Cns: successo per il 4° Campionato Italiano Drifting

San Benedetto del Tronto, 2015-09-05 – Si è conclusa oggi la grande kermesse che ha visto impegnato il Circolo Nautico Sambenedettese nell’organizzazione del 4° Campionato Italiano Drifting per Società.

Trenta gli equipaggi provenienti da tutta Italia. Presenti anche i vertici della FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva) che hanno ancora una volta scelto il sodalizio rivierasco per organizzare questo importante evento sportivo. Sono state oltre trecento le persone presenti nei giorni di gara nelle banchine e negli spazi del Circolo Nautico Sambenedettese.

Venerdì 04/09/15 si è svolta regolarmente la prima giornata in mare con ben 25 catture, mentre Sabato 05/09/15 le avverse condizioni meteo non hanno permesso di replicare la splendida prova del giorno precedente.

Oggi alle ore 12:30 si è svolta la cerimonia di premiazione e chiusura della manifestazione, con la proclamazione dei vincitori:

CLASSIFICA GENERALE PER SOCIETA’:

IMBARCAZIONI CLUB PUNTI

I° SKY / CANONICA ASD ALBARELLA ANGLER’S CLUB 4.928

II° CIRI’ 2 / DEGODER CLUB NAUTICO PESARO 4.544

III° RONNIE / BIRILLO ASD BIG GAME CAORLE 3.456

 

CLASSIFICA GENERALE PER EQUIPAGGIO:

IMBARCAZIONE CLUB PUNTI

I° DEGODER CLUB NAUTICO PESARO 3.264

II° CANONICA ASD ALBARELLA ANGLER’S CLUB 2.560

III° TOPA GIGIA ASD LEVANTE ANGLER’S CLUB 2.560

 

CLASSIFICA GENERALE SKIPPER:

IMBARCAZIONE CLUB SKIPPER

I° DEGODER CLUB NAUTICO PESARO DEL MORO ANDREA

II° FABOLA RAVENNA FISHING CLUB FABBRI FABRIZIO

III° PEQUENO NIETO CIRCOLO NAUTICO SAMBENEDETTESE TROIANI RICCARDO

 

Il Presidente Igor Baiocchi nel ringraziare tutti i partecipanti ed in modo particolare la Sezione Pesca Sportiva del C.N.S: per l’ottima riuscita dell’evento, rilancia auspicando di portare a San Benedetto un evento di caratura Internazionale.  

clicca gli allegati

CLASSIFICA PER EQUIPAGGIO

CLASSIFICA PER SOCIETA




Fermana – Samb a Natilla di Molfetta

Assistenti: Mauro Dell’olio di Molfetta e Emanuele Pansini di Bari

 

Designazioni arbitrali 1a Giornata Serie D Girone F 2015-16

 
FANO – GIULIANOVA a Federico Pragliola di Terni
Assistenti: Francesco Gentileschi di Terni e Leonardo Biccheri di Gubbio

AVEZZANO – SAN NICOLO’  a Andrea Tursi di Valdarno
Assistenti: Simone Prencipe di Milano e Alessio Scacchi di Arezzo

CASTELFIDARDO – JESINA a Simone Degli Esposti di Bologna
Assistenti: Stefano Cicchitti di Chieti e Vincenzo Recchiuti di Teramo

CHIETI – O. AGNONESE a Gabriele Cascella di Bari
Assistenti: Antonio Dan Campanella di Venosa e Francesco Zangara di Catanzaro

CAMPOBASSO – RECANATESE a Mattia Pascarella di Nocera Inferiore
Assistenti: Francesco Coppola di Caserta e Giuseppe Pellino di Frattamaggiore

FERMANA – SAMB a Fabio Natilla di Molfetta
Assistenti: Mauro Dell’olio di Molfetta e Emanuele Pansini di Bari

MATELICA – ISERNIA  a Amir Salama di Ostia Lido
Assistenti: Marco Dentico di Bari e Luca Pantano di Frosinone

MONTICELLI – AMITERNINA a Antonio Acampora di Ercolano
Assistenti: Emanuele Caputo di Caserta e Carmine Picariello di Avellino

VIS PESARO – FOLGORE VEREGRA a Francesca Campagnolo di Bassano del Grappa
Assistenti: Matteo Cantara di Ravenna e Simone Carloni di Ravenna




Raduno auto storiche a Montefiore

LANCIA, DAI COLLI PICENI ALL’ANTICA FALERIA

Montefiore dell’Aso, 2015-09-05 – La mitica Lancia in tutte le sue motorizzazioni storiche protagonista di un fine settimana all’insegna della tradizione e alla scoperta del territorio marchigiano. Sono arrivati da tutta Italia a Montefiore i collezionisti delle speciali auto d’epoca per prendere parte alla maxi raduno dal titolo “La Lancia, dai colli Piceni all’antica Faleria iniziato oggi per proseguire domani. Un tuffo nel passato osservando le tantissime vetture colorate sfilare per le vie del centro storico . Domani alle ore 9 la partenza di tutte le vetture in corteo con un itinerario speciale che toccherà Falerone, passando per Petritoli, Montegiberto, Grottazzolina e Piane di Montegiorgio. L’arrivo a Falerone con il saluto delle autorità è previsto per le ore 10.30. Alle 12 partenza per Lido di Fermopercorrendo la faleriense. Dopo la il banchetto all’hotel Royal alle 16 la cerimonia di consegna di doni in ricordo della manifestazione. Oggi invece la permanenza dei partecipanti si è concentrata sulle bellezze artistiche di Montefiore, e di Offida con le visite guidate ai musei e nei luoghi che ogni estate catturano l’attenzione di centinaia di turisti.




Al cinema Cecchetti si assegna il premio Stelvio Massi

Domani ultima giornata della prima edizione del Festival del cinema di Civitanova. In serata la giuria sceglie il corto vincitore

 

Civitanova 05/09/2015 – È arrivato il giorno dell’assegnazione del premio Stelvio Massi per il miglior cortometraggio tra i finalisti della prima edizione del Festival del cinema di Civitanova.

Domani 6 settembre la giuria presieduta da Paolo Doppieri, regista e autore di video musicali, e composta dall’attrice e danzatrice Simona Lisi, dal fotografo Valentino Paoletti, dal musicista, compositore e produttore discografico Enrico Tiberi, dal docente di Lettere Davide Garbuglia e dal regista e docente Unimc Claudio Gaetani, deve scegliere il film vincente tra i cinque selezionati in questa settimana, dopo le prime tre serate di Festival.

La giornata inizia alle 16, sempre al cinema Cecchetti, con la proiezione del film “Gesù è morto per i peccati degli altri” della regista catanese Maria Arena. Il documentario, sostenuto anche da un crowdfunding internazionale, narra la storia di quattro prostitute trans che lavorano in un quartiere degradato di Catania. Un giorno vengono invitate dal politico di turno ad affrontare insieme il discorso di un futuro diverso, e qui rimetteranno in gioco i loro desideri e le loro paure iscrivendosi a un corso per badanti.

A seguire, la regista siciliana, accompagnata da Valentina Capecci e Michele Fofi, dibatte sul suo lavoro, mentre alle 21 vanno in scena i cinque corti del concorso arrivati in finalissima. Dopo la visione, alle 22 viene annunciato il film vincente con relativa premiazione.

La prima edizione del Festival del cinema, nata da un’idea di Michele Fofi e dell’associazione Fango&Assami con Peppe Barbera, è realizzata con la collaborazione di Comune e Azienda dei Teatri di Civitanova, e con il contributo di Gas Marca e Ica.

Festival del Cinema di Civitanova

Festival del Cinema di Civitanova

Per informazioni http://www.fangoeassami.it.




Offida all’Opera

Offida – Domenica 6 settembre, a Santa Maria della Rocca, sarà inaugurata la manifestazione “Offida all’Opera” dedicata interamente a uno dei compositori più grandi di tutti i tempi, Wolfgang Amadeus Mozart. Una settimana – quella che andrà dal 6 al 12 settembre – che porterà in scena le opere musicali di straordinario valore dell’artista viennese, il quale verrà presentato in tutte le sue sfaccettature: la musica popolare, sacra e operistica. Il primo appuntamento con “Offida all’Opera”, previsto per le ore 21 di domenica a Santa Maria della Rocca, sarà “ La voce degli angeli”,

un concerto di arie sacre che Mozart compose per le voci dei castrati settecenteschi. Tra queste il famoso mottetto “Exsultate jubilate” – che il compositore scrisse per Venanzio Rauzzini – e le arie più celebri del personaggio di Giuditta tratte dall’oratorio dalla Betulia Liberata, che Mozart scrisse in giovane età. Il finale invece sarà a sorpresa per gli spettatori.

Tra gli interpreti principali, il soprano Ginevra Zotti Di Nicola – che è anche il direttore artistico di Offida all’Opera – e il contralto Camilla Antonini. Al piano Michele Ciopettini e Veronica Cornacchio.




Note da Parigi al Festival Pergolesi Spontini

Jesi (AN), 6 settembre 2015  Per la prima volta il Festival Pergolesi Spontini nella Galleria di Palazzo Pianetti di Jesi, lunedì 7 settembre, con il concerto “Note da Parigi, Le ultime lettere di Gaspare Spontini”. L’Amakheru Duo (tenore Francesco Santoli, pianista Simone Di Crescenzo) esegue rare Arie da camera di Spontini, la voce di Gabriele Marchesini legge alcuni frammenti di lettere del compositore.

 

 

Lunedì 7 settembre alle ore 21 alla Galleria di Palazzo Pianetti di Jesi, la XV edizione del Festival Pergolesi Spontini di Jesi, intitolato “Lacrimosa memoria, sorridente levità”,  propone una riscoperta in ambito spontiniano attraverso l’esecuzione di alcune rarità del compositore di Maiolati in tre diversi eventi presenti nel cartellone. In particolar modo il Festival ospiterà un concerto di musica vocale da camera interamente dedicato alla produzione di Gaspare Spontini.

Il progetto è stato affidato ad Amakheru Duo, compagine di recente formazione, nata dalla sinergia artistica di due giovani musicisti italiani: il tenore Francesco Santoli ed il pianista Simone Di Crescenzo. Il Duo si occupa della riscoperta del repertorio vocale da camera, soprattutto italiano, e si dedica con particolare impegno al Belcanto storico attraverso uno studio accurato della prassi esecutiva e della vocalità.

L’evento, intitolato “Note da Parigi”, si svolgerà presso la preziosa cornice della Galleria degli Stucchi di Palazzo Pianetti di Jesi, location ideale per rivivere le atmosfere delle antiche accademie di inizio Ottocento e avrà come oggetto l’esecuzione di arie italiane e romances francesi composte da Spontini fra il 1803 ed il 1847. I brani saranno intervallati dalla voce recitante di Gabriele Marchesini, che leggerà alcune lettere del compositore scritte a Parigi negli ultimi mesi della sua vita, prima del rientro a Maiolati, suo paese natio. L’evento nasce da un’idea di Silvano Sbarbati dall’Epistolario familiare a cura di Giuseppe Gaetti (1974).

Il concerto rappresenta una riproposta in tempi moderni di questo corpus musicale poco frequentato oggi nei programmi di recitals, nonostante il grande valore poetico ed espressivo di questa musica. A Parigi nella prima metà dell’800, come in molte capitali europee, la romanza da camera rappresentava il fulcro degli intrattenimenti musicali nei salotti dell’élite, ma fu grazie alla distribuzione capillare garantita dalla borghesia, che questo genere musicale ebbe un grande successo commerciale e di pubblico, con un cospicuo giro d’affari.

L’intento di Amakheru Duo, attraverso questo progetto, è di rivalutare il genere della romance, in particolar modo attraverso l’arte di Spontini, che in un passato non troppo remoto ebbe grande consenso e popolarità. La riscoperta artistica di Amakheru Duo trova il suo punto focale nella parola cantata come strumento espressivo per giungere ad un personale ideale di suono, attraverso un approfondimento linguistico sia francese che italiano.

Nel programma del concerto saranno proposte due romanze provenienti dal ciclo Sensations douces, mélancoliques et douloureuses pubblicato a Parigi nel 1804 e dedicato alla misteriosa Délie, musa ricorrente nella romanza francese fra Sette- e Ottocento. Si tratta esattamente di Regrets d’absence (Viens ô divine Mélodie) e del capolavoro tragico Plaintes sur le tombe (Depuis l’instant affreux).

Saranno presentate in prima esecuzione assoluta al Festival le seguenti rarità :

Être aimé, il cui testo canta le gioie dell’amore, che rendono il protagonista indifferente al favore della fortuna e della gloria (un possibile riferimento autobiografico dell’autore stesso); Rêve de l’Orient, un piccolo quadro di ispirazione esotica che proietta l’ascoltatore verso paesaggi lontani; L’adieu, mirabile composizione protoromantica che lascia assaporare l’universo espressivo già presente nella produzione teatrale dell’autore; L’heureux gondolier, un’incantevole barcarola ricca di spunti folklorici ed evocativi della laguna incantata; e L’incostance, di rara intensità espressiva raggiunta con estrema economia di mezzi : un esempio altissimo della tipica romance, già descritta da Rousseau nel suo Dictionnaire de musique.

Accanto alle composizioni francesi saranno proposte anche alcune composizioni da camera in stile italiano: Consiglio a Nice, graziosa arietta di ispirazione bucolica; Io dico all’antro addio, di ambientazione silvestre il cui testo è attinto dall’Angelica del Metastasio; e La separazione, altra pregevole aria metastasiana attinta dal libretto di Alessandro nell’Indie.

Il concerto si concluderà con un cammeo: gli Ultimi versi di Adolfo Nourrit, due quartine tradotte in italiano da Giovanni Schmidt, che il noto tenore Adolphe Nourrit annotò su un album due giorni prima della sua morte. Gli “ultimi versi” di Nourrit fecero il giro delle gazzette dell’epoca, contribuendo a fare della sua morte un esemplare dramma romantico che fu messo in musica da svariati compositori italiani e francesi.  I versi furono adattati da Schmidt, infaticabile librettista del Teatro San Carlo di Napoli e traduttore della Vestale, alla celebre preghiera di Giulia del finale secondo del capolavoro spontiniano ‘Ô des infortunés déesse tutélaire’ (‘O nume tutelar degl’infelici’), senza l’intervento diretto di Spontini.

 

 

 

Programmi completi e biglietti su www.fondazionepergolesispontini.com

 

INFO

Fondazione Pergolesi Spontini

Tel. 0731.202944, www.fondazionepergolesispontini.com

Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi

Piazza della Repubblica, 9 – 60035 Jesi (AN), tel. 0731 206888 – fax 0731 224105

biglietteria@fpsjesi.com

Orario biglietteria: dal mercoledì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17 alle ore 19.30 e da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli nelle diverse sedi – festivi chiuso (chiusura estiva dal 29 giugno al 17 agosto 2015. Per informazioni rivolgersi agli uffici: tel. 0731 202944)




Partito il Festival Pergolesi Spontini

LA PRIMA GIORNATA DEL XV FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI, Jesi 4 settembre 2015

 

 

Jesi (AN), 5 settembre 2015 – Venerdì 4 settembre 2015 si è svolta a Jesi l’inaugurazione del Largo Francesco Degrada, dedicato al musicologo milanese in occasione del decimo anniversario della nascita del massimo esperto a livello internazionale della musica di Pergolesi.

La cerimonia si è svolta alla presenza dell’Assessore alla Cultura Luca Butini, di William Graziosi Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini, di Giovanni Oliva (Consulente per le Attività Artistiche della Fondazione Pergolesi Spontini), della famiglia di Francesco Degrada e dei musicologi italiani riuniti al Teatro Pergolesi in occasione della prima sessione del Convegno Internazionale di studi “Lacrimosa Memoria, sorridente levità” (in foto Renato Di Benedetto, Francesco Cotticelli, Paologiovanni Maione, Franco Piperno, Claudio Toscani, Cesare Fertonani, Federico Agostinelli, Angela Fiore).

Alle ore 21 al Teatro Pergolesi grandi emozioni per “Il Concerto per Francesco Degrada” che ha inaugurato il XV Festival Pergolesi Spontini con i capolavori di Pergolesi interpretati da Eva Mei e Sara Mingardo, e con l’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani diretti da Alberto Martini.

 

Il programma della giornata

 

XV PERGOLESI SPONTINI FESTIVAL

4 – 20 SETTEMBRE 2015

JESI, MAIOLATI SPONTINI, MONTECAROTTO, OSTRA, SAN MARCELLO

 

 

Venerdì 4 settembre 2015, ore 17-19.30 

Jesi, Sale Pergolesiane Teatro Pergolesi

CONVEGNO INTERNAZIONALE DI STUDI “LACRIMOSA MEMORIA, SORRIDENTE LEVITÀ2

Parte I. IL SOLCO TRACCIATO DA FRANCESCO DEGRADA: un bilancio a 10 anni dalla scomparsa

a cura di Comitato di Studi Pergolesiani della Fondazione Pergolesi Spontini

coordinamento scientifico Renato Di Benedetto e Franco Piperno

con:

William Graziosi, Fondazione Pergolesi Spontini, Jesi

Giovanni Oliva, Fondazione Pergolesi Spontini, Jesi

Renato Di Benedetto, Comitato Scientifico Pergolesiano, Edizione Nazionale opera omnia Pergolesi

Francesco Cotticelli, Seconda Università degli Studi di Napoli

Paologiovanni Maione, Conservatorio S. Pietro a Majella, Napoli

Cesare Fertonani, Università degli Studi di Milano

Angela Fiore, Université de Fribourg

 

 

Venerdì 4 settembre 2015, ore 18,30

CERIMONIA PUBBLICA DI INTITOLAZIONE DEL LARGO FRANCESCO DEGRADA

(ingresso uffici Fondazione Pergolesi Spontini, Teatro G.B. Pergolesi di Jesi)

In foto: il Largo Degrada con William Graziosi (Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini), Giovanni Oliva (Consulente per le Attività Artistiche della Fondazione Pergolesi Spontini), i musicologi Renato Di Benedetto, Francesco Cotticelli, Paologiovanni Maione, Franco Piperno, Claudio Toscani, Cesare Fertonani, Federico Agostinelli, Angela Fiore).  La cerimonia si è svolta alla presenza dell’assessore alla Cultura di Jesi, Luca Butini, e della famiglia di Francesco Degrada.

 

 

venerdì 4 settembre 2015, ore 21 | Jesi, Teatro G.B. Pergolesi

CONCERTO PER FRANCESCO DEGRADA

nel decimo anniversario della scomparsa

Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani

concertatore e violino solista Alberto Martini

soprano Eva Mei

contralto Sara Mingardo

musiche di Giovanni Battista Pergolesi




Il Festival Pergolesi Spontini omaggia Valeria Moriconi

Omaggio a Valeria Moriconi e a Pergolesi, domenica 6 settembre a Jesi per il XV Festival Pergolesi Spontini

 

Jesi (AN), 5 settembre 2015 – Il XV Festival Pergolesi Spontini omaggia Valeria Moriconi nel decimo anniversario della scomparsa, domenica 6 settembre ore 21 al Teatro Moriconi di Jesi con lo spettacolo “Inventare le vite degli altri”. A seguire alle ore 22,30, in piazza Federico II, proiezione del film biografico “Pergolesi” del 1932 con la regia di Guido Brignone. In giornata, alle ore 17, la visita guidata al Teatro Pergolesi animata dalle impertinenti irruzioni di Serpina, la celebre protagonista de La serva padrona.

Omaggio a Valeria Moriconi (Jesi 1931- Jesi 2005), a dieci anni dalla sua scomparsa. Domenica 6 settembre alle ore 21 nel Teatro a lei dedicato, per il XV FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI a cura della Fondazione Pergolesi Spontini, va in scena  lo spettacolo “Inventare le vite degli altri. Omaggio a Valeria Moriconi” su drammaturgia di Gabriele Marchesini, con l’attrice jesina Lucia Bendia e Susanna Bertuccioli prima arpa al Maggio Musicale Fiorentino.

Porgere al pubblico Valeria Moriconi, la donna “in essenza” prima ancora dell’attrice, attraverso una lettura dove si intrecciano due voci (quella recitata e quella musicale ) significa rendere omaggio alla vita, e quindi all’attrice. Farlo con pochi segni misurati e puliti è quasi un atto dovuto. Tratto dallo scrigno ricco di interviste, appunti e annotazioni curato da Franco Cecchini, il ritratto di Valeria Moriconi donna e attrice rivive in una sorta di diario dal 1957 al 2004, nel quale la musica della parola si immerge immersa nel suono di un’arpa, bella da vedere oltre che da ascoltare.

 

A seguire, il Festival festeggia Pergolesi con la proiezione gratuita in Piazza Federico II alle ore 22,30 del film “Pergolesi”, datato 1932 con la regia di Guido Brignone  su sceneggiatura di Gian Bistolfi. Il film è una biografia, romanzata e del tutto inattendibile, frutto del Cinema divulgativo degli anni Trenta con la colonna sonora curata da Vittorio Gui e diretta da Fernando Previtali uno dei più importanti direttori d’orchestra dell’epoca. Un saggio, assai interessante, di come il compositore nato a Jesi nel 1710 poteva essere raccontato a chi ne conosceva solo il nome o poco più. La trama è ambientata a Napoli nel 1736: Pergolesi conosce una nobile fanciulla e se innamora, ma trova una accanita opposizione nel fratello di lei che lo considera un mediocre compositore e di modesto ceto sociale. I due innamorati cercano di fuggire insieme, ma sono scoperti: mentre la fanciulla viene rinchiusa nel proprio castello, il musicista addolorato e avvilito si rifugia in un monastero a Pozzuoli (Napoli), dove morirà. Il film verrà replicato giove10 settembre alle ore 21 in Piazza S. Maria a Moie di Maiolati Spontini.

 

Tra le iniziative collaterali, da ricordare che proseguono a Jesi le viste teatrali per adulti  bambini dal titolo “Chi è di scena: storie e segreti del Teatro Pergolesi”. Per circa un’ora e mezza, i visitatori sono invitati a vedere tutti gli spazi del teatro settecentesco, compresi quelli “dietro le quinte”, animate dalle impertinenti irruzioni di Serpina, la celebre protagonista de La serva padrona di Pergolesi. Costi: € 6 intero – € 4 ridotto (under 26, over 65, gruppi di almeno 20 persone), Gratuità: bambini fino ai 6 anni. Giorni di visita: domenica 6 settembre ore 17; sabato 12 settembre ore 17; domenica 13 settembre ore 11 e ore 17; domenica 20 settembre ore 11 e ore 17.

 

Il Festival Pergolesi Spontini prosegue fino a domenica 20 settembre sul filo conduttore della “Lacrimosa memoria, sorridente levità”, con presenze di rilievo nel panorama nazionale ed estero negli splendidi teatri storici ed in alcuni suggestivi luoghi artistici di diverse località delle Marche (a Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Ostra, San Marcello).

 

Programmi completi e biglietti su www.fondazionepergolesispontini.com

 

INFO

Fondazione Pergolesi Spontini

Tel. 0731.202944, www.fondazionepergolesispontini.com

Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi

Piazza della Repubblica, 9 – 60035 Jesi (AN), tel. 0731 206888 – fax 0731 224105

biglietteria@fpsjesi.com




Anna Casini alla Festa del Rosso Conero

XX EDIZIONE FESTA DEL ROSSO CONERO – LA VICEPRESIDENTE CASINI AL CONVEGNO SU “AGRICOLTURA IN AREE PROTETTE”: ”UN MODELLO SOSTENIBILE CHE GENERA ECONOMIA LOCALE”
Camerano, 2015-09-05 – La vicepresidente e assessore all’Agricoltura Anna Casini ieri pomeriggio ha fatto visita alla città di Camerano in occasione della XX Edizione della Festa del Rosso Conero.
Accompagnata dal sindaco Massimo Piergiacomi, dall’assessore alla Cultura Jacopo Facchi insieme al Prefetto Raffaele Cannizzaro, la vicepresidente ha fatto la prima tappa alla cantina vinicola di Silvano Strologo. Il giro è proseguito con una visita, particolarmente interessante ed apprezzata, alla città sotterranea di Camerano (FOTO2) e si è concluso  nella sede del Comune dove la vicepresidente Casini ha partecipato al convegno  “Agricoltura in Aree protette” organizzato dal Comune stesso in collaborazione con il Parco del Conero e la Regione Marche.

Anna Casini alla Festa del Rosso Conero

Anna Casini alla Festa del Rosso Conero


“Costituire un’alleanza fra area protetta e agricoltura – ha detto la vicepresidente nel suo intervento – significa conservare paesaggio e biodiversità, ritornare ad antichi valori, dare un contribuito alla diffusione di tutti quei prodotti biologici che i consumatori apprezzano e che le istituzioni hanno riconosciuto con dei regolamenti comunitari. Siamo abituati a considerare la aree protette come siti isolati,  impenetrabili e senza alcuna comunicazione con il resto del territorio. In realtà, in questi luoghi vivono e lavorano tante persone che hanno fatto dei loro prodotti agricoli  un punto di forza. Parliamo un modello di agricoltura sostenibile e attento alle tradizioni che va tutelato, sostenuto e incoraggiato anche perchè genera  economia locale e favorisce le attività legate all’agriturismo e al turismo rurale creando opportunità di lavoro. Per le aree protette ed i siti di Rete Natura 2000 – ha proseguito Casini –  il nuovo PSR Marche 2014-2020 prevede un notevole ventaglio di opportunità. In particolare vengono proposte ed ampliate le strategie di aggregazione già sperimentate nel precedente Piano, ossia i progetti integrati di filiera e gli accordi agroalimentari d’area. Queste forme di aggregazione, come già dimostrato nella passata gestione, sono particolarmente adatte allo sviluppo dell’agricoltura, specie nelle aree protette.”.
I progetti integrati di filiera interessano più misure e coinvolgono più soggetti beneficiari.
Gli accordi agroalimentari di area sono l’insieme degli impegni sottoscritti dagli imprenditori agricoli di un particolare e limitato territorio a fronte di compensazioni effettuate a valere sulle misure agroalimentari del PSR. Oltra ai vantaggi offerti dall’attivazione di strategie di integrazione, ottengono priorità nella selezione dei progetti, i beneficiari che ricadono in zona Parco.

Anna Casini alla Festa del Rosso Conero

Anna Casini alla Festa del Rosso Conero




Marche in blu: la festa dei 17 comuni premiati con la bandiera blu

Pieroni: “17 vessilli che insieme alle 19 Bandiere Arancioni simbolizzano la qualità dell’offerta turistica marchigiana”

 

 

Numana, 2015-09-05 – “Una giornata per festeggiare insieme le Marche vincenti, dove l’impegno dei territori per l’ambiente e il turismo viene premiato dalle Bandiere Blu, i 17 vessilli che insieme alle 19 Bandiere Arancioni simbolizzano la qualità dell’offerta turistica marchigiana”. Così’ l’assessore al turismo Moreno Pieroni, a Numana, per presentare la giornata di festa ‘Marche in blu’ promossa dalla Regione per valorizzare il cluster turistico del mare e festeggiare il raggiungimento dell’ambito riconoscimento Bandiere Blu da parte dei comuni della costa marchigiana riconfermate a 17 nel 2015.

Marche in blu

Marche in blu

Alla conferenza stampa hanno preso parte l’attore marchigiano, Neri Marcorè, che si è detto orgoglioso di essere stato testimonial della Regione dove si fa buona politica e si rispetta l’ambiente, il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi,  il presidente della Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) Italia, Claudio Mazza, i sindaci di Numana e Sirolo, Tombolini e Misiti. In visita anche il principe di Liechtenstein Alexander incantato dalla bellezza e accoglienza delle Marche. “E’ grande la soddisfazione per i dati che, anche se ancora parziali, sono più che positivi per questa stagione turistica con un aumento del 4/5 per cento per tutte le Marche – ha detto l’assessore Pieroni nel fare il punto sulla promozione turistica regionale – La presenza di turisti italiani e stranieri sulle nostre spiagge, nei luoghi culturali e naturalistici e alle tante manifestazioni, ci conforta della validità della scelta di puntare su  turismo, cultura e ambiente e a proseguire per rilanciare l’economia del tempo libero che deve basarsi sempre più sulla trasversalità dei comparti. La giornata di oggi, appuntamento annuale itinerante, rappresenta un momento di partenza in cui viene riconosciuto l’impegno di tutti, amministratori, operatori e comunità, per raggiungere risultati importanti e affrontare insieme le criticità. La strategia prosegue su quattro direttrici: comunicazione, innovazione, formazione e accoglienza”.

Le 17 Bandiere Blu – Gabicce, Pesaro, Fano, Marotta Mondolfo, Senigallia, Ancona-Portonovo, Sirolo, Numana, Potenza Picena, Civitanova Marche, Porto S. Elpidio, Fermo, Porto S. Giorgio, Pedaso, Cupramarittima, Grottammare, S. Benedetto del Tronto – oltre a posizionare le Marche tra le prime in campo nazionale e a confermarle tra le Regioni italiane con il mare più bello e pulito, rappresentano  un prestigioso riconoscimento che premia il lavoro della Regione, degli Enti locali e degli operatori nella tutela dell’ambiente, nell’offerta di servizi sempre più diversificati e rispondenti alle esigenze dei turisti, nella valorizzazione di un patrimonio di inestimabile valore come la costa.

La giornata Marche in Blu è iniziata con il rilascio in mare di una tartaruga a Numana. Dopo la conferenza stampa si è svolta la cerimonia istituzionale della consegna  delle Bandiere Blu ai Sindaci dei 17 Comuni premiati a Sirolo con la conduzione di Paolo Notari. In serata l’aperitivo a cura del progetto regionale Gusta il Blu/Gusta l’arancione e, dalle ore 21.15,  uno show di varietà a Numana con la presenza di Fisiorchestra marchigiana, il cantante Gianmarco Fraska ed il comico Riccardo Rossi.

 

Alcuni dati

A tutt’oggi l’osservatorio regionale sta analizzando sotto il profilo quantitativo e qualitativo i dati del turismo marchigiano. Considerando che circa il 60 % delle strutture ricettive alberghieri ed extralberghiere ha inviato i dati delle presenze e degli arrivi dei mesi di luglio ed agosto non si può che essere soddisfatti per una percentuale tendenziale del 4/5 % con picchi in alcune località che superano il 10% fino al 20% in particolare dove la stagione è stata caratterizzata da eventi. Soddisfazione per il ritorno del tradizionale mercato tedesco e nord europeo e il consolidamento di quello olandese. Non solo mare ma anche entroterra, borghi, centri culturali e citta d’arte, parchi. La politica di valorizzazione dell’entroterra attraverso il felice connubio turismo  e cultura ha dato risultati positivi: tutte le strutture ricettive del turismo rurale hanno segnalato il sold out.

I risultati sono frutto del lavoro istituzionale, degli operatori e della crescente visibilità delle Marche come meta di vacanza grazie alla campagna di comunicazione che ha avuto come protagonista Neri Marcorè  “…le Marche non ti abbandonano mai”. La campagna interpretata dall’attore marchigiano è andata in onda a partire dal 14 giugno 2014, in occasione deli Mondiali di Calcio del Brasile,  su tutte le emittenti televisive Rai Mediaset La7 e Sky. Lo spot è stato premiato dalla Camera di Commercio di Milano come migliore video 2014 con il Premio You Impresa al Teatro La Scala di Milano. La Regione Marche, forte dei risultati 2015, è già all’opera per la prossima stagione per la valorizzazione dei cluster turistici accogliendo nel contempo giornalisti di settore austriaci (ALPE MAGAZINE), italiani (Corriere della  Sera; SKY 1); redattori di prestigiose guide come la Guida Michelin che nella Primavera 2015 pubblicherà la guida in lingua francese Toscana/ Umbria/ Marche. In preparazione le fiere autunnali dove la Regione Marche partecipa in collaborazione con soggetti territoriali, tra cui i Gal delle Marche, ottimizzando le proprie risorse di bilancio con quelle dei progetti interregionali Salaria (capofila Provincia di Ascoli Piceno) e Pievi e Abbazie dell’Appennino (capofila Comune di Fabriano): Cosmobike di Verona, Salone del Camper a Parma, No Frills a Bergamo, TTI a Rimini; WTM di Londra.

Bandiere Blu_2015

Bandiere Blu_2015

Bandiere Blu_2015

Bandiere Blu_2015

Bandiere Blu_2015

Bandiere Blu_2015