da Giulianova

da Giulianova

2015-07-03

Inaugurata la nuova ciclabile di Lungomare Spalato.

L’assessore regionale Dino Pepe elogia Giulianova, primo Comune in Abruzzo ad aver impiegato i fondi del progetto bike to coast.

 

Oggi, dal Salinello al Tordino, esiste una pista ciclabile a disposizione dei cittadini e dei turisti. E Giulianova è il primo, e ancora l’unico Comune in Abruzzo, ad aver utilizzato i fondi messi a disposizione per il progetto Bike to Coast al cui finanziamento la nostra città, inizialmente esclusa, venne ammessa il 2 aprile del 2014 grazie al mio impegno e a quello dell’allora assessore Archimede Forcellese”.

Ha esordito così il sindaco Francesco Mastromauro al momento del taglio del nastro della nuova ciclabile, il cui progetto esecutivo è stato approvato il 9 gennaio scorso, mentre l’aggiudicazione provvisoria si era avuta il 6 febbraio dandosi quindi avvio all’intervento il 9 marzo scorso.

La nuova ciclabile, 650 metri con un segmento di collegamento di 110 metri su piazza del Mare dal Lungomare monumentale, è il frutto di un gioco di squadra, nel quale è intervenuto l’apporto di molti soggetti; dall’assessore Nello Di Giacinto al dirigente Maria Angela Mastropietro; dal progettista, l’architetto Guido Iampieri, alla ditta Di Eleuterio di Teramo al geometra Alfonso Falà, che ha curato gli aspetti riguardanti la sicurezza. Qualcuno ha sostenuto che la creazione della pista ha ristretto la carreggiata. Ciò è falso. La pista occupa gli stessi spazi degli stalli sosta prima esistenti. Nulla si è tolto e nulla si è aggiunto. Si ricorderanno anche le polemiche per l’eliminazione, lungo il marciapiedi, dei pini. Ho già detto, e lo ripeto, che ciò era inevitabile. Gli esperti forestali avevano infatti detto che i pini, oltre ad interferire con la ciclabile, avrebbero creato problemi di stabilità biologica e strutturale qualora si fosse proceduto al taglio delle radici che, è noto, avevano sollevato il terreno creando pericolosissimi dossi. Ma, come più volte ribadito, i pini sarebbero stati sostituiti con altre essenze meno invasive, in accordo con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Ed infatti i pini sono stati sostituiti con i lecci. Mentre le palme, aggredite dal punteruolo rosso, verranno rimpiazzate da altre del tipo Washington, immuni dall’aggressione del terribile coleottero. Quanto al ripristino della ciclabile erosa dalla piena del Tordino del marzo 2011, i lavori prenderanno avvio a settembre, dopo il completamento degli interventi in corso per il ripristino degli argini fluviali”.

L’assessore regionale al Cicloturismo Dino Pepe, presente alla cerimonia, ha elogiato il Comune di Giulianova per la realizzazione dell’opera, che oltretutto prevede una riqualificazione del tratto esistente sul Lungomare monumentale e di piazza Dalmazia. Progetto già approntato dall’Amministrazione ma il cui è avvio è condizionato dalla disponibilità delle risorse economiche che il sindaco spera di ottenere con la concessione del bonus di 500 mila euro previsto dalla Regione per i Comuni che per primi hanno aperto i cantieri delle ciclabili. “C’è da fare davvero i complimenti al sindaco Mastromauro, agli assessori ed ai tecnici”, ha dichiarato l’assessore Pepe, “essendo Giulianova il primo Comune abruzzese ad aver utilizzato i fondi per il completamento della ciclabile lungo il suo tratto costiero. Quanto al bonus di 500 mila euro per quei Comuni virtuosi che, come Giulianova, hanno con sollecitudine dato avvio ai cantieri delle ciclabili nell’ambito del Bike to Coast, un progetto assolutamente strategico, sarà nostra cura procedere, sulla scorta delle economie che avremo tra tutti gli impianti realizzati, all’assegnazione della premialità”.    

inaugurazione ciclabile
inaugurazione ciclabile

 Incontro in Comune con i vertici di Poste Italiane per risolvere le criticità.

Il sindaco Francesco Mastromauro ha ricevuto in Comune nel pomeriggio di ieri, 2 luglio, Ferdinando Vicini, responsabile Recapito Area Manager dell’Abruzzo e Molise, e Francesco Polidoro, direttore della Filiale di Teramo di Poste Italiane.

Oggetto dell’incontro i disservizi nel recapito della corrispondenza lamentati da alcuni cittadini ed evidenziati dal sindaco lo scorso 19 giugno in una nota ufficiale inviata allo stesso Polidoro.

Ho molto apprezzato che il responsabile RAM Vicini ed il direttore Polidoro – ha dichiarato il sindaco – non siano ricorsi alla consueta lettera di risposta ma abbiano voluto confrontarsi con me, venendo a Giulianova per esporre fatti, situazioni e questioni che hanno dato luogo a criticità nel recapito della corrispondenza relativamente ad alcune aree cittadine, in particolare lungomare Spalato, via Trieste e piazza Roma, ed altre zone della periferia. Sono stato però rassicurato sul fatto che la questione è ora sotto controllo, grazie soprattutto al distacco di portalettere da altri uffici a Giulianova in sostituzione di colleghi impediti per ragioni di salute. E’ da sottolineare, in termini altamente positivi, l’attenzione riservata alle esigenze cittadine e la forte prossimità dimostrata in concreto da parte dei vertici di Poste Italiane, rappresentati appunto da Ferdinando Vicini e Francesco Polidoro, che ringrazio e con i quali mi interfaccerò, ogni volta ve ne sarà necessità, sapendo di trovare in loro validi, attivi e collaborativi interlocutori”.

2015-07-02
Da oggi “Giulianova Patrimonio” in azione per la pulizia del sottopasso FS.

Il sindaco: “Interventi quotidiani anche per il sottopasso di via Nazario Sauro”.

 

Sono iniziate alle ore 6 di oggi, 2 luglio, per terminare alle 9 le operazioni di pulizia da parte di tre operatori della “Giulianova Patrimonio” del sottopasso pedonale della stazione ferroviaria, nel tratto in uscita su via Messina.

Come avevamo promesso”, dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore all’Ambiente Fabio Ruffini, “sono state avviate, con affidamento alla “Giulianova Patrimonio”, le operazioni quotidiane di pulizia per ripristinare le condizioni igienico-sanitarie e di decoro del sottopasso ferroviario, nel tratto di competenza dell’amministrazione comunale. E analoghi interventi, pure tutti i giorni, saranno effettuati nel sottopasso di via Nazario Sauro. L’accordo sottoscritto con Rete Ferroviaria Italiana il 20 agosto dello scorso anno, è il caso di rammentarlo, prevede a carico di RFI non solo la manutenzione del tratto di sottopasso di loro competenza, ma anche la chiusura dei cancelli, posti all’estremità del sottopasso, nella fascia oraria compresa tra l’arrivo dell’ultimo treno notturno e la partenza del primo mattutino, impedendo così che venga abusivamente occupato. Sul punto abbiamo ovviamente sollecitato, più volte, Stefano Morellina della Direzione Territoriale Produzione di Ancona di RFI affinché si dia seguito a quanto stabilito nell’accordo perché altrimenti verrebbe vanificato ogni sforzo”.

Domani alle 11 inaugurazione della nuova ciclabile.

Presente anche l’assessore regionale Dino Pepe.

 

Verrà inaugurata domani, 3 luglio, alle ore 11, con punto d’incontro fissato nel lato sud di piazza del Mare, la nuova ciclo-pedonale tra i due molti del porto. Parteciperà all’inaugurazione anche l’assessore regionale al Cicloturismo Dino Pepe.

Lascito Parere: firmato oggi il contratto per l’affidamento dei servizi della RSA di Bivio Bellocchio.

Il sindaco: “Dopo un’attesa ventennale la telenovela è all’epilogo. Giulianova avrà finalmente un Centro per i malati di alzheimer di rilevanza regionale”.

Firmato oggi, 2 luglio, il contratto per l’affidamento dei servizi della RSA di Bivio Bellocchio, nota come “Lascito Parere”. Il 6 ottobre scorso, facendo seguito alla sentenza del 10 settembre in cui il Santuario della Beata Maria Vergine di Valle di Pompei era risultato soccombente nella causa intentata contro il Comune giuliese e la ASL di Teramo, il sindaco Francesco Mastromauro e il manager della ASL di Teramo, Roberto Fagnano, avevano effettuato un sopralluogo nella struttura insieme con i rappresentanti dell’associazione temporanea di imprese aggiudicatrice dei lavori, preannunciandosi la sottoscrizione del contratto per l’affidamento dei servizi.

Oggi abbiamo conseguito un obiettivo davvero storico. Il 2 luglio 2015, infatti, è un giorno destinato a passare alla storia perché dopo un’attesa ventennale la telenovela è giunta all’epilogo. Una vicenda lunga e tortuosa – dichiara il sindaco – iniziata il 7 gennaio 1981 quando Costanza Parere dispose che dopo la sua morte alcuni terreni e la villa di proprietà in prossimità della statale 16 andassero al Comune di Giulianova. A patto che entro 10 anni venissero realizzati, rispettivamente, una casa albergo per anziani intitolata al figlio Eurialo e, nell’immobile, una scuola materna intiolata all’altro figlio Giannino. In caso di inerzia da parte del Comune i beni sarebbero stati destinati al santuario di Pompei. La scuola materna non venne realizzata perché il Provveditorato agli studi non concesse il trasferimento di una sezione nella villa, ristrutturata dal Comune. Quanto alla casa per anziani, il Comune avviò tutte le procedure per mettere in condizione la Asl di iniziare l’opera, che nel 1996 approvò il progetto esecutivo per poi appaltare, due anni dopo, i relativi lavori, rallentati da una serie di intoppi burocratici e dal fallimento della ditta. Fatto sta che nel 2006, nonostante i lavori fossero stati realizzati nella misura del 76%”, prosegue il primo cittadino, “i religiosi citarono il Comune per inadempimento rivendicando i terreni. Il resto è una querelle giudiziaria che ha contribuito a rallentare le procedure, fino a quando si è giunti finalmente, grazie anche al decisionismo del manager Fagnano, a rendere possibile quello che per molti era rimasto solo un sogno nel cassetto o, come l’ho definita, una telenovela della quale non si vedeva l’ultima puntata. Oggi, lo ripeto, è un giorno storico perché Giulianovaavrà finalmente un Centro di rilevanza regionale per i malati di alzheimer, con la disponibilità di accoglierne 45, dando oltretutto lavoro a 70 operatori .

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com