Grottammare, 17mo Palio del Pattìno: si recupera domenica

Grottammare, 17mo Palio del Pattìno: si recupera domenica

Otto equipaggi di cui uno misto, alla gara non ci sarà il plurivincitore Bore Tesino.

 

Grottammare, 2015-08-07 – Otto rioni si sfideranno domenica 9 agosto per l’edizione numero 17 del Palio del Pattìno. Edizione che si caratterizza per la partecipazione di un equipaggio misto e l’assenza del rione plurivincitore Bore Tesino. La competizione, inoltre, avrebbe dovuto disputarsi domenica scorsa, ma per incertezze meteorologiche era stata rinviata alla prossima.

 

Il Palio del Pattìno consiste in una competizione amatoriale tra rioni cittadini che si contendono l’edizione affidandosi a un equipaggio composto da due rematori non professionisti, dei quali almeno uno residente a Grottammare. E’ organizzato dall’assessorato alla Formazione e ai Talenti, con la collaborazione del circolo velico “Le grotte” e del circolo nautico “Amici del mare”, e nasce nel 1999 per rivalutare usi e costumi perduti del folklore locale.

Elemento fondamentale per l’ammissione dei rioni alla gara, infatti, è il possesso di un pattino in legno, una tipologia di natante scomparsa ormai da tempo dalle spiagge per far posto ai più economici, leggeri e gestibili pattini in vetroresina.

La sfida avverrà tra i seguenti equipaggi: rione Casette con Giacinto Consorti e Dante Rosati, rione Croce Arabo con William Marconi e Simone Spinucci, rione Ischia I con Matteo Trionfi e Emanuele Angellotti, rione Ischia II con Damiano Gallerini e Giorgio amabili, rione Lame con Christian Griglio e Melissa Orsini, rione San Pio V con Romualdo Trionfi e Carlo Alberto Perozzi, rione Stazione con Giacinto Iobbi e Massimo Iobbi, rione Valtesino Centro con Fabio Natalini e Fabio Capriotti.

 

Il “via” della gara è fissato alle ore 17.30, dopo la benedizione degli equipaggi (ore 17). La competizione si svolgerà nello specchio d’acqua antistante il centro cittadino, che verrà delimitato da boe e sorvegliato dai giudici di gara e quindi interdetto alla balneazione per tutta la durata della manifestazione. Gli equipaggi dovranno compiere tre volte il percorso compreso tra lo chalet Sylvia e lo chalet Savana, per un totale di circa 5 miglia marine.

 

L’aggiudicazione della gara non costituisce titolo per l’assegnazione del Palio del Pattino, che è riconosciuto solo dopo tre vittorie, anche non consecutive. Ad oggi, il trofeo è una conquista esclusiva del rione Bore Tesino (nel 2006, nel 2009 e nel 2012), come già ricordato assente a questa edizione. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com