase che ci ha detto tra le lacrime: “Pensate al presente e lottate insieme per renderlo memorabile” I nostri più sentiti auguri e speriamo che ci si possa rivedere presto, magari prima del suo centesimo compleanno! .

Classe 3° D – Scuola Media Nardi – Porto san Giorgio




da Ascoli Piceno

2015-06-01
Elezioni Regionali: dichiarazione del sindaco Castelli
La vicenda di queste ultime regionali, nelle Marche come altrove, dimostra inconfutabilmente che il Centro Destra diventa competitivo solo quando si presenta unito; quando si trovano le ragioni dello “stare insieme” nessun risultato è precluso basti pensare alla vittoria di Toti in Liguria ed alla notevole performance del mio amico Claudio Ricci sindaco di Assisi.
Posto che l’alleanza Forza Italia – Marche 2020 è stata chiaramente bocciata dall’elettorato, nella mia qualità di sindaco di Ascoli Piceno, non posso non rilevare con soddisfazione che il consenso conseguito complessivamente dai Partiti del Centro Destra della nostra città risulta maggioritario rispetto alle forse del Centro Sinistra.
In particolare i risultati conseguiti dal Forza Italia (17%) e da Fratelli d’Italia (11%) – in chiara contro tendenza positiva rispetto al dato complessivo – rappresentavano la conferma del fatto che i riferimenti del Centro Destra della nostra città continuano ad essere saldi.
Questa mattina di buon ora mi sono complimentato con l’amico Piero Celani della splendido risultato raggiunto, che consentirà al nostro territorio di disporre di una sentinella particolarmente qualificata in quel di Ancona.
Ora tutti gli uomini di buona volontà del Centro Destra dovranno assumersi la responsabilità di aprire un cantiere finalizzato, ad Ascoli così come in Regione e in Italia, a creare uno spazio comune di confronto e di elaborazione politica per rilanciare la coalizione di Centro Destra ad ogni livello politico e istituzionale.
Anche io, come molti amministratori di Centro Destra, mi rendo disponibile per promuovere questa nuova progettualità.

IL 2 GIUGNO, FESTA DELLA REPUBBLICA, IL SINDACO CASTELLI AL PADIGLIONE MARCHE DELL’EXPO’
In occasione del 69°Anniversario della Festa della Repubblica, martedì 2 giugno alle ore 15.30, il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli, insieme ad alcuni sindaci individuati dall’Anci in collaborazione con la Regione Marche, è stato invitato a partecipare alla cerimonia celebrativa presso il padiglione della Regione Marche dell’Expò di Milano.
Alla tradizionale cerimonia cittadina in onore di tale ricorrenza, prevista ad Ascoli Piceno in piazza Roma, quindi, parteciperà il vice sindaco Donatella Ferretti.



Pregare cantando per la Festa Ss. Annunziata

La Chiesa della Ss. Annunziata si veste di musica, canto e preghiera dedicata alla beata vergine Annunziata!
San Benedetto del Tronto – Come ogni anno presso la parrocchia Ss. Annunziata si festeggia la omonima festa dedicata alla Madonna dell’Annunziata.
Quest’anno la festa si terrà lungo tutta la settimana dal 01 giugno al 07 giugno e ogni serata sarà animata da incontri, teatro, musica e canto!
Proprio di canto e musica, tutti sono invitati a partecipare alla serata musicale, organizzata e presentata dal coro liturgico Ss.Annunziata e desiderata anche dal parroco Don Anselmo Fulgenzi, che vede la partecipazione di alcuni ospiti straordinari tra cui il soprano Carla Laudi, il mezzosoprano Giuseppina Piunti, il baritono Matthias Ludwig e il M. Sergio Capoferri.
Come anticipato dal direttore del coro Marco Laudi <<Sarà un gesto di unione tra amici e conoscenti che incontrandosi insieme sinergicamente nella musica, potranno far gustare ed assaporare ciò che la musica e il bel canto possono trasmettere ad ognuno di noi. Sarà una serata di musica, canto, riflessione e preghiera dedicati alla Beata vergine Maria Annunziata in cui saranno messi al centro temi come la solidarietà, il nutrimento, il rapporto con il creato>> .
La serata dedicata interamente alla beata Vergine Annunziata, sarà aperta dal coro liturgico e successivamente vedrà l’alternarsi degli ospiti nel canto di brani lirici, sacri e liturgici accompagnati dal M. Sergio Capoferri.

L’appuntamento per tutti è per venerdì 05 giugno 2015 alle ore 21:15 presso la chiesa Ss. Annunziata a Porto d’Ascoli,

Alla serata parteciperà anche una giovane sorpresa!



Concorso Postacchini, il turco Alican Süner vince la 22ma edizione

Primo posto nella sua categoria e vincitore assoluto della competizione violinistica di Fermo

FERMO – È Alican Süner il vincitore assoluto della XXII edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” che, dopo una settimana di lavoro, si è concluso ieri sera (sabato 30) in un Teatro dell’Aquila di Fermo davvero gremito.

Proveniente dal sud della Turchia, 23 anni, il giovane talento del violino ha convinto la giuria presieduta dalla concertista di fama internazionale, il M° Dora Romanoff Schwarzberg che l’ha scelto tra i 112 concorrenti provenienti da 31 nazioni diverse.

A lui va il premio della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo (2400 euro), massimo riconoscimento per la categoria d’età per la quale concorreva, la D (22-35 anni) e, in qualità di vincitore assoluto della competizione, il violino realizzato dal maestro liutaio Giuseppe Quagliano di Jesi e l’archetto del maestro veneto Walter Barbiero. Ulteriore riconoscimento è poi quello che giunge direttamente dalla più alta carica dello Stato, la medaglia del Presidente della Repubblica.

Alla sua prima volta in Italia, Alican è entusiasta ed incredulo per aver vinto questo importante premio, il suo primo a livello internazionale.

Non è la prima volta invece che si esibisce come solista con una orchestra, in questo caso di 47 elementi, e allora si manifesta immediatamente la sua maestria nel gestire la situazione e nell’affinità con il direttore della FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, il M° Romolo Gessi. Insieme eseguono il Concerto per violino e orchestra il re minore Opera 47 di Sibelius raccogliendo gli applausi convinti del pubblico in sala.

Terminata la serata abilmente condotta dal presentatore di Radio2 Matteo Caccia, con il suo nuovo violino si è rifugiato lontano dalla folla in uno dei camerini dove era solito provare durante le giornate di concorso, impaziente di carpire il suono e l’anima del suo nuovo strumento.

GLI ALTRI PREMI

Categoria D.

Il secondo classificato è Valentin ?erban, romeno di 25 anni che ha eseguito, accompagnato al piano dal M° Fabio Centanni, le “Variazioni su tema originale Op.15” di Wieniawski. A lui va il premio Carifermo SpA (1900 euro). Il gradino più basso del podio se l’è aggiudicato invece il belga di 22 anni Floris Willem, per lui il premio del Consorzio Fidi del Fermano (600 euro) e del Centro Culturale Antiqua Marca Firmana (1000 euro).

Categoria C.

Rimasto vacante il primo posto, il secondo viene conquistato dal giapponese di 21 anni Shusaku Kato, premiato con il riconoscimento offerto da Franco Moschini di Tolentino (1500 euro). Sul palco dell’Aquila, accompagnato al piano dal M° Sergio De Simone, ha regalato agli ascoltatori una magistrale esecuzione di “Fantasia brillante su temi dal Faust di Gounod op. 20” di Wienianwski. Terzo posto invece per la franco-olandese Cosima Soulez-Larivière, 19 anni, che si è aggiudicata il Premio Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo (1300 euro).

Categoria B.

Primo posto ancora per la Turchia con Doga Altinok, 15 anni, che esegue per il pubblico accanto al piano del M° Cesarina Compagnoni, la “Carmen fantaisie brillante” di Hubay. Per lei il premio Solgas Srl di Fermo (1600 euro). A seguire la quattordicenne degli States Maria Lakisova alle prese con la “Zingaresca op.20” di de Sarasate accompagnata al piano dalla madre. Anche per lei il Premio Solgas Srl di Fermio (1200 euro).

Ultima nella categoria, la sudcoreana Juhui Choi insignita del premio Steca Energia Srl (500 euro) e del premio Centro Culturale Antiqua Marca Firmana (500 euro).

Categoria A.

È di Pauline Van der Rest il primo premio della categoria. Belga, di 11 anni, ha sorpreso il pubblico con la sua esecuzione della Paganiniana di Milstein. Per lei il premio Alvaro Giostra di Fermo (1300 euro). Segue al secondo posto la tedesca di 11 anni Morgan Voisin, premiata con il riconoscimento dell’Organismo di Conciliazione Forense di Fermo (500 euro) e il premio Centro Culturale Antiqua Marca Firmana (500 euro). Suo il “Valse-scherzo op.34” di Tchaikovsky con cui, accompagnata dal M° Cesarina Compagnoni, raccoglie gli applausi del pubblico. Terzo posto per la più piccola in gara, l’unica italiana ad aggiudicarsi un posto sul podio, Alida Igbaria di 8 anni. A lei va il Premio Santori Pellami SpA di Monte Urano (500 euro) e il premio Centro Culturale Antiqua Marca Firmana (300 euro).

I PREMI SPECIALI

Il Premio Comitato d’Onore alla migliore esecuzione di un brano di Bach va a Cosima Soulez-Larivière, premiata dalla Camera di Commercio di Fermo (800 euro). Il premio città di Ansbach, città gemellata con Fermo, al miglior concorrente di nazionalità tedesca va a Morgan Voisin (500 euro).

Il Premio Città di Fermo al concorrente italiano che ha meglio eseguito i Capricci di Paganini (800 euro) è andato a Giovanni Agazzi.

Il Premio Conservatorio Statale di Musica “Pergolesi” di Fermo è andato all’unico spagnolo in gara, Miguel Colom (500 euro).




dalla Città

 San Filippo Neri, proseguono i lavori di riqualificazione del quartiere

Da mercoledì 3 giugno si asfalta viale De Gasperi 

 

Nell’ambito del progetto di risanamento dei manti stradali e dei marciapiedi del quartiere, a San Filippo Neri, mercoledì 3 giugno si procederà alla realizzazione del nuovo tappetino bituminoso di Corso Mazzini nel tratto compreso tra via Botticelli e il confine con il Comune di Grottammare.

 

Inoltre in via Manzoni inizieranno i lavori di riqualificazione consistenti nella realizzazione delle aiuole dove verranno messe a dimora nuove essenze arboree. Si partirà dal lato nord per poi proseguire con quello sud e infine realizzare il nuovo asfalto su tutta la via. I lavori saranno realizzati dalla ditta Adriatica Bitumi di Ascoli Piceno.

 

Ricordiamo che, tempo permettendo, mercoledì 3 giugno partiranno i lavori in viale de Gasperi nel tratto compreso tra via Montello (ponte dell’Albula) e via Abruzzi. Nella prima giornata verrà interdetto il traffico della corsia est, nella seconda giornata di giovedì 4 giugno si asfalterà la corsia ovest. Mentre si asfalterà, il traffico si svilupperà in entrambi i sensi di marcia sull’altra corsia previa istituzione del divieto di sosta.

 

Venerdì 5 giugno invece si procederà al rifacimento del manto di via Fileni nel tratto compreso tra largo Fileni e via Voltattorni e di via Case Nuove. Infine, nei giorni di lunedì 8 e mercoledì 10 giugno saranno riasfaltate alcune vie del centro cittadino: Pisa, Venezia, Amalfi, Gentili e Sanzio.

 

Tutti questi interventi saranno eseguiti dalla ditta CO.STRA.M. srl di Sant’Omero che si è aggiudicata l’appalto.

Ad Acquasanta per le cure termali

Il Comune contribuisce alle spese di trasporto per gli ultra 60enni. Presentazione delle domande entro il 30 giugno 

 

Il Comune organizza anche quest’anno, dal 16 al 29 luglio e poi dal 16 al 29 settembre, un servizio di trasporto da e per Acquasanta per le persone con almeno 60 anni di età che hanno necessità di sottoporsi alle cure degli stabilimenti termali del centro montano.

 

Da mercoledì 3 fino a martedì 30 giugno sarà possibile presentare domanda per usufruire del sostegno del Comune nel costo di 12 viaggi di andata e ritorno per Acquasanta.

 

La quota di compartecipazione alle spese è di 35 euro per i residenti. Nel caso di prenotazioni di coppie, almeno uno dei coniugi deve possedere il requisito minimo dei 60 anni di età.

 

Al momento della presentazione della domanda è richiesto il versamento della quota di partecipazione e l’impegnativa del medico di base, con data non anteriore a 30 giorni e redatta con sistema informatico, per il numero di cicli di terapia da effettuare. Importante: saranno accolte solo le prime 50 domande per ciascun periodo pervenute al Comune nel periodo di validità del bando. I non residenti saranno ammessi solo se residuano posti disponibili.

 

Per informazioni e ritiro dei modelli di domanda: Settore servizi alla persona (tel. 0735/794554) o Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0735/794555 – 405) o sito del comune www.comunesbt.it alla voce “i servizi”.

Donne senza pausa, venerdì 5 il convegno in Auditorium

Donne senza pausaDonne senza pausa

La quarta edizione dell’iniziativa tratterà di antiaging, nutrizione e prevenzione di tumori e malattie cardiovascolari 

 

San Benedetto del Tronto, 01-06-2015 – Venerdì 5 giugno, all’Auditorium comunale “Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, dalle 17 si terrà la quarta edizione dell’evento socio culturale dal titolo “Donne senza pausa”, organizzato dell’associazione scientifica “Regenera Research Group” e curata dal dr. Ascanio Polimeni e dalla dr.ssa Cristiana Aperio con il patrocinio dell’Amministrazione comunali.

 

Presentata dalla dr.ssa Debora Cozza e dall’ostetrica Luana Gaetani, la manifestazione scientifico-culturale si pone l’obiettivo di sensibilizzare ad un’adeguata cultura antiaging, mettendo a disposizione della cittadinanza, attraverso l’intervento di esperti di chiara fama internazionale, le ultime informazioni e le tecniche più all’avanguardia in materia prevenzione. Verrà offerta la possibilità di individuare la strada più adatta a soddisfare le proprie esigenze, in tema di corretta nutrizione e nutraceutica, test genetici, biomarker dell’età biologica, prevenzione dei tumori e delle malattie cardiovascolari.

 

 

Per la prima volta saranno ospiti della kermesse anche il ricercatore Lorenzo de Angelis, la dott.ssa Stefania Silvi del’Università di Camerino ed il dott Giovanni Occhionero Chimico farmaceuti co che parlerà del ruolo degli estratti vegetali per l’equilibrio ormonale.

 

“La salute di genere sta prendendo sempre più piede – spiega l’assessore alle politiche sociali Margherita Sorge – questo convegno richiama l’attenzione su stili di vita tesi a prevenire le malattie legate all’invecchiamento. Attraverso la voce degli esperti le donne possono conoscere e imparare ad affrontare i problemi in menopausa con maggiore consapevolezza, pertanto rivolgo un caloroso invito a partecipare a tutte coloro che sono interessate”.

 

La cittadinanza è invitata a partecipare. L’ingresso è libero.

dove
Auditorium Comunale “Tebaldini”
quando
venerdì 5 giugno 2015 – ore 17
a cura di

associazione scientifica “Regenera Research Group” con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto




Donne senza pausa, venerdì 5 il convegno in Auditorium

La quarta edizione dell’iniziativa tratterà di antiaging, nutrizione e prevenzione di tumori e malattie cardiovascolari 

 

San Benedetto del Tronto, 01-06-2015 – Venerdì 5 giugno, all’Auditorium comunale “Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, dalle 17 si terrà la quarta edizione dell’evento socio culturale dal titolo “Donne senza pausa”, organizzato dell’associazione scientifica “Regenera Research Group” e curata dal dr. Ascanio Polimeni e dalla dr.ssa Cristiana Aperio con il patrocinio dell’Amministrazione comunali.

 

Presentata dalla dr.ssa Debora Cozza e dall’ostetrica Luana Gaetani, la manifestazione scientifico-culturale si pone l’obiettivo di sensibilizzare ad un’adeguata cultura antiaging, mettendo a disposizione della cittadinanza, attraverso l’intervento di esperti di chiara fama internazionale, le ultime informazioni e le tecniche più all’avanguardia in materia prevenzione. Verrà offerta la possibilità di individuare la strada più adatta a soddisfare le proprie esigenze, in tema di corretta nutrizione e nutraceutica, test genetici, biomarker dell’età biologica, prevenzione dei tumori e delle malattie cardiovascolari.

Oltre a relatori ormai ospiti fissi della manifestazione come il dott. Ascanio Polimeni, il dott. Gianluca Pazzaglia, il prof. Eugenio Luigi Iorio e la dott.ssa Cristiana Aperio, quest’anno, l’evento vedrà la partecipazione del prof. Massimo Fioranelli Cardiologo appartenente all’associazione Regenera Research Group, della Dott.ssa Rita Travaglini ginecologa, della Dott.ssa Veronica di Nardo nutrizionista “Artoi” e delle psicologhe dott.ssa Maria Rita Giosuè e Francesca Frascarelli.

 

Per la prima volta saranno ospiti della kermesse anche il ricercatore Lorenzo de Angelis, la dott.ssa Stefania Silvi del’Università di Camerino ed il dott Giovanni Occhionero Chimico farmaceuti co che parlerà del ruolo degli estratti vegetali per l’equilibrio ormonale.

 

“La salute di genere sta prendendo sempre più piede – spiega l’assessore alle politiche sociali Margherita Sorge – questo convegno richiama l’attenzione su stili di vita tesi a prevenire le malattie legate all’invecchiamento. Attraverso la voce degli esperti le donne possono conoscere e imparare ad affrontare i problemi in menopausa con maggiore consapevolezza, pertanto rivolgo un caloroso invito a partecipare a tutte coloro che sono interessate”.

 

La cittadinanza è invitata a partecipare. L’ingresso è libero.

dove
Auditorium Comunale “Tebaldini”
quando
venerdì 5 giugno 2015 – ore 17
a cura di

associazione scientifica “Regenera Research Group” con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto