L’Infinito di Leopardi diventa un libro illustrato

L’Infinito di Leopardi diventa un libro illustrato

Domani sera, giovedì 11 giugno, verrà presentato a Fermo “L’Infinito” di Leopardi illustrato da Paolo Figri. Un libro edito dalla Zefiro che è anche un modo

per avvicinare i ragazzi alla grande poesia.

Fermo – “Zefiro non ha mai pubblicato poesie. Per una scelta precisa: è una materia così complessa che richiede una competenza ben più ampia di quella che penso di poter metter in campo per altre tipologie letterarie. E poi, pubblicare Leopardi, sul quale è stato scritto di tutto e di più, potrebbe sembrare un ulteriore azzardo. Però, quando ho visto la proposta di Paolo Figri mi sono detto che questa era un’occasione da non mancare. Ed il risultato eccolo qui: un piccolo libro illustrato con maestria, che riesce a parlare ai ragazzi, ad appassionarli alla poesia, non solo ovviamente per il contenuto e le parole di Leopardi, ma anche proprio per il modo assolutamente originale con cui Figri ha saputo accompagnare L’Infinito con i suoi disegni.” E proprio L’Infinito di Giacomo Leopardi, illustrato da Paolo Figri, è l’ultimo lavoro della casa editrice Zefiro. “Il Leopardino, l’ho definito amorevolmente. E l’idea che sottende questa pubblicazione è proprio quella di avvicinare i ragazzi alla poesia, con illustrazioni simpatiche, che però in qualche modo aiutano a far riflettere sulle parole…” A parlare è Carlo Pagliacci, titolare della Zefiro, che da tempo persegue la via della letteratura per ragazzi dove l’elemento illustrativo diventa fondamentale. Dopo i disegni di Corrado Virgili che hanno accompagnato La Gazza ladra, ecco dunque le illustrazioni del romano Paolo Figri, che di mestiere è scenografo e ha lavorato per diverse produzioni, italiane e non. Fra i suoi lavori più importanti ci sono alcuni film per il cinema (“Tutto l’amore del mondo” di S. Grandi, “Amalfi 50th Seconds” di H. Nishitani), alcune fiction (“VIP” di E. Vanzina, Canale 5, “Tutti pazzi per amore 3”, Rai Uno), e videoclip (“Baciami ancora” di Jovanotti). È anche attrezzista ed in tale veste ha collaborato al film “2047-Sights of death” di Alessandro Capone, alla fiction “Zio Gianni” per Rai Due, e a vari spot (Vodafone, Birra Moretti, Poltrone e Sofà, ecc.). Dal 2013 vive a Porto San Giorgio, dove continua a lavorare come scenografo per l’associazione Lagrù di Fermo di cui è membro, Eventi Culturali di Porto Sant’Elpidio e altre produzioni cinematografiche. L’Infinito rappresenta la sua opera prima come illustratore.

La presentazione del libro si terrà domani sera, alle ore 21.15, nel cortile di Palazzo Erioni Falconi, a Fermo lungo Corso Cefalonia. Ospite d’eccezione l’attore fermano Pier Massimo Macchini, che ha fatto del poeta di Recanati uno dei suoi personaggi di punta dedicandogli spettacoli e gag in teatro, in radio ed in televisione. Figri ovviamente ha curato la scenografia di questi spettacoli.

leopardino
leopardino
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com