Nuit de Merveille al Palazzo Campana

Nuit de Merveille al Palazzo Campana

Osimo – Dopo il grande successo dei primi appuntamenti sabato 18 luglio 2015 alle ore 21.30 prosegue nel cortile di Palazzo Campana di Osimo INCONTRI MUSICALI D’ESTATE con NUIT DE MERVEILLE, con Cristiano Contadin (viola da gamba) e Marco Mencoboni (clavicembalo).

Il 22 marzo del 1687, in una Parigi fredda e piovosa, era il primo giorno di primavera. La notizia che Jean Baptiste Lully fosse morto raggiunse subito ogni angolo della città. Marin Marais aveva 31 anni ed aveva da poco pubblicato il suo primo libro di brani per viola da gamba, al quale gran parte della musica di questo programma è dedicato. Fu il vuoto lasciato nel panorama musicale parigino dalla morte di Lully che dette la possibilità a Marain Marais, di assumere una posizione di maggiore visibilità, anche alla sfarzosa corte di Luigi XIV, nella quale ricopriva da quasi un decennio l’incarico di Joueur de viole de la musique de la Chambre. Non conosciamo quale forma assunse nell’animo del giovane Marais il dolore della perdita di un maestro, abbiamo da tempo tentato di esplorarlo rivivendo con lui quella notte carica di sentimenti e questo cercheremo di fare questa sera, suonando per voi musiche capaci di descrivere diversi e contrastanti aspetti dell’animo umano, legate tra loro da un’eleganza di irraggiungibile fascino” (Marco Mencoboni).

 

Contadin Cristiano si diploma in pianoforte con il M° Somenzi e in viola da gamba con il M° Biordi. Collabora in veste di solista con ensemble italiani e stranieri nella prassi esecutiva antica, tra cui I Barocchisti, Accademia Bizantina, Il Giardino Armonico, La Venexiana, L’Arpeggiata, La capella de’ Pietà dei Turchini, Elyma, Orchestra Filarmonica della Scala, En Chordais, Il Suonar Parlante con i quali ricevuto riconoscimenti e premi in ambito nazionale ed internazionale. Come solista e con il quartetto di viole da gamba Il Suonar Parlante approfondisce la musica contemporanea eseguendo partiture appositamente scritte da famosi compositori e jazzisti. Incide tra le altre per Winter&Winter, Deutsche Grammophon, Decca, Sony, EMI Classics, Glossa, Hyperion, Elucevanlestelle, Brilliant…Affianca alla parte esecutiva l’attività di ricerca, dedicandosi soprattutto al repertorio violistico del XVII e XVIII sec. Attualmente insegna Viola da gamba presso il Conservatorio “B.Marcello” di Venezia e collabora con i conservatori “V. Bellini” di Palermo.e “S.Giacomantonio” di Cosenza. È direttore didattico dei corsi estivi di musica antica di S.Vito al Tagliamento. E’ stato docente di viola da gamba inoltre presso l’Academy of Musik di Esbijerg in Danimarca dal 2010 al 2013. Suona una viola da gamba basso italiana di anonimo della prima metà del Settecento. Nel 2012 è stato pubblicato per l’etichetta Elucevanlestelle il Cd Cantar Bastardo, progetto originale realizzato assieme al baritono Marco Scavazza dedicato al repertorio italiano vocale e strumentale del ‘500 secondo la pratica del Cantar alla viola, suscitando un vivo interesse da parte di musicologi, pubblico e critica specializzata. E’ appena stato pubblicato un cofanetto contenente l’integrale delle triosonate e dei concerti per viola da gamba ed orchestra di G.P. Telemann registrati per l’etichetta Brilliant con il suo nuovo ensemble OPERA PRIMA.

Marco Mencoboni è nato nel 1961 a Macerata. Clavicembalista, organista e direttore d’orchestra, ha studiato con Umberto Pineschi, Ton Koopman, Jesper Christensen e Gustav Leonhardt con il quale si diploma allo Sweelinck Conservatorium di Amsterdam nel 1989. Ha dedicato anni alla ricerca e alla definizione del repertorio musicale rinascimentale e barocco delle Marche. Grazie al suo lavoro è affiorato un patrimonio musicale antico sconosciuto e di grande valore, comprendente opere di Ignazio Donati, Pietro Pace, Costanzo Porta, Bartolomeo Barbarino, Luigi Battiferri. È presente come solista e come direttore del complesso vocale Cantar lontano nei più importanti festival internazionali di musica antica come Ambronay, Utrecht, Trigonale, Pontoise, Haut Jurà etc. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti: il Metropolitan Museum di New York gli commissiona nel 1997 un importante progetto di restituzione musicale finalizzato alla sonorizzazione di una sala del museo. Al suo incessante lavoro di ricerca e restituzione filologica dobbiamo la riscoperta e valorizzazione della prassi del “cantar lontano”, una straordinaria tecnica vocale marchigiana dei primi del ‘600 che si realizza disponendo strategicamente i cantori nello spazio, a creare uno spettacolare effetto di suono diffuso. Dal 1999 è direttore artistico del festival Cantar lontano che si tiene ogni anno in provincia di Ancona. Il 2010 vede Marco Mencoboni e il complesso Cantar Lontano protagonisti dell’apertura della stagione dello Sferisterio Opera Festival e del Festival di Ambronay con il Vespro della Beata Vergine di Monteverdi nelle celebrazioni dei 400 anni dalla sua creazione. Mencoboni presenta un’ edizione critica del capolavoro monteverdiano, direttamente curata, che torna a svelarne il più profondo senso mistico e religioso. Dal 2013 collabora come docente all’Accademia Rossiniana di Alberto Zedda presso il Rossini Opera Festival di Pesaro. Dal 2015 è vicepresidente del REMA, l’associazione europea dei festival di musica antica.

La rassegna, promossa dall’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente con il patrocinio del Comune di Osimo, giunta alla XXV edizione, quest’anno prevede dieci concerti ad ingresso libero dal 12 luglio al 4 agosto.

Per festeggiare la XXV edizione della rassegna musicale, diventata appuntamento immancabile dell’estate osimana sia per i cittadini che per i turisti della Riviera, è allestita nell’atrio del Palazzo una mostra di tutti i manifesti dal 1991 ad oggi.

Dopo tanti anni riprendono anche gli APERITIVI MUSICALI con gli allievi della Civica Scuola di Musica di Osimo che avranno occasione di esibirsi in tre appuntamenti musicali e canori. A seguire aperitivo offerto da Agrinsieme.

Il programma 2015 prevede la partecipazione di artisti locali, nazionali ed internazionali e repertori musicali di vario genere: dalla musica tradizionale napoletana a Gershwin, dal più noto repertorio lirico alla poetica musicale romantica, dal barocco alla tradizione musicale magiara.

PROGRAMMA “INCONTRI MUSICALI D’ESTATE” XXV EDIZIONE

Cortile di Palazzo Campana, Osimo

Ore 21.30

Ingresso libero

Domenica 12 luglio 2015

 

TE VOGLIO BENE ASSAJE

Canzoni, aneddoti e poesie napoletane

 

 

Italian Festival Chorus

 

M. Tittarelli, flauto

G. Verducci, violino

D. Rossi, fisarmonica

N. Gevorgyan, pianoforte

V. Pierluca, basso

M. Lorenzetti, percussioni

Voce recitante: Renato Pagliari

 

Direttore: Aldo Cicconofri

 

Musiche classiche napoletane (arr. Mauro Zuccante)

 

Mercoledì 15 luglio 2015

 

PIANOFORTE VIRTUOSO

 

Nicola Losito

Vincitore Nuova Coppa Pianisti ed. 2014

 

Musiche di J. Haydn, F. Liszt, F. Chopin, R. Schumann

 

Sabato 18 luglio 2015

 

NUIT DE MERVEILLE

 

Cristiano Contadin, viola da gamba

Marco Mencoboni, clavicembalo

 

Musiche di Marin Marais

 

Domenica 19 luglio, ore 21.15

 

GIOVANISSIMI VIRTUOSI DEL VIOLINO

 

Yume Tomita, violino (7 anni)
Coco Tomita, violino (13 anni)
Svetlana Kosenko, piano
Kan Tomita, piano

 

Musiche di J. S. Bach, A. Vivaldi, J. H. Fiocco, F. Schubert, N. Paganini, E. Grieg

 

Mercoledì 22 luglio 2015

 

OMAGGIO A GEORGE GERSHWIN

 

Riccardo Lorenzetti, pianoforte

Luigino Pallotta, fisarmonica

Luca Catena, violino

Vanessa Chiappa, voce

Marco Lorenzetti, batteria, percussioni e vibrafono

 

Sabato 25 luglio 2015

 

IL MEGLIO DEL POP AMERICANO ED ALTRI EVERGREEN

 

The Palm Court Quartet

Davide Simonacci e Marco Palmigiani, violini

Lorenzo Rundo, viola

Giorgio Matteoli, violoncello

 

Musiche di J. Williams, C. Porter, H. Mancini, N. Rota, G. Gershwin

 

Lunedì 27 luglio 2015

 

GITANI E MAGIARI

 

Quartetto Klez

Stefano Martini, violino

Matteo Salerno, flauto

Egidio Collini, chitarra

Francesco Giampaoli, contrabbasso

 

Musiche di J. Brahms, O. Chyornye, V. Monti, F. Kreisler/ F. Lehar, C. Tzigane, J. Hubay, J. Bock A. Dvorak, Ja Vstretil Vas- Mama, B. Bartok, Z. Kodaly

 

Mercoledì 29 luglio 2015

 

IL MEGLIO DEL NINO ROTA ENSEMBLE

 

Nino Rota Ensemble

Rosa Sorice, voce, chitarra e batteria

Giannina Guazzaroni, violino

Deborah Vico, pianoforte e sax

Federica Torbidoni, flauto

 

Musiche di N. Rota, E. Morricone, G. Verdi, G. Puccini, A. Vivaldi, A. Menken, E. John

 

Sabato 1 agosto 2015

 

SULLE ORME DEL ROMANTICISMO

 

Marco Monina, chitarra

Serena Cavalletti, violino

 

Musiche di N. Paganini, M. Giuliani, A. Piazzolla

 

Martedì 4 agosto 2015

 

OTTONI ALL’OPERA

 

Salvadei Brass

Rozmurat Arnakuliyev, tromba

Andrea Mennichelli, tromba

Yuri Valenti, tromba

Marco Gasparrini, flicorno

Alessandro Fraticelli, corno

Eugenio Gasparrini, trombone

Niccolò Serpentini, trombone

Cristiano Sanguedolce, trombone

Diego Copponi, trombone

Davide Beato, tuba

Andrea Piermartire, percussione

 

Musiche di P. Mascagni, G. Verdi, G. Bizet, G. Puccini, H. Carmichael, A. Lara, Z. Abreu, G. e I. Gershwin

APERITIVI MUSICALI a cura della Civica Scuola di Musica di Osimo

Ore 19.00

 

Martedì 14 luglio 2015

 

SUONI NEL CORTILE

 

Martedì 21 luglio 2015

 

VOCI NEL CORTILE

 

Martedì 28 luglio 2015

 

MADAME LA MUSIQUE: dal Café al Concerto

 

 

ISTITUTO CAMPANA PER L’ISTRUZIONE PERMANENTE

Piazza Dante, 4 – 60027 Osimo (AN)

Tel. 071/714822 – Fax 071/7235392

www.istitutocampana.itwww.eventicampana.itinfo@istitutocampana.it 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com