Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 05:23 di Dom 29 Nov 2020

Futura Festival è già grande e lancia il 2016 con Vita Nova

di | in: Cultura e Spettacoli

concerto

image_pdfimage_print

Il Festival diretto da Gino Troli è diventato uno spazio di discussione, dibattito e confronto di respiro nazionale e aperto anche a questioni attuali internazionali

 

Civitanova 03/08/2015 – È stato l’anno della maturità. Futura incassa alla sua terza edizione un successo che va al di là delle presenze in piazza e dei numeri degli appuntamenti.

Il Festival diretto da Gino Troli è diventato uno spazio di discussione, dibattito e confronto di respiro nazionale e aperto anche a questioni attuali internazionali. “Un festival identitario  per Civitanova – afferma il direttore artistico – che ha già preso la sua forma in questi tre anni. Lanciamo fin da ora il tema della prossima edizione, Vita Nova, un omaggio ad Annibal Caro a 450 anni dalla sua scomparsa. Tra l’altro nel 2016 ricorrono 50 anni dalla prima regia di Luca Ronconi, una commedia allestita proprio in questa città”.

Peppe Barra

Peppe Barra


Sicuramente da incorniciare la serata con David Grossman, l’autore israeliano che, dopo aver parlato del suo ultimo lavoro editoriale, ha affrontato la questione tra Israele e la Palestina, etichettando come inconcepibile ciò che sta accadendo. “Ci vuole coraggio per cambiare le cose, ma non lo vedo nei nostri leader” ha detto dal palco di piazza della Libertà. Attualità anche nell’incontro con Erri De Luca che lancia una provocazione ripresa dai quotidiani nazionali “Tav e trivellazioni in Adriatico sono da sabotare”.

La scienza ha goduto di appuntamenti straordinari, con la presenza di otto studiosi tra i più importanti in Italia: Fernando Ferroni, Eugenio Coccia, Ilaria Capua, Lucia Votano, Giorgio Vallortigara, Piergiorgio Odifreddi, Corrado Sinigaglia e Ferdinando Boero.

Anche i più piccoli hanno potuto scoprire “i misteri” della scienza con i tanti laboratori organizzati in questi dieci giorni dai partner culturali: l’Università di Camerino, l’Associazione Alpha Gemini e l’Istituto Sant’Agostino di Civitanova Alta, la “Festa di Scienza di Filosofia” di Foligno e Talent. Mille le presenze registrate in queste attività, di cui 800 proprio bambini. E soprattutto a loro sono rivolte la mostre, ancora allestite, Semplice e Complesso e RiScattiamo la scienza, a cura del Consiglio Nazionale delle Ricerche, un viaggio attraverso le “magie” dei liquidi, della materia, dei moti e della geometria della natura. “Emozionante la partecipazione della città, dei ragazzi, delle scuole – dichiara il sindaco Tommaso Corvatta – che sono stati veri attori del Festival”.

Garrone

Garrone

Il cinema ha visto alternarsi sul palco tre registi di assoluto valore, da Cristina Comencini che ha criticato il Paese per la bassa percentuale di occupazione femminile e maternità, a Giuseppe Piccioni che con rammarico ha dichiarato di non essere riuscito mai a girare un film nella sua regione – le Marche – fino alla conclusione di ieri con Matteo Garrone.

“Futura è caratterizzato dalla curiosità di ascoltare da parte del pubblico, desideroso di arricchirsi da questi incontri – dichiara l’assessore alla Cultura Giulio Silenzi – . Si viene a Civitanova per pensare e di questi tempi è un fatto rivoluzionario, sicuramente in controtendenza. La città con questo Festival si interroga sulle nuove tendenze”.

E poi la filosofia che ha visto dibattere tanti protagonisti tra cui Donatella Di Cesare e Diego Fusaro sui Quaderni Neri di Martin Heidegger. Un tema talmente choccante da valere una intera pagina del Corriere della Sera, che ha anticipato l’intervento della professoressa di Filosofia teoretica alla Sapienza. Le parole antisemite del filosofo tedesco non si faranno dimenticare: “Lo scandalo non è lo sterminio, ma avere impedito alla Germania di compiere la sua missione nella storia”.

“Futura si è distinta anche per il suo impegno verso l’abbattimento delle barriere comunicative – ricorda la presidente TDiC Rosetta Martellini – . Grazie al sostegno dell’Asp Paolo Ricci e in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali, con l’Uici Marche e Macerata (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) e l’associazione Anios Marche (Associazione Nazionale Interpreti Lingua dei Segni), che ha curato il servizio Lis, sono stati messi in programma sette incontri, predisposti con la lingua dei segni italiana con due interpreti e con il servizio di respeaking (sottotitolazione simultanea), a cura dell’associazione OnA.I.R”.

Tra le novità, per il pubblico con disabilità visiva sono state preparate delle audio descrizioni con lettori Mp3 per le mostre Semplice e Complesso e RiScattiamo la scienza e i bimbi con disabilità sensoriali hanno potuto partecipare a diversi laboratori, da quello olfattivo a quelli curati dalla Festa di Scienza e Filosofia di Foligno. Il servizio è stato talmente apprezzato che alla segreteria del Festival sono arrivati i complimenti dalla Lega del Filo d’Oro che ha partecipato agli appuntamenti dell’ultimo fine settimana.

FDM

FDM

(nelle foto la serata di ieri e la conferenza odierna)

 

Il Festival, che ha visto la programmazione di 120 eventi con quasi 70 ospiti e dal costo complessivo di 160mila euro (tra fondi pubblici e privati), è sostenuto dall’official sponsor Gleam Bijoux.

Altro sponsor è Coop Adriatica, gli sponsor tecnici sono Hotel Miramare, Adriatica Pubblicità, Il Resto del Carlino, Auto Club Marche, Cantine Fontezoppa, Arredamenti Maurizi, Pellegrini Garden, Cerolini e Varnelli. Importante l’apporto dei partner culturali Unicam-Università di Camerino, Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), pinacoteca civica Marco Moretti, biblioteca comunale Silvio Zavatti, Civitanova Danza, Crisi (Centro di ricerca interdisciplinare di storia delle idee), Mondadori education, Le Monnier, Sotto gli auspici del Centro per il libro e la cultura. Il tutto anche grazie al contributo del Comune di Civitanova e dell’Azienda dei Teatri, della Regione Marche, della Provincia di Macerata e della Camera di Commercio.

© 2015, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




3 Agosto 2015 alle 16:04 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata