dalla Città

dalla Città

 Pruacs, ecco la nuova via del Consolato

Terminati i lavori di competenza pubblica del piano di riqualificazione urbana 

 

Con la realizzazione, tra la giornata di oggi e quella di domani, dell’ultimo tratto di marciapiedi in via Fileni e l’installazione di dissuasori in via del Consolato per permettere il transito in sicurezza di pedoni e ciclisti, termina la parte dei lavori di competenza pubblica del Programma di Riqualificazione per alloggi a canone sostenibile (PRUACS) per il Paese Alto di San Benedetto del Tronto siglato da Regione Marche, ERAP e Comune, che gode del finanziamento regionale di 1,65 milioni mettendo in moto investimenti complessivi per 5,2 milioni di provenienza comunale, dell’Erap e dei privati.

Questa parte di lavori comprendeva la sistemazione dei marciapiedi nel lato nord di via Manara, nel tratto terminale di via Fileni e la riqualificazione di via del Consolato (la strada che da via Fileni conduce a Palazzo Piacentini).Qui si è fatta una vera e propria bonifica del sottosuolo, con le nuove reti per acqua, luce e gas, la separazione delle linee delle acque bianche da quelle nere, rifatta la pavimentazione in arenaria, rimosso, in accordo con il proprietario, un manufatto che limitava il transito pedonale, sono stati messi a dimora sette nuovi oleandri in sostituzione di quelli eliminati.

 

Come per altri interventi di ispezione del sottosuolo del Paese Alto, i lavori, eseguiti dalla ditta Simeone Nicola e figlio srl, sono stati svolti con la supervisione di un archeologo incaricato dalla Soprintendenza dei Beni Archeologici delle Marche. L’importo dell’intervento è stato di 240.000 euro. Il progetto è stato redatto dai settori Progettazione e manutenzione opere pubbliche e Sviluppo e qualità del territorio: responsabile del procedimento ing. Marco Cicchi, progettista architettonico e direttore dei lavori geom. Sandro Palestini, coordinatore della sicurezza arch. Alfredo Di Concetto, Responsabile Unico del Procedimento ing. Enrico Offidani e il dirigente del settore arch. Farnush Davarpanah.

 

L’altro intervento in corso riguarda la riqualificazione dell’ex scuola elementare “Sciarra”, dove saranno ricavati sei alloggi per giovani coppie. La ditta Rinaldi sta lavorando alla riqualificazione dell’edificio che prevede al piano terra anche la creazione di un “centro sociale” ad uso delle associazioni.

Oltre a queste opere, il PRUACS comprende la già eseguita riqualificazione del ponte di via Carnia e il nuovo edificio per alloggi popolari di via Mameli che sarà destinato ad edilizia sovvenzionata. Nell’area finora occupata dall’edificio delle “case parcheggio” troveranno posto 15 alloggi a cui se ne aggiungeranno altri quattro grazie al recupero del sottotetto. E ancora, va ricordato il progetto di autocostruzione di via Tonale finanziato dalla Regione Marche.

 Due spazi della città dedicati a Nilde Iotti e Sandro Pertini

Lo scoprimento delle targhe in programma giovedì 9 luglio

 

Nel 37esimo anniversario del giuramento da Presidente della Repubblica di Sandro Pertini, giovedì 9 luglio la città di San Benedetto del Tronto renderà omaggio all’amatissimo Capo dello Stato e alla prima donna eletta alla guida della Camera dei Deputati, Nilde Iotti, con l’apposizione di targhe commemorative nei luoghi che sono stati ad essi recentemente intitolati con deliberazioni della Giunta comunale.

 

A partire dalle 18,30, l’Amministrazione comunale scoprirà la targa che dedica a Nilde Iotti lo spazio adiacente la delegazione comunale di Porto d’Ascoli che dunque assumerà il nome di Largo Nilde Iotti”. A seguire, verrà scoperta la targa che intitola a Sandro Pertini il piazzale che sorge in zona SS. Annunziata comunemente conosciuto come “piazza rossa” da colore della superficie.

 

Alessandro “Sandro” Pertini, nato nel 1896, laureato in giurisprudenza e in scienze sociali, partecipò alla prima guerra mondiale. Ben presto divenne militante antifascista e nel 1926 fu condannato a cinque anni di confino. Fuggito, si rifugiò a Milano e successivamente in Francia. Tornato in Italia nel 1929, fu nuovamente arrestato e condannato a 11 anni di reclusione. Tornato libero nell’agosto 1943 ed entrato del primo esecutivo del Partito socialista, venne catturato dalle SS e stato condannato a morte. Nel 1944 evase dal carcere assieme a Giuseppe Saragat e a Milano assunse la carica di segretario del Partito Socialista nei territori occupati dal tedeschi e poi diresse la lotta partigiana: è stato insignito della Medaglia d’Oro.

Con la Repubblica, fu deputato all’Assemblea Costituente, senatore nel 1948, deputato dal 1953 al 1976, Presidente della Camera nel 1968 e nel 1972. Fu anche direttore dell'”Avanti” e de “Il Lavoro”. E ‘ stato eletto Presidente della Repubblica l’8 luglio 1978 prestando giuramento il giorno successivo. E’ deceduto il 24 febbraio 1990.

 

Leonilde “Nilde” Iotti, nata nel 1920, laureata in lettere e filosofia, durante la Resistenza collaborò attivamente all’organizzazione dei gruppi di difesa della donna, nel sostegno ai Comitati di liberazione, nelle agitazioni nelle fabbriche per il sabotaggio della produzione di guerra e per l’assistenza alle famiglie dei deportati, dei carcerati e dei caduti.

Eletta deputato all’Assemblea costituente, si distinse nelle battaglie per emancipare la donna dalla condizione di arretratezza e di inferiorità in cui versava. Compagna del segretario del PCI Palmiro Togliatti, al fianco del quale resterà fino alla morte, nella sua lunga militanza parlamentare si occupò delle donne nel mondo del lavoro e delle tematiche relative alla famiglia, si impegnò nella battaglia in favore dell’introduzione del divorzio.

Dal 1969 al 1979 fu parlamentare europeo. Il 20 giugno 1979 fu la prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera dei deputati. Confermata nel 1983 e nel 1987, ha diretto l’Assemblea di Montecitorio per tredici anni consecutivi, esercitando il mandato più lungo della storia repubblicana. E’ morta il 4 dicembre 1999.

 Si fa domanda per il servizio di scuolabus

Occorre rivolgersi entro il 31 luglio alla ditta Fratarcangeli Cocco che gestisce il servizio

 

Sono aperte le iscrizioni per i bambini e i ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado che desiderano usufruire del servizio di trasporto scolastico per l’anno scolastico 2015/2016 da e per le scuole della città.

 

Per poter avvalersi del trasporto scolastico è necessario che:

a) lo studente sia residente a San Benedetto del Tronto (saranno ammessi i non residenti solo se

hanno residenza in un Comune confinante con San Benedetto e solo in caso rimangano posti liberi. In ogni caso il servizio copre esclusivamente il territorio comunale).

b) La residenza anagrafica dello studente e la scuola di riferimento distino tra loro almeno 300 metri.

 

La domanda, compilata utilizzando il modello disponibile sul sito del Comune www.comunesbt.it (voce “i servizi”) oppure all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0735/794405 – 794555, e mail urp@comunesbt.it), dovrà essere consegnata, completa di una fototessera dello studente, direttamente all’ufficio della ditta “Trasporti Fratarcangeli Cocco di Cocco Fratarcangeli Vincenzina & C. s.a.s.” che ha in appalto il servizio, entro venerdì 31 luglio 2015.

 

L’ufficio della ditta si trova in via Val Tiberina 142, in zona Agraria, ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 (il sabato solo di mattina dalle 9 alle 10,30). La domanda potrà essere inoltrata anche via posta o via mail all’indirizzo fratarcangelisbt@libero.it (in tal caso, la fotografia potrà essere consegnata successivamente). Il recapito telefonico della ditta è 334/2907901.

 

La “Trasporti Fratarcangeli Cocco” rilascerà un apposito tesserino nominativo al costo di 5 euro quale contributo per le spese di produzione da pagarsi al momento del ritiro. Il tesserino con nome e foto dell’alunno è l’elemento che dà diritto ad usufruire del servizio e la ditta lo rilascerà dopo una verifica dei requisiti.

 

Le graduatorie delle domande presentate per le varie linee di percorrenza saranno formate in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande. Quelle presentate dopo il 31 luglio potranno essere accolte solo se rimarranno posti liberi.

 

Accedi alla scheda del servizio

“Voucher”, Fanini precisa

 

Faccio riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere comunale Domenico Pellei in merito alla gestione dei cosiddetti “buoni lavoro”, meglio noti come “voucher”, per correggere alcune imprecisioni.

 

Il bando emanato nel 2010 non era aperto in modo indiscriminato ma prevedeva alcuni requisiti di ammissione previsti dalla legge proprio per questa tipologia di assunzione: tra essi, essere disoccupati o percettori di misure di sostegno al reddito, casalinghe, neo laureati, studenti con meno di 26 anni iscritti a regolari corsi di studi universitari o superiori e con non meno di 16 anni nei periodi di vacanza scolastica.

 

Il bando prevedeva poi l’obbligo di allegare un curriculum per consentire ai dirigenti che abbisognano di queste forme di lavoro occasionale di valutare le reali competenze ed esperienze dei candidati. Non va dimenticato, infatti, che si ricorre a queste forme di lavoro, per volere del legislatore altamente flessibili, per far fronte ad esigenze immediate, straordinarie e di breve durata: per questo si cerca di individuare figure che possano subito rispondere alla necessità con l’unico obiettivo di fornire servizi adeguati alla cittadinanza.

 

Va ancora ricordato che questo Comune, proprio per darsi un criterio trasparente nell’assunzione di questo genere di personale, nel momento in cui decise di avviare un programma di pulizia e piccola manutenzione del patrimonio pubblico, nel 2013 approvò con delibera di Giunta un bando per selezionare figure idonee a cui poterono partecipare solo coloro che avevano già chiesto di poter essere ingaggiate col sistema dei voucher. In questo momento, invece, in attesa che, con l’approvazione del bilancio, si possano assumere figure professionali in modo più stabile, abbiamo attivi solo pochissimi rapporti con questo sistema destinati a svolgere lavori non rinviabili come, ad esempio, imbianchino, giardiniere e operaio specializzato.

 

Ciò detto, concordo con il consigliere Pellei sulla necessità di aggiornare l’elenco dei richiedenti. Era già quindi nostra intenzione, non appena avremo il nuovo Bilancio, procedere ad una revisione totale dell’elenco, pubblicando un nuovo bando con una data di apertura e una di chiusura, rivedendo, se necessario, i requisiti di ammissione e valutando in che modo eventuali ulteriori criteri di selezione possano conciliarsi con la natura di questo tipo di prestazioni, fatte per immettere subito, nell’attività di servizio che svolgiamo, figure in grado di apportare il loro contributo di capacità ed esperienza.

 

 

Il Vice Sindaco e Assessore alle risorse umane

Eldo Fanini

Senzatomica
Il Comune patrocina e aderisce alla manifestazione in programma giovedì 9 luglio quando alle 19, in contemporanea con tante piazze italiane per iniziativa del Comitato “Senzatomica”, in Piazza Giorgini a San Benedetto del Tronto, sarà letto il Manifesto di Russell-Einstein, la dichiarazione presentata il 9 luglio 1955 (nel pieno della Guerra fredda) a Londra in occasione di una campagna per il disarmo nucleare e che aveva avuto come promotori Bertrand Russell ed Albert Einstein. I partecipanti sono invitati ad indossare una maglia bianca come simbolo di tutti coloro che dicono NO alle armi nucleari.
Nel documento – controfirmato da altri 11 scienziati e intellettuali di primo piano – Einstein e Russell invitavano gli scienziati di tutto il mondo a riunirsi per discutere sui rischi per l’umanità prodotti dall’esistenza delle armi nucleari.
Tra i redattori del Manifesto vi fu anche Joseph Rotblat, che fu l’unico degli scienziati coinvolti nel progetto Manhattan ad abbandonare il lavoro a causa di contrasti di natura morale. Dopo aver appreso di Hiroshima, Rotblat affermò di essere “preoccupato sull’intero futuro dell’umanità”. Rotblat diresse la conferenza stampa di presentazione del Manifesto a Caxton Hall, a Londra. Fu sua la celebre frase (citata anche quando Rotblat ritirò il Nobel per la Pace nel 1995).
Come ricorda Daniele Santi, Presidente Comitato Senzatomica, in una lettera al Sindaco per chiedere il sostegno del Comune, San Benedetto del Tronto “ha ospitato la mostra Senzatomica ed è stata visitata da tante persone,soprattutto studenti: non possiamo che esprimere, ancora un volta, gratitudine per il sostegno alla campagna Senzatomica. Ma la campagna continua, continuerà fino a che non sarà raggiunto l’obiettivo: l’approvazione di un Trattato per la messa al bando delle armi nucleari”.

Insieme in Festa alla Sentina

manifestomanifesto

Il Comitato di Quartiere Sentina presenta:
“Insieme in Festa”
La manifestazione si terrà dall’8 al 12 luglio.
PORTO D’ASCOLI-Il Comitato di Quartiere Sentina con il patrocinio dell’amministrazione comunale di San
Benedetto del Tronto presenta: la manifestazione denominata ” INSIEME IN FESTA “ che si svolgerà da
mercoledì 8 a domenica 12 luglio 2015 in Via del Cacciatore a Porto d’Ascoli , Zona Sentina.
La festa prevede il seguente programma: musica tutte le sere , giochi -stands gastronomici con piatti di pesce
prevalentemente a base di ricette tipiche marinare locali o piatti a base di carne come la scottona di angus ecc.
.Nel corso della festa di quartiere vi saranno anche visite guidate all ‘interno della Riserva Naturale Regionale
Sentina , incontri dibattiti con le associazioni locali , tutto ciò per rallegrare l’atmosfera estiva dei cittadini e dei
turisti del quartiere e non. Il presidente del Comitato di Quartiere Sentina Valerio Isopi invita ad intervenire
numerosi all’evento.
Per informazioni, scrivere mail all’indirizzo : comitatodiquartieresentina@yahoo.it o contattare la pagina
facebook: Quartiere Sentina .

Calendario “insieme in festa” 2015
Mercoledì 08/07/15
Dalle ore 19.00
Esposizione informativa da parte delle
associazioni
Apertura stand gastronomici
DJ set con DJ Brunello
Rinaldo e Davide (musica anni 60, 70, 80 –
liscio – balli di gruppo)
Ore 20.00
Gara di biliardino
Giovedì 09/07/15
Dalle ore 19.00
Esposizione informativa da parte delle
associazioni
Apertura stand gastronomici
DJ set con DJ Brunello
J-AND in concerto
Calendario “insieme in festa” 2015
Venerdì 10/07/15
Dalle ore 19.00
Esposizione informativa da parte delle
associazioni
Pesca di beneficenza
Apertura stand gastronomici
DJ set con DJ Brunello
Core Meu, Gruppo di Danza Popolare:
Pizzica e Tarantelle del Centro Sud
Calendario “insieme in festa” 2015
Sabato 11/07/15
Ore 09.00
Riserva sentina, visita guidata al
riconoscimento delle specie tipiche dunali e
retrodunali. Occasione per intraprendere un
“Percorso dei Sensi” attraverso la
conoscenza di piante officinali autoctone
Ore 16.30
sfilata auto d’epoca a cura dell’associazione
auto e moto storiche “Picenum”
Ore 19.00
Santa Messa presso anfiteatro Karol
Woytila, parrocchia Cristo Re,
Dalle ore 19.00
Esposizione informativa da parte delle
associazioni
Pesca di beneficenza
Apertura stand gastronomici
DJ set con DJ Brunello
Nicole e la little sound
Calendario “insieme in festa” 2015
Domenica 12/07/15
Ore 16.30
Gara di briscola presso break caffè
Dalle ore 19.00
Esposizione informativa da parte delle
associazioni
Pesca di beneficenza
Apertura stand gastronomici
DJ set con DJ Brunello
Planet dance 2000 (balli di liscio e musica
latino americana)
Rinaldo e Davide
Miss Sentina (Organizzata da Oriana grandi
eventi) Le iscrizioni alle gare possono pervenire in uno dei seguenti modi: – Inviando mail entro il giorno precedente la gara al comitatodiquartieresentina@yahoo.it – Presentandosi almeno 1 ora prima dell’inizio della gara.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com