Kings Of Convenience @ Verucchio Festival – 28.07.2015

Kings Of Convenience @ Verucchio Festival – 28.07.2015

Tornare alle origini per ritrovare se stessi: è la missione dei Kings Of Convenience che, in procinto di registrare un nuovo lavoro atteso ormai da sei anni, decidono di dedicare i concerti del 2015 alla riproposizione completa -dall’inizio alla fine- del loro primo disco, quel “Quiet Is The New Loud” che nel 2001 diede il via al cosiddetto new acoustic movement.

Così, nella cornice magica del borgo di Verucchio, Erlend Øye e Eirik Glambæk Bøe gironzolano spensierati sin dal primo pomeriggio, salutano tutti e provano sugli scalini di Piazza Malatesta, ma, quando arriva il momento di salire sul palco, allestito nello scenografico Sagrato della Chiesa della Collegiata, vestono gli amati panni dei cantautori malinconici e da Winning A Battle, Losing The War a Parallel Lines ripercorrono gli arpeggi e le linee vocali che li hanno consacrati i Simon & Garfunkel di Bergen. Soli sul palco, armati di chitarra acustica e classica, i due ex prodigi dell’indie pop europeo suonano fedeli alla delicatezza delle loro composizioni, rispettosi dei versi scolpiti nel legno e dei loro silenzi. Toxic Girl, I Don’t Know What I Can Save You From e Failure, per citare i momenti più emozionanti, somigliano a fragili miniature che il tempo ha reso ancora più preziose.

Non un bisbiglio di troppo, non un battito di mani, solo un leggero schioccare di dita quando Erlend invita a tenere il tempo: il pubblico è rapito.
L’atmosfera si fa più sciolta nei bis, con i due che invitano ad abbandonare le seggiole e ad accalcarsi sotto il palco. A chiudere in bellezza il concerto ci pensano le applauditissime Misread e Mrs. Cold, perché non di solo “Quiet Is The New Loud” è imbastita la reputazione dei Kings Of Convenience. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com