Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 20:37 di Mer 21 Ott 2020

Futura parte dai bambini. Teatro gremito per l’inaugurazione

di | in: Cultura e Spettacoli

Futura Festival

image_pdfimage_print

A Civitanova parte il festival del cambiamento. Taglio del nastro per le mostre e tante attività per i più piccoli. Domani arrivano Giulio e Fernando Ferroni, Michele Mirabella e Federico Rampini

 

Civitanova 24/07/2015 – Futura parte dai bambini. È il Piccolo Coro di Sant’Agostino ad inaugurare il Festival curato da Gino Troli, in un teatro gremito di persone. Non c’è avvio migliore, come ha sottolineato anche il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, per una manifestazione che “crea momenti di svago per esercitare la mente”, guardando al futuro attraverso il cambiamento, all’insegna del tema “Todo Cambia”.

Cambiamento e mutamento sono i temi del primo incontro della giornata, con Piergiorgio Odifreddi, matematico e saggista, che ha introdotto la sua lectio magistralis con una battuta: “Oggi i giornali riportano in prima pagina la notizia della scoperta di una seconda Terra, secondo me l’hanno tenuta nel cassetto fino all’apertura del Festival”.

Domani 25 luglio si inizia al Teatro Annibal Caro alle 17.30, con il fisico Fernando Ferroni che parla dei “Cambiamenti della scienza, tra verità e balle”, smontando tutti i luoghi comuni che sono stati presentati nel corso della storia. Alle 18, al Chiostro Sant’Agostino, omaggio a Dante Alighieri nel 750° anniversario dalla sua nascita. Giulio Ferroni e Marco Grimaldi, intervistati da Filippo La Porta, puntano il loro intervento sul messaggio del Sommo Poeta e sulla sua strepitosa contemporanietà, proiettandolo nel futuro. Alle 18.30, al cortile Ex Liceo, Paolo Cacciari, Alessandro Pertosa e Lucilio Santoni dialogano sul lavoro.

Per i più piccoli, l’appuntamento da non perdere è quello con i laboratori. Alle 18 e alle 21.30, al Chiostro San Francesco, i Lego prendono vita, con “Robot… che mania!”, robotica creativa per grandi e piccini a cura di Talent. Alle 18.30 e alle 21.30 ci sono rispettivamente, al Chiostro San Francesco e al cortile Ex Liceo, laboratori di fisica, chimica e matematica della Festa di Scienza e Filosofia di Foligno e Byte Droni & Co di Unicam. Al giardino della Pinacoteca, alle 18.30, è in programma un percorso olfattivo sul come il profumo cambia la vita con Mauro Malatini, dottore in tecniche erboristiche e profumiere artigianale.

Alle 19 si torna al Teatro Annibal Caro con Massimo Arcangeli che presenta “Tre affascinanti avventure nel nome di Dante”, tra le quali un progetto degli studenti di Foligno. Al Chiostro Sant’Agostino, Gilberto Corbellini e Filippo La Porta si confrontano sull’etica della scienza.

Alle 21 convegno al Teatro Annibal Caro promosso dall’Ordine degli Avvocati di Macerata su famiglia, lavoro e impresa e alle 21.15 “Giochiamo insieme” al giardino della Pinacoteca. Alle 21.30 in piazza della Liberta, il giornalista Federico Rampini mostra con occhi diversi un argomento complesso come l’economia, raccontando, in modo originale e coinvolgente le sue regole attraverso le canzoni dei Beatles. Il Caffè scientifico delle 22.15 invece è affidato a David Vitali. Alle 23, in piazza della Libertà, arriva Michele Mirabella, introdotto da Massimo Arcangeli. La giornata si chiude al giardino della Pinacoteca con il naso all’insù, pronti ad ammirare il cielo con le osservazioni astronomiche guidate dall’associazione Alpha Gemini.


Inaugurate oggi pomeriggio le mostre di Futura Festival
Semplice e Complesso, RiScattiamo la scienza e Santi ed eroi accompagnano il pubblico in tre sorprendenti viaggi, dal 24 luglio al 6 settembre

Futura, il Festival diretto da Gino Troli, ha inaugurato oggi pomeriggio le tre mostre che arricchiscono il programma dell’edizione 2015. La scienza e l’arte si mescolano nel centro di Civitanova Alta per dar vita ad appassionanti percorsi visivi, alla scoperta degli aspetti più intimi ed umani delle due discipline. Dal 24 luglio al 6 settembre, Semplice e Complesso, RiScattiamo la scienza e Santi ed eroi guidano il pubblico in un affascinante e sorprendente viaggio estetico all’insegna della conoscenza.

Premio “Best Exhibition” allo Shanghai Science and Technology Festival, con oltre 70.000 visitatori in 8 giorni, Semplice e Complesso introduce al pubblico argomenti di attualità nella speculazione scientifica – come la teoria del caos – attraverso una collezione di finestre aperte sul vastissimo mondo della complessità e del disordine. La mostra vuole far vedere come la scienza, per riuscire a comprendere il sistema complesso del tutto, si stia concentrando sullo studio delle parti che lo compongono e delle relazioni reciproche esistenti tra di esse. Il progetto è stato ideato e realizzato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche – Ufficio Comunicazione, Informazione e URP. L’esposizione è allestita all’interno dello Spazio Multimediale San Francesco.

Al Chiostro di San Francesco, la mostra di fotografia RiScattiamo la scienza racconta per immagini le attività scientifiche del più importante Ente pubblico di ricerca nazionale, portando in primo piano la passione che anima coloro che vi lavorano e mostrando al contempo la bellezza della scienza, dalla forza dell’idrovolante al momento del decollo allo spettacolo di luci di un raggio laser, dal momento di riposo di un ricercatore durante una battuta di pesca ai nanopetali di ossido di titanio. A cura del Consiglio Nazionale delle Ricerche, la collezione di immagini racconta il lato più sorprendente e quotidiano della ricerca, rendendo più accessibili i suoi luoghi e momenti. Queste due prime esposizioni sono ad ingresso gratuito e sono aperte dal 24 luglio al 2 agosto, dalle 18 alle 24.

Santi ed eroi. Pittura sacra e profana a Civitanova, curata da Enrica Bruni e Stefano Papetti, nasce invece da un’attenta indagine dell’ingente patrimonio pittorico disseminato tra i palazzi, le chiese e i conventi di Civitanova Alta. Databili fra il XV secolo e primi anni dell’Ottocento, le tele di soggetto sacro e profano portano alla ribalta sorprendenti pitture, alla riscoperta del patrimonio culturale locale. Tra le varie opere di grande spessore artistico troviamo la “Madonna del Soccorso” del pittore perugino Baldo De’ Serofini. La mostra è allestita presso la Pinacoteca civica “Marco Moretti”. Il costo dell’ingresso è di 2 euro ed il ricavato sarà utilizzato per il restauro della tela settecentesca “Estasi di S. Giuseppe da Copertino”.

© 2015, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




24 Luglio 2015 alle 20:53 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata