Festival Internazionale di Musica Blues “Green Hills in Blues” ad Atri

Festival Internazionale di Musica Blues “Green Hills in Blues” ad Atri

Green Hills in Blues festival – 15ª edizione

27 Luglio 2016 Atri (Te)

Piazza Duchi d’Acquaviva

Ore 21,30  INGRESSO GRATUITO

 

Atri – Giunto alla sua quindicesima edizione, il Festival Internazionale di Musica Blues “Green Hills in Blues” taglia questo raro e importante traguardo, offrendo al suo pubblico nell’unica serata del 27 luglio, ad Atri, un evento unico nella regione Abruzzo. Musicisti provenienti dalle differenti correnti blues americane e iItaliane, si esibiranno sul palco del Green Hills in Piazza Duchi d’Acquaviva. Il programma allestito dalla direzione artistica del Green Hills è di tutto rispetto,nonostante le difficoltà economiche è intenzione offrire anche quest’ anno un Evento di prestigio e di qualità.Al termine dei concerti in piazza Duchi d’Acquaviva,sempre nella notte del 27 Luglio, l’evento “La Notte del Blues”.

Il Centro Storico si trasformerà per una notte, evocando le atmosfere della mitica “New Orleans”. Tra le strade e le piazze, la musica blues si mescolerà agli odori e ai sapori delle mura millenarie dell’antica città di Atri.

 

PROGRAMMA :

 

 

Angela Esmeralda & Sebastiano Lillo

 

Sue Foley & Peter Karp Band U.S.A.

 

Corey Harris & Rasta Blues Experience

 

 

Dalle ore 1,00

La Notte del Blues

Centro Storico…

 

 

Corey Harris & Rata Blues Experience

 

Il grande pubblico l’ha conosciuto per il suo ruolo protagonista nel film “Mississippi to Mali”,  per la serie  “The Blues”  di Martin Scorsese, dove esplorava il Delta accompagnato da musicisti assai differenti tra loro come Sam Carr e Johnny Shines, Keb Mo’, Willie King e Taj Mahal. 

Guidato da Scorsese, Harris poi traversava l’oceano per cercare in Mali i legami tra il Blues e la musica Africana, prendendo ad esempio gl’insegnamenti del compianto Otha Turner. 

Vero Griot Americano, ad Harris si deve riconoscere la volontà d’esplorare senza necessariamente analizzare scientificamente, senza voler ridurre il tutto a mero studio accademico.

Ciò nonostante il suo è un Blues colto, che rimanda all’Africa, al Delta ma anche ai odori forti di New Orleans, in una miscela sapiente che solo un musicista illuminato può amalgamare.

 

COREY HARRIS chitarra elettrica e acustica, banjo, voce 

GORDON “SAXMAN” JONES sassofoni

CHRIS “THELONIOUS NUT” WHITLEY piano e organo

JAYSON “BROTHER J” MORGAN basso

 

 

PETER KARP & SUE FOLEY

Peter Karp e Sue Foley,hanno le  idee chiare, un gran affiatamento, se considerate che sono marito e moglie e  di blues e dintorni ne sanno parecchio. La loro musica sembra disegnare un arcobaleno in una giornata dal cielo plumbeo. 

Il loro progetto musicale  è molto intrigante e si connota per unicità che solo due due artisti talentuosi e ispirati possono creare.

 

Lui, una voce profonda e vagamente roca, tipica del songwriter americano, lo riconosciamo perchè porta sempre con se una Dobro Guitar tirata a lucido,ma questo dettaglio non deve ingannare, è un trucco per risaltare meglio nelle copertine patinate, di fatto il  suono è sporco come deve essere quello dei veri bluesman. 

 

Lei,un timbro sbarazzino e pulito, a metà tra Anais Mitchell e Bonnie Raitt, non abbandona, mai, la sua Telecaster che le dona lo stile di un’affascinante country woman,  una bomba sexy del Canada.

Accompagnati da musicisti eccezionali,che ci incantano con questo suono compatto, festoso tra Rockabilly, Memphis Sound, Mississippi Blues, dolcissime ballad e rumba sospesa tra blues e jazz. 

 

Un evento che sa catturare l’attenzione anche del pubblico meno attento e che restituisce il giusto tributo a questi due artisti prossimi alle Nomination dei Grammy Blues Award made in USA.

 

SUE FOLEY voce e chitarra

PETER KARP  voce, piano e chitarra

KAREY G.TERRAT  basso e voce

MICHAEL D. CATAPANO JR. batteria e voce

AUL DUDLEY batteria

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com